Munus 2015, il rosso by Guerrieri Rizzardi. Liquida emozione

image_pdfimage_print

Munus 2015, by Guerrieri Rizzardi celebra la memoria nella modulazione del gusto contemporaneo con profumi maturi e intensi che precedono un palato largo, morbido e fruttato.

di Antonella Iozzo

Munus 2015, il rosso by Guerrieri Rizzardi che cambia le prospettive del classico per eccellenza: il Bardolino, vino leggero, fresco, easy.

Se il cuore è fedele alla storia, l’intuito ne estrae l’essenza per riscriverne la tradizione con un rosso contemporaneo che volge lo sguardo al passato per riscrive la tradizione del futuro con Munus 2015.

Caldo, avvolgente, deliziosamente fruttato, tannico quanto basta. Il Munus 2015 è il vino che invita alla convivialità, che crea atmosfera, che scivola al palato lasciando le papille gustative piacevolmente inebriate da note di frutta rossa e leggera speziatura.

Munus 2015 nasce da una selezione di uva Corvina, Merlot e Ancellotta provenienti dai migliori vigneti siti nel comune di Bardolino. Perfetta esposizione, microclima mediterraneo e suoli di origine morenico-glaciale, argilloso e calcareo, rendono questo vino voce elegantissima di una filosofia e di un concept che da sempre identificano la Famiglia Guerrieri Rizzardi: territorialità, tradizione coniugata all’innovazione, passione.

Intensità, struttura, equilibrio color rosso rubino scivolano nel calice, ogni flutto un verso di una poesia che decanta il sentimento del vino. Al primo sorso è come se un velluto sonoro, riverberando di profondità e complessità, librasse in noi l’audacia della modernità, senza però mai tradire il valore dell’origine.

Identità, tradizione, storia, s’intrecciano in un dialogo virtuoso e compongono le radici della Famiglia Guerrieri Rizzardi. Una storia che muove i sui primi passi nel 1649, quando i conti Rizzardi acquistano la tenuta di Pojega a Negrar. Ma è con il matrimonio tra Carlo Rizzardi e Giuseppina Guerrieri, i cui vigneti e cantine, erano site in Bardolino e in Valdadige fin dal XV secolo, che nasce la Tenuta Guerrieri Rizzardi. Un passato ed un vissuto che sembrano esaltare le caratteristiche di ogni loro vino, ed in Munus 2015, divengono ancora di più espressione di territorio e di pensiero.

Sorsi di autenticità che ci rimandano al suo nome, Munus, infatti, deriva da un vigneto definito già in epoca romana come «fontis vinae munus» (munifica sorgente di vino). Un nome capace di rivelare l’essenza di un’entità che con-vibra nel presente grazie al credo della Famiglia Guerrieri Rizzardi, le cui dinamiche si sviluppano in perfetta armonia con il valore del proprio passato riportandolo in etichetta con l’Osella d’argento, la moneta-medaglia voluta dal doge Francesco Loredan nell’ottavo anno del suo dogato (1759), su cui è incisa la parola “munus” (dono).
Preziosa testimonianza, eco di conoscenza ripresa, interpretata e tramandata ai posteri con gesti pregni di dedizione e consapevolezza.

Munus 2015, celebra la memoria nella modulazione del gusto contemporaneo con profumi maturi e intensi che precedono un palato largo, morbido e fruttato. È un’eleganza setosa che avvolge il palato e si mantiene persistente. Un rosso dalla personalità chiara e dall’anima loquace capace di evocare ad ogni sorso il profumo dell’autenticità senza tempo. Una liquida emozione.

Guerrieri Rizzardi
Strada Campazzi, 2 – 37011 Bardolino (VR) – Italia
Tel +39-045-7210028 Fax +39-045-6212254
www.guerrieri-rizzardi.it

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (15/01/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1