Ribolla Gialla Villa Sandi dalle Tenute di Spilimbergo

image_pdfimage_print

La Ribolla Gialla è una grande novità per il nostro Gruppo – ha affermato il Presidente di Villa Sandi Giancarlo Moretti Polegato – ma si inserisce bene nella nostra produzione di vini spumanti che va dal Prosecco al Metodo Classico.”

Redazione

Nel segno di due tratti caratteristici di Villa Sandi: la vocazione alla produzione di spumanti e l’ identità territoriale. Leader nella produzione di Prosecco, con Tenute che spaziano in tutte le denominazioni,  dalla DOC all’ Asolo DOCG al Valdobbiadene DOCG, ora Villa Sandi si misura con un vitigno autoctono friulano,

A due anni dall’acquisizione delle tenute di Spilimbergo in Friuli, Villa Sandi presenta la prima produzione di Ribolla Gialla.

L’esperienza e la competenza per le bollicine del produttore trevigiano applicato al vitigno autoctono friulano consentono di ottenere uno spumante brut millesimato aromatico ed elegante

Ribolla Gialla Villa Sandi è un vino spumante brut che nasce dal vitigno autoctono friulano e che viene prodotto con il metodo “Charmat lungo”, una tecnica che prevede 12 mesi di fermentazione e di maturazione in autoclave. Ribolla Gialla Villa Sandi unisce la tradizione di un vitigno locale in forte espansione alla passione e alla competenza di Villa Sandi.

Giallo paglierino con ottima consistenza, con un profumo fine ed elegante con note aromatiche e sentori fruttati e minerali, Ribolla Gialla Villa Sandi ha un sapore deciso, vellutato e piacevolmente aromatico e di grande armonia.

“La Ribolla Gialla è una grande novità per il nostro Gruppo – ha affermato il Presidente di Villa Sandi Giancarlo Moretti Polegato – ma si inserisce bene nella nostra produzione di vini spumanti che va dal Prosecco al Metodo Classico.”

“Dopo l’acquisto della tenuta di Spilimbergo, -con i nostri enologi abbiamo subito deciso di valorizzare la varietà Ribolla Gialla presente nel vigneto e con orgoglio presentiamo la nostra prima produzione quest’anno. Ribolla Gialla è una varietà che si adatta molto bene alla spumantizzazione, una tecnica che conosciamo molto bene e che fa parte del nostro DNA e della nostra storia come produttori di Prosecco”.

 

Redazione
(19/03/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1