Byblos Art Hotel. Now Art in Life

image_pdfimage_print

Byblos Art Hotel tributo eterno alle emozioni. Una festa per gli occhi, una gioia per l’anima. Si apre come una dimora dell’estro e dell’ispirazione, si sviluppa come un museo. Designer Alessandro Mendini tra gli artisti Arad, Starck, Quinn, Kapoor, Hirst, Halley, Chia, Ontani, Pomodoro.
di Antonella Iozzo

biyblos-art-hotel-hall-byluongoCorrubbio di Negarine (VR) – Byblos Art Hotel Villa Amistà, immersa nella Valpolicella, a pochi chilometri da Verona, un viaggio sensoriale che può cambiare il color mood di una vita. Ispirazioni fuori dagli schemi per uno style che elogia l’Arte, ragione e sentimento nella profonda superficie dell’eterna bellezza. Percorrendo l’l’elegante viale giungiamo ai piedi di una meravigliosa fontana, scintillante zampillo sulla vitalità che avanza, l’aula a forma di cuore che la circonda, sembra richiamare il cantico dell’amore, l’Arte inizia a fare lentamente il suo ingresso. Le imponenti scalinate richiamano l’attenzione, l’illuminazione fluttua da preziose creazioni artistiche in vetro di murano, un passo ancora e siamo nella Hall, stupefacente, mirabile dimensione museale nella poesia dell’ospitalità. Welcome to Byblos Art Hotel Villa Amistà.

Secoli di storia si stratificano nel complesso portando con sé la melodia del tempo, una melodia che inizia nel Quattrocento quando Michele Sanmicheli realizzò, in stile veneziano, il corpo centrale di Villa Amistà. La costruzione attuale, opera di Ignazio Pellegrini, invece, risale al 1700, spartiti di puro ingegno architettonico. Una straordinaria avventura che risplende di luce propria grazie ad affreschi e reperti originali di entrambe le epoche, recuperati attraverso accurati restauri. Un’autentica residenza carica di fascino e di vissuto, di classicità e antichità in constante dialogo con la pulsazione contemporanea del nostro presente. Battito che registra il tempo vitale nel suo articolarsi attraverso artisti che restituiscono uno sguardo sul contemporaneo con una narrazione frammentata e molteplice. Artefice di tale innesto artistico –culturale il designer Alessandro Mendini, che ha saputo veicolare le numerose opere di artisti di fama internazionale in una musicalità cadenzata da memorie future.

biyblos-art-hotel-mendini-suite-byluongoByblos Art Hotel tributo eterno alle emozioni.
Byblos Art Hotel tributo eterno alle emozioni. Una festa per gli occhi, una gioia per l’anima, cromie vivace, forme fluide, affreschi e marmi in una corrispondenza armonica preziosa, suggestiva e unica capace di rendere ogni singolo ambiente, ad iniziare dalla stupefacente Hall, una coreografia messa in scena dei sogni e della fantasia. Si apre come una dimora dell’estro e dell’ispirazione, si sviluppa come un museo che ci dà la possibilità di navigare liberamente nella creazione artistica, un’esposizione contemporanea di visioni e linguaggi che costituiscono la cifra vitale del momento nonché del nostro futuro. Artisti e designer internazionali interpretano una danza di stili e concept che diventano esperienza estetica, che accendono intense vibrazioni, che risvegliano desideri fantastici. È come vivere tra le fibre dell’arte, un abbraccio che parte da Ron Arad, Philippe Starck, Marcel Wanders, Ettore Sottsass, Eero Saarinen, Eero Aarnio per iniziare, per poi ricadere completamente in estasi sulla famosa “Poltrona di Proust”. Il marchio Byblos, vitale evanescenze di colori tesa fra innovazione e glamour e l’atelier Mendini orizzonte creativo nell’infinito cielo dell’ispirazione, che ospita nomi importanti del design quali Anna Gili, Bruno Gregori, Margarini-Morra, Beatriz Millar.

Byblos Art Hotel, la nuova meraviglia dell’arte contemporanea diventa ospitality, e il soggiorno rinasce armonie in movimento, estensione del piacere sensoriale. Ogni opera rilascia la sua energia, ogni senso rimane irretito dinanzi alle dinamiche estetiche che filtrano la materia e diventano essenza.  La Hall è il palcoscenico, l’Arte la Musa, la protagonista, la nostra sensibilità l’epidermide sulla quale l’emotività disegna la sua evoluzione.  Ed è proprio nella Hall che troviamo Anish Kapoor con “Untitled” 2002, spettacolare visione concava che amplifica la prospettiva e contemporaneamente ingloba il paradiso artistico che la circonda.

Eternal istinto di bellezza
biyblos-art-hotel-presidenzial-suite-byluongoEternal istinto di bellezza sembrano voler dire le due opere di Marc Quinn “Sphinx Venus” e “Sphinx Fortuna”. Vortice di creatività con Damien Hirst, tutto è movimento, espressione libera, svincolata, flusso di coscienza o d’incoscienza che sacrifica miglia di farfalle in nome della gloria, e ancora le 8 fotografie in alluminio “VB43” di Vanessa Beecroft, solo per citarne alcuni. Ogni luogo di Byblos Art Hotel è uno spettacolo e insieme una mostra, performance di creazioni che reinventano il senso più profondo dell’Arte. Dalla reception alla Tv Room, dal Peter’s Bar al Restaurant Atelier, un’esplosione di creatività con Robert Indiana, Jean-Michel Basquiat, Piero Manzoni, Alighiero Boetti, ancora Damien Hirst e la sua favolosa “Beautiful Love Demelza”, Peter Halley, Sandro Chia, Luigi Ontani, Arnaldo Pomodoro “Sfera con Sfera”, l’universo in una estensione … sferica è sempre terra e cielo sotto lo stesso gesto.

Dalle fotografie di Cindy Shermann che avvolgono l’internet point ai corridoi che si snodano come percorsi di estetica nel sentimento della bellezza il passo, anzi i passi sembrano condurci dentro “l’Istallazione Violino” di Loris Cechini che emerge dal muro come testimone della memoria, Ivan Navarro, Devid Tremlett, e molti altri ancora. Fascinazione Byblos Art Hotel che ci conduce tra sogno e realtà, borderline dal forte potere attrattivo: tavolozze cromatiche, sinfonie scultoree, materiche impressioni di estro e felicità, l’iride ne percorre la traiettoria, solca sentieri inesplorati e la visione trionfa in fondo all’anima.  Dalla balconata del secondo piano, con vista sulla Hall, la suggestione cede il passo alla poesia e il lirismo di un maestoso, spettacolare lampadario in vetro di Murano, vibra di natura e cultura, di felicità compositiva e tensione creativa. In basso la verve degli artisti, intorno a noi la solarità che implode in pennellate calibrate e allo stesso tempo lucidamente istintive di Mariangela Levita che ha vestito le pareti. Oro e argento per iniziare, raggi rubati al sole e al tramonto, in tutte le sue sfumature, per continuare, l’impatto è assicurato. Molto più pacato l’effetto al primo piano, con giochi di colore e linearità geometrica cadenzata e ben articolata. Tinte per lo più pastello in sintonia con i tappeti disposti con sequenze ritmiche, avanzano verso un’impasse cromoterapeutica, mosaico di emozioni che indossano le effusione di una favola che naturalmente trova il suo incanto nelle camere e suite.

Confort nel segno dell’esclusività
biyblos-art-hotel-superior-byluongoLa Presidential Suite, è una dimora di classe e confort nel segno dell’esclusività. Ampi spazi in soluzione di continuità cadenzano le vibrazioni luminose, la veduta sul parco e i vigneti non è un optional ma la naturale propensione del benessere che prosegue nei lussuosi bagni in marmo. Le opere di Beatriz Millar o Begonia Montalban modulano la spazialità dell’ampio salotto e angolo bar, raffinata sintesi di modernità e funzionalità. Praticamente perfetta per abbandonarsi al relax e al piacere con il minibar Anna Giti e la cantinetta vini.

Molto più rivolta alla teatralità del segno la Mendini’s Cult, coloratissima e graziosa nelle sue lineari ambientazioni in perfetto equilibrio tra modernità e passato, sempre con una certa semplicità espositiva. Decisamente molto elegante il bagno design pareti a specchio e marmo nero in contrasto con il bianco, armonizzano una partitura quasi beethoveniana che riesce a far rivivere i fasti viennesi.

L’ispirazione con Mendini sembra proprio non avere limiti la sua Mendini’s Island, più che una junior suite sembra essere un luogo sospeso fra immaginazione e finzione, un luogo dove i colori e le forme più svettanti e nuove, sono le dinamiche per una passeggiata dentro il desiderio di vivere tra le sfumature dell’arcobaleno, dove le regole della fisica si piegano a quelle della creatività Mendini, Ron Arad e Philippe Starck, e nascono arredi incantevoli con baldacchini aperti a conchiglia, armadi e mobili come suite di un balletto di Čajkovskij. Le pareti a mosaico e i lavandini in cristallo del bagno design reinterpretano la nuova era del fiabesco

Sia le camere Deluxe che le Superior hanno arredamento Byblos Casa, opere d’arte, di design e quell’intensa atmosfera che nasce da una vivace inventiva. Grande leggerezza e forte impatto visivo rendono ogni oggetto scultura, arte, emblema originale della bellezza Byblos Art Hotel. Respirarle anche solo per una notte è come percepire la fascinazione della qualità, dell’estetica, della meticolosa cura per i dettagli.

Benessere Espace Byblos
E se il piacere chiama il benessere Espace Byblos risponde. Uno spazio dedicato al relax e al benessere per momenti di quiete musicale negli anfratti interiori. Beauty experience che si arricchisce di partner di bellezza d’eccezione come Decleor, Tauleto e Charme d’Oriente, marchi riconosciuti a livello internazionale. L’intimità raccolta della piccola piscina interna con idromassaggio, delle sedute riscaldate, del bagno turco e sauna, sono un tuffo nei bagni romani, nella civiltà di un tempo che rinasce oggi istanti dilatati di care and pleasure sotto la volta affrescata. La piscina esterna invece è situata nel rigoglioso parco di 20 mila metri quadri e avvolta dai deliziosi profumi floreali. È una scenografica location per party a bordo piscina, come per romantici dialoghi sopra le righe tra chaise-longue e gustosi cocktail. Al suo interno fontane in marmo di Verona, giochi d’acqua, un giardino all’italiana e piante secolari lo rendono un paradisiaca estensione del paesaggio naturale.

Per la nuova stagione del Byblos Art Hotel, il relax avrà una nuova dimensione timeless due vasche idromassaggio riscaldate con cromoterapia incorporata, una doccia, lettini e divani di design. Lo spazio che cambia grazie ad idee in progress che si materializzano in un diamante incastonato nel parco del Byblos Art Hotel. Un piccolo gioiello dove poter organizzare anche raffinate feste private.
Byblos Art Hotel Villa Amistà, è qui che le stelle disegnano una nuova costellazione che accende il bello del benessere, il meraviglioso nel quotidiano per rendere memorabile ogni soggiorno, esclusivo e incomparabile l’evento più importante della nostra vita, qualunque esso sia.

 

Byblos Art Hotel – Villa Amistà
via Cedrare 78 – 37029 Corrubbio di Negarine
Frazione di San Pietro in Cariano (Verona) – Italy
Tel +39 045 6855555 Fax +39 045 6855500
www.byblosarthotel.com/it

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (07/04/2015)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1