The Library Hotel New York. Alternative Concept. Intimate style

image_pdfimage_print

Si apre un mondo varcando le porte The Library Hotel, un connubio fra moderno e vissuto, fra tensione emotiva, data dal patrimonio cultuale dei libri, e dall’ospitalità. Valore eclettico del concept Library, divenuto carattere distintivo.

di Antonella Iozzo

New York – The Library Hotel New York. L’altro lato della cultura è una lettura, un’armonica partitura di libri che diventano boutique hotel a New York in una posizione certamente a tema, a due passi dalla New York Public Library. Situato su Madison Avenue è poco distante da Bryant Park dalla Fifth Avenue, dal quartiere dei teatri di Times Square e dal Grand Central Terminal.

The Library, Hotel o club privato? Il confine è davvero proprio sottile perché ogni arredo, dettaglio o decor a The Library sembra creato per una biblioteca e ognuna delle 60 camere è decorata con una collezione di opere d’arte e libri basata su un tema distintivo. Il tema si basa sul sistema decimale Dewey, con piani dedicati alle dieci principali classificazioni di conoscenza, tra cui The Arts, Literature, Philosophy, and Language. Su dodici piani le diverse espressioni del sapere attendono il nostro mood.

Il relax e il comfort mai come in questo caso vengono dalla lettura, e leggendo si scoprono il piacere di vivere un boutique hotel dedito all’ospitalità e all’intimità di camere e ambienti che, sembrano avvolgerci in un’atmosfera lontana dai ritmi urbani.

I libri diventano fondali per la nostra anima, regalano emozioni e diventano trait d’union fra noi e il luogo che viviamo. Si apre un varcando aprendo le porte  The Library Hotel, l’ingresso principale dell’hotel, infatti, si trova sulla 41a strada, nota come Library Way e appena varcata la soglia ci troviamo dinanzi 100 targhe di bronzo con famose citazioni letterarie.

Simbolica ispirazione per un luogo ospitale, aperto alla convivialità e sempre in cambiamento sensoriale. Sì, perché ogni camera o ambiente rilasciano sensazioni diverse e sono sfumature diverse del vivere la cultura letteraria nelle sue infinite verità o illusioni veritiere. E sono molti gli ospiti letterari: David Baldacci, Nelson Demille, John Grisham, Amy Tan, Erica Jong, Dava Sobel e Diane Ackerman.

Il rapporto tra la letteratura e la storia cammina lungo le ali dell’edificio in stile neo-gotico, costruito nel 1912. L’edificio ci rivela note preziose di un passato illustre, prima di essere Library Hotel, vie era l’ufficio di Theodore Roosevelt, dopo la sua presidenza ha lavorato come redattore per The Outlook, rivista con uffici al 299 Madison Avenue, l’indirizzo del Library Hotel.

Rivelazioni che inscenano l’allure magica e rarefatta che creano i 6.000 e più libri dell’hotel in copertina rigida che provengono dallo Strand Bookstore, una delle più antiche librerie di Manhattan e sede di oltre 2,5 milioni di libri. Emblema di una fine intelligenza che raggiunge la raffinatezza intellettiva e morale capace di debordare il diletto del vivere.

L’anima del Library Hotel sembra rinascere in ogni camera
L’anima del Library Hotel sembra rinascere in ogni camera sempre diversa grazie ai libri che ispirano gli arredi. È stupefacente scoprire l’accostamento narrativo di storie pensieri, scandendo l’arte del vivere e la passione per il viaggio. Il design si apre alle suggestioni del tempo e un’armonica partitura volumetrica cadenzata dalle opere d’arte si distende nella memoria e nel relax.

Legno, tessuti pregiati e moderna eleganza dialogano fra loro rendendo l’ambient molto confortevole. Dettagli curati e moderna tecnologia come wi-fi , Cable TV & DVD player, iHome Alarm clock & radio sono le camere perfette oasi del vivere contemporaneo.

Un saper vivere che disegna le emozioni e i desideri più nascosti e che al Library Hotel trovano la giusta collocazione, basta dare un’occhiata al nome delle camere dalla Petite Room alla Mythology Room fino alla più romantica di tutte The Love Room con terrazza privata su Madison Avenue e vista sulla conica New York Public Library. Naturalmente i libri che vi troviamo trattano di amore, ma sono libri “speciali”, selezionati dal famoso Dr. Ruth Westheimer. E non c’è da meravigliarsi se il Library Hotel è stato riconosciuto come secondo Hotel romantico di New York da Business Insider nel 2016.

La parola d’ordine al Library Hotel è complimentary.
La parola d’ordine al Library Hotel è complimentary. Dalla colazione continentale a molti servizi offerti durante tutto il giorno e tutti inclusi. L’ospite al primo posto, una filosofia che rende il Library Hotel, un luogo carico d’intima accoglienza, di serenità e calore familiare.

Al risveglio la Reading Room, profuma di caffè e tè internazionali, frutta fresca, intera e macedonia con melone e frutti di bosco, pane integrale, croissant assortiti, mini muffin e tante altre prelibatezze per il nostro buon giorno. Poi, nel pomeriggio tra le 17:00 alle 20:00 indossa gli ambiti informali di un pre-teatro, deliziandoci con calici di vino e una ricca selezione di formaggi, cracker, olive miste, noci, salatini e cruditè. È l’aperitivo perfetto per aprire la nostra serata, è l’atmosfera easy dal tocco soft e romantic che accende la serata.

Ma la Reading Room diventa scrigno, oasi di relax e privacy, attendendoci per un caffè appena fatto o un cappuccino, biscotti, frutta fresca e naturalmente libri! Per i nostri incontri sociali o piccoli business, è il luogo dallo spirito giusto che richiama il buon umore a qualsiasi ora del giorno.

Le luci della sera si accendono e il Library Hotel flette la nostra immaginazione con una nuova immagine di bellezza da vivere, al Writers Den and Poetry Garden, in cima all’edificio, al 14° piano e sotto lo skyline di New York.

Una Bookmarks Lounge dall’atmosfera intima, intensa, capace di descrivere lo spazio intorno a noi infondendo il calore dell’accoglienza. Quasi un giardino incantato con piante, fiori e rigogliose vegetazioni, una serra con vista sull’architettura della city, dove gustare deliziosi cocktail ispirati e cocktail signature. Dal bourbon al whisky riserva passando per il rum e il gin, l’aragustine, la vodka e le tantissime varianti che ne esaltano le caratteristiche, ma anche ottimi calici di vino. E’ una sognate rievocazione dell’inconscio che si ritrova flettere la sua visione dell’essere.

Sembra quasi impossibile che la sobrietà e l’acume dei libri e della lettura ci lasci in eredità meraviglie che nella magia del Library Hotel rivivono come armonici contrasti creativi. E per un tocco ancora più suggestivo basta spostarsi nella sala interna con morbide sedute accanto al camino. Entriamo così in una dimensione circolare che raggiunge l’equilibrio emozionale, un affresco simbolico del mondo invisibile reso pura convivialità. Ci si sente a proprio agio, felicemente rilassati, è un luogo con un cuore che invita ad entrare nella dimensione della cordialità.

The Library Hotel New York, una perla luminosa della Library Hotel Collection, nel connubio fra moderno e vissuto, fra tensione emotiva, data dal patrimonio cultuale dei libri e ospitalità. Romantiche evasioni di stile, simboliche visioni di lifestyle in un total living con l’essenza della parola scritta e trasportata dal tempo e nel tempo. Valore eclettico del concept Library, divenuto carattere distintivo.

The Library Hotel
299 Madison Avenue  – New York City 10017
Tel: +1 212 983 4500
https://libraryhotel.com/

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (10/04/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1