Cityscape Lounge.Top emotions on the San Francisco skyline

image_pdfimage_print

Cityscape Bar & Lounge al 46 ° piano dell’Hilton San Francisco. Wine, drink e cocktails nella versione easy e chic incontrano l’audacia di un vista spettacolare, mozzafiato che scuote la ragione e ammalia i sensi fino a toccare le fibre più intime dell’anima. Unica regola, cogliere l’attimo.

di Antonella Iozzo

San Francisco – Vivere fra le nuvole richiede una particolare predisposizione al sogno e una buona dose d’immaginazione. Qualità lontane dal senso pratico e dal quotidiano ma se abilmente modulate e intrecciate con la perspicacia intellettiva possono rendere meraviglioso l’universo intorno a noi. Se poi si vede dall’alto al calar della sera, prima sfumato dai colori del tramonto, poi dipinto dalle cadenze del crepuscolo e infine palpitante nel luccichio delle luci che accendono le notti cittadine, la condizione esistenziale diventa incanto, magia, fiaba, almeno in un attimo eterno che non chiuderà mai le sue palpebre in noi.

Momenti clou di un viaggio con sosta alla Cityscape Bar & Lounge al 46 ° piano dell’Hilton San Francisco Union Square, con una vista a 360 gradi sullo skyline della città e sul Golden Gate Bridge.

“Il mondo non ha più pareti…” ma ampie, maestose vetrate, alla Cityscape Bar & Lounge, che ci circondano abbracciandoci in un immenso vibrante e vitale.

La città di San Francisco sotto i nostri occhi, il cielo in primo piano e l’oceano sullo sfondo. Non esiste pennello d’artista che possa ricreare la perfetta intesa fra il gesto dell’uomo moderno e l’essenza silenziosa della natura.  Edifici, monumenti, il famosissimo Golden Gate Bridge e poi il respiro della terra stessa che accoglie tutto questo e nella sua espressività incisiva e cromatica rilancia la bellezza dell’insieme.

Cityscape Bar & Lounge a picture- perfect of San Francisco dream with drink, wine and cocktails never out of style.

È un mondo a parte, unico. Una location d’eccezione, dove il piacere del convivio assume dimensioni glamour e fashion, e dove il soft touch di un appuntamento romantico deborda l’impressione sognate di Chagall.

The Cityscape Bar & Lounge night, la nuova meraviglia dall’aperitivo al dopo cena si congiunge alla propulsione emozionale per sorrisi del cuore capaci di ridefinire il ritmo del giorno che sta per lasciarci e accendere la primavera dell’anima. Enjoy with specialty drinks come il “Barrel Aged Manhattan – Eagle Rare Bourbon, Carpano Antica, angostura bitters” da degustare lentamente, completamente rilassanti fra le morbide sedute con vista sulla City. Morbido, sensuale e quel gusto inconfondibile e sempre più internazionale del vermut rosso Carpano, armonico accordo con l’angostura bitters che gli conferisce quel leggero tocco amarognolo dato dalle erbe aromatiche.

Evocare il risveglio delle sensazioni è un desiderio, viverle è una constatazione del reale come sviluppo di una fiaba dalle note travolgente del Barrel Aged Manhattan. Equilibri di lucida estasi emozionale alla Cityscape Bar & Lounge,

L’entusiasmo si trasforma in costellazione e rilascia il piacere di scoprire molti eccellenti cocktails come “Noe Valley”, “Spiced Paloma”, molti Fine Spirits, dal gin alla vodka, e una certa vini importante con bubbles francesi e una selezione di bianchi e rossi californiani.

Basta un nome Cabernet Sauvignon, Kenwood Vineyards “Jack London”, Sonoma e la nostra wine passion scopre un rosso carismatico, estremamente elegante e iconico. Dal 1976 la Kenwood Vineyards produce vini provenienti dagli storici vigneti a terrazze laviche del famoso Jack London Ranch, situato sul versante occidentale della Sonoma Valley a Glen Ellen, in California. Il Cabernet Sauvignon, ma anche lo Zinfandel, il Merlot e lo Syrah sono prodotti da questi esclusivi vigneti di terra rossa-lavica. Nel calice il rosso velluto del Cabernet Sauvignon scivola come seta, basta ondeggiare il bicchiere e la sua danza rilascia ricchi sapori varietali. Lentamente il palato vive tra complessità ed equilibrio e ogni senso scopre l’altro lato dell’estasi, il pathos di Sonoma.

Ai confini della joie de vivre la Cityscape Bar & Lounge, fluidità e allegrezza gravitazionale disegnano la leggerezza cosmica in sinergia con il nostro tessuto connettivo. Unica regola, cogliere l’attimo.

E il momento si tinge ancora di rosso con il Pinot Noir, Migration, Russian River Valley, ed è come esplorare i vigneti storici della Russian River Valley in California, dove il terreno sabbioso argentato Goldridge regala un Pinot Noir con aromi di frutta rossa, fragola, ciliegia e mirtillo. La cura per i dettagli lo rende un rubino che risplende di luce propria e rilancia la sua finezza con armoni di arancia e cannella.

Beauty story nei calici da degustare insieme a deliziosi Small Plates, come le “Kennebec Potato Crisps” con sale nori, da gustare con la salsa koreana gochu jang aioli, dolce e insieme piccante grazie al peperoncino rosso, riso glutinoso, fagioli di soia fermentati e al malto d’orzo.

Molto trend e vivace il salmone versione ice-cream “Smoked Salmon Rillettes” petit coni dalla consistenza cremosa e vellutata grazie alla crème fraiche che incontra la verve del limone e dell’erba cipollina e la sapidità delle uova di trota.

Tripudio di colori e sapori che culmine con “Local Cheese & Charcuterie” salumi e formaggi locachii dall’ottima qualità esaltati dalle noci tostate e due diverse salse. Decisa e intensa la Grain Mustard, il mordente della senape, dolcemente acidula la Quince Paste che rivela tutto il profumo delle mele cotogne.

La versione easy e chic del gusto incontra l’audacia di una vista spettacolare, mozzafiato che scuote la ragione e ammalia i sensi fino a toccare le fibre più intime dell’anima. Conscio ed inconscio per una volta concordano e in perfetta armonia riscrivono le coordinate del diletto del vivere partendo dalla Cityscape Bar & Lounge.

Cityscape Bar & Lounge
located in Hilton San Francisco Union Square
Tower 1, 46th Floor – 333 O’Farrell Street
San Francisco, California 94102
http://www.cityscapesf.com/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (15/06/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1