Susur Lee experience Nouvelle Chinoise al Luckee Restaurant Toronto

image_pdfimage_print

Susur Lee chef, creatività al servizio della tradizione in un audace performance culinaria orientale. La tradizione culinaria di Guangzhou, Hunan, Shanghai e Szechuan esplode in una texutre di sapori autentici dove la classicità incontra l’innovazione.

di Antonella Iozzo

Toronto ( Canada) – Luckee Restaurant Toronto, experience Nouvelle Chinoise firmata dallo chef Susur Lee. Raffinata, tradizionale, contemporanea. Semplicemente dim sum nell’equilibrio della convivialità, nell’armonia dei sapori.

Toronto è un ventaglio multiculturale che rilascia ad ogni battito la sua anima poliedrica e ospitale.

Vitale e aperta la città si risveglia ogni giorno sulle rive del lago Ontario affascinate non solo i tanti traveller ma chi la vive, ogni giorno, nel segno del rispetto e della libertà. Situato nel Soho Metropolitan Hotel di Toronto, in downtown il Luckee Restaurant e Bar è un angolo di cultura gastronomica riletta in chiave francese dall’intelligenza creativa dello chef Susur Lee.

Se nel 2000 la rivista Food & Wine ho considerato Lee come uno dei Dieci Cuochi del Millennio la sua escalation televista ne conferma le lodi in tutto il mondo, basti ricordare che nel 2015 è apparso come giudice in Food Network’s hit show Chopped Canada, e più recentemente è stato nominato giudice in Master Chef Asia.

La tradizione culinaria di Guangzhou, Hunan, Shanghai e Szechuan esplode in una texutre di sapori autentici dove la classicità incontra l’innovazione grazie all’abilità tecnica di scuola francese. Qualità che lo hanno portato a sovrintendere ben quattro ristoranti a Toronto e al prestigioso Club Chinois di Singapore.

China fascination ad iniziare dall’atmosfera del Luckee Restaurant. Luci calde e avvolgenti, decor orientali che richiamo la tradizione e una cucina a vista che celebra la professionalità tra i fornelli. Ambiente informale, dove una magia alchemica aleggia nell’aria comunicando poesia e spirit of china in piatti che seducono il palato, la mente, il cuore.

Tentation Dim sum, of course, con “Luckee Dim Sum Basket” e “Rainbow Gow – dumpling four ways – shrimp, salmon, scallop e vegetable, xo sauce”, degustati rigorosamente con le bacchette cinesi per il cibo. I classici ravioli cinesi serviti nei tipici cestini di bambù, ogni boccone un viaggio esperienziale che ci rimanda nei sapori ora decisi, ora soft, di una cultura dove la tradizione del cibo incontra l’arte del condividere. Morbidi fagottini che si sciolgono in bocca rilasciando la fragranze delle verdure, l’intensità del salmone, la delicatezza dei gamberi, il gusto deciso della carne fino alla sensualità delle capesante con tartufo, un’intensità ben equilibrata la cui persistenza è un orizzonte sulle ali del ricordo.

Piatti impreziositi dalle salse fatte in casa “Luckee Housemade Sauce: Ginger & Green Onion Pesto, Chinese Mustard & Chef Susur Lee’s Sriracha, Spicy Soya With Sesame & Green Onions” dal gusto piccante, deciso e unico come la salsa dello chef Shiacha.

Un crescendo di emozioni fino al Cheung Fun Luckee’s signature dim sum, dei soffici involtini di riso con deliziosa pasta fillo, croccante, ripiena di verdure e diverse varianti a base di pesce o pollo,   un vero classico di Susur Lee. Superlative quella con l’aragosta. Accordi di consistenze tra morbido e croccante, tenero e intenso, dolce e leggermente piccante per una partitura gastronomica che titilla le papille gustative e scopre la genialità creativa e tecnica dello chef Susur Lee.

Audacia e tradizione celebrano i sapori ed ogni portata è un piccolo scrigno che si rivela a poco a poco, è il caso della “Luckee Duck  -‘momo’ wraps, granny smith apple, chinese leeks, watercress; foie gras parfait, sweet bean sauce & cranberry compote”. Arte, tecnica sapienza, in un evoluzione che rispetta il tempo e la memoria. La delicatezza dell’anatra sembra attendere sotto la sua copertura croccante per poi rinascere piacere e poesia insieme, nell’abbinamento con il foie gras. Ricchezza che scivola lentamente nella linearità del crescione e dei porri cinesi fino alla verve della mela smith.  Dialoghi di sapori che coinvolgono non solo il gusto ma anche la vista, e sorridono all’anima con la dolcezza della salsa di fagioli e composta di mirtillo.

Quando la tradizione scopre le dinamiche del pensiero, la creatività e le potenzialità della tecnica, il cibo non può che divenire storia e cultura, essenza e scienza, convivialità e scoperta di popoli lontani da noi, eppure così vicini. La cucina dello chef  Susur Lee è tutto questo, è passione e ricerca, vissuto che tramanda con ogni singolo ingrediente, e presente che diventa trama di ricordi nella qualità della materia prima.

Feeling in gusto con “Hong Kong Style Steamed Sea Bass – deboned whole sea bass with leeks, ginger & sweet soya juice”. La consistenza del pesce è il plus del piatto ricco di sapori e fragranze, una suite nella jioe de vivre delle verdure ad iniziare dai porri fino al tocco dello zenzero.

Le spezie sembrano mescolarsi alla passione, un mix capace di rendere i fagiolini amalgamati con le olive nere un’esplosione di rarefazione sensoriale “Wok Fried Green Beans wtih preserved olive vegetable”. E naturalmente non possiamo cenare in un ristorante cinese senza assaggiare il riso ed ecco “Kobe beef fried Rice – quail egg enoki e youtiao croutons”. La prelibata carne kobe, si scioglie in bocca, in un elisir stillante la sua natura diventa il controcanto del riso, servito con un delizioso uovo di quaglia, non solo anticipazione gustativa ma ouverture al mix unico di consistenze che invitano a nuovi assaggi.  

Declinazioni di gusto fino al dessert, un apoteosi di truffles, ice cream, cupcakes come per dire Toronto meet China smile.

Luckee Restaurant la tradizione culinaria cinese indossa l’arte evolutiva dello chef Susur Lee, è un tripudio di fragranze e profumi, di sapori e consistenze orchestrate con sapiente armonia e rispetto per il vissuto. È come se le immagini della cultura cinese scorressero in sequenza mentre degustiamo i piatti affiancandosi alla rarefazione dipinta sui muri della location come sui tavoli, abilmente rivestiti da un soft touch di storia arte e memoria.
Susur Lee chef, creatività al servizio della tradizione in un audace performance culinaria.

LUCKEE by SUSUR LEE 
Soho Metropolitan Hotel
328 Wellington Street West – Toronto, Ontario
Tel. 416.935.0400 
http://www.luckeerestaurant.com/
http://www.metropolitan.com/soho/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (03/10/2017)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1