Royalton Hotel New York, design and allure. Scelte di carattere

image_pdfimage_print

Al Royalton Hotel l’architettura e il design diventano creazione e lo stile rilascia dimensioni cosmopolite per un memorable portraits retrò futuribile. Scelte di carattere che cambiano le prospettive del giorno, basta saperle cogliere, Welcome to Royalton!

di Antonella Iozzo

New York – Royalton Hotel New York, vivere chic in una dimora sospesa fra stile vintage e moderno. Sito sulla 44th Streets, e con accesso diretto sulla 43th Streets, il Royalton Hotel è una boutique hotel di carattere e con stilemi ecclettici. Nel cuore di Times Square e a due passi da Bryant Park e Rockefeller Center, affascina e seduce proiettandoci in una dimensione altra, dove charme, design e atmosfera disegnano l’allure dell’intimità. È come se appena varcata la soglia, i ritmi frenetici del quotidiano e le sue dinamiche, si allontanassero da noi fino a scomparire. Now, una nuova alchimia di bellezza si diffonde in una sinfonia di arredi con muri rivestiti di pelle che seducono il tatto e la vista, amplificando l’impatto sensoriale. È la Decompression Chamber, è qui che inizia il viaggio verso l’esperienziale, è che il Royalton diventa icona.

L’edifico risale al 1898 una proprietà residenziale di due appartamenti e 4 camere per lo staff. Un microcosmo storico nel cuore di New York, entrato in sintonia con una nuova estetica per rinascere nel 1988 Royalton Hotel.  La storia ha tessuto il suo tempo, Phillipe Stark original designer, ne ha tese le coordinate ampliando gli spazi, Roman Williams che ha rinnovato, l’ambiente nel 2007, ha dato loro una potente valenza emotiva giocando con dialoghi fra american stile, vintage e moderno, nei toni caldi del marrone e con tocchi di nero.

Lo sguardo fin dai primi passi nella lobby converge verso l’appagazione sensoriale, data da uno stile inconfondibile che unisce il gusto della ricerca storica ad una creatività atta a infondere trasporto emozionale e intellettivo. Si raggiungono approdi lontani dai soliti schemi, dove ci si ritrova carichi di nuovi stimoli ed energia.

L’anima dell’edificio continua a convivere in un’aurea di passato rivisitata dall’audacia per la sperimentazione. Ecco allora che la personalità della lobby diventa emblema del lifestyle più cool della city. Non un luogo dedito solo agli ospiti dell’hotel ma un’oasi, dove il piacere del convivio inscena il desiderio della vita nelle sue variazioni su tema. People, smile, original cocktail or met for business, everything meets the sound of the soul.

Una scenografica partitura degli spazi che delimitano senza chiudere, suddiviso la zona in 4 ambienti, Bar 44, Front Room, Den, Living Room, che consentono l’uso privato di ciascuno spazio. Vetro e camini dalle linee geometriche evidenziano il fascino del passato come parte del moderno e lo sguardo dell’anima corre libero in un unico percorso.

Cabinet of privacy, icon for hospitality è la reception. A prima vista si confonde con lo stesso design dell’hotel, geometria in nero per postazioni dove il check-in, il check-out o il servizio concierge si svolgono circondate da privacy valorizzata da una sorta di pulizia cartesiana delle linee. Un’essenzialità che comunica però intimità in sintonia con il mood imperante dell’hotel.

Royalton Hotel, questione di feeling
La lobby del Royalton Hotel è uno di quei luoghi che rilascia una concezione, spirituale, intellettiva ed emotiva del vivere gli ambienti. È questione di feeling, di captare il tempo e lo spazio come iperbole con le quali interfacciarsi rimanendo sempre e comunque noi stessi. E così l’estetica gioca con la funzionalità e offre il suo concept miniale alla reception, la stessa che vista dal Bar o dal ristorante diventa quinte di palcoscenico in sequenze di pensiero.

Multiculturale eleganza di un edificio storico che continua a vibrare di sensazioni e a raccontare il suo passato, come la passarella emozionale che corre lungo la lobby permettendoci di passare dalla 44 street alla 43street.

Logico proseguo al bar/Lounge, il Restaurant 44. Legno caldo accogliente, linearità e reti da pesca intrecciate a creare giochi di luce, trasparenze ed effetti speciali. Quasi dei naturali separé, sospesi nell’aria, fedeli nel preservare l’intimità, ma che al contempo intendono comunicare la fedeltà ad uno stile vintage rivisitato con gusto moderno in relazione con storia dell’hotel.

Food New American e naturalmente american breakfast o continentale di ottima qualità servita con professionalità e cordialità.

Se è vero che ogni luogo ha uno spirito, le camere del Royalton Hotel New York, rivelano il nostro senso estetico, quello rimasto nascosto in noi e adesso in perfetta sintonia con i decor, il design, il comfort di ciascuna delle 45 camere con camino, un plus romantico senza tempo capace di far cadere le barriere fra conscio ed inconscio.

Lo spazio non è un optional e ruota intorno a noi svelando la cura per i dettagli, i mobili in mogano, le curve di una scrivania che sembra attenderci in silenzio per la messa a punto della nostra agenda.

Il morbido divano sotto le ampie finestre diventa meta della nostra fantasia, converge con il passionale e lascia che la funzionalità s’incrocia con la poesia.

Al centro della scena il letto, landscapes per nuove avventure dell’anima, si apre alla vista quasi uscendo fuori da una cornice tridimensionale, che ai due lati due oblò per una radente illuminazione da lettura.

Forme morbide e curve sinuose naturalmente anche per la stanza da bagno circolare con vasca rotonda al centro “Disco Tub”, zona trucco e modern touch con lavello e decor in metallo.

Cura per i dettagli, comfort e tecnologia con Ipad in tutte le camere, internet wireless, TV e armonia che caratterizza ogni singolo ambiente del Royalton Hotel dai corridoi con figure geometriche sulla moquette a ricordare gli oblo delle porte che a loro volta richiamano gli interni delle camere.

Al Royalton Hotel l’architettura e il design diventano creazione e lo stile rilascia dimensioni cosmopolite per un memorable portraits retrò futuribile. Scelte di carattere che cambiano le prospettive del giorno, basta saperle cogliere attraversando the decompression Chamber, Welcome to Royalton!

Royalton Hotel
44 West 44th Street – New York, NY 10036 – USA
+1 212 869 4400  –  +1 212 869 4401
https://www.royaltonhotel.com/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (21/03/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1