W Kitchen restaurant Verbier, taste modern local and trend chic

image_pdfimage_print

W Kitchen Verbier bistronomic restaurant che seduce i palati internazionali più esigenti con portate stagionali create con materie prime freschissime per lo più provenienti dal cuore della Svizzera.

di Antonella Iozzo

Verbier (CH) – W Kitchen, Modern Local Cuisine un concept da provare, un gusto da vivere, un’esperienza che rende i sogni vere espressioni di senso. Dove? Ma al W Verbier primo mountain Resort  di W Hotels Worldwide e primo hotel della catena alberghiera internazionale in Svizzera.

Five stars resort per una luxury experience nel cuore delle Alpi svizzere. Nella quiete musicale del paesaggio, nuance glamour per un soggiorno da vivere con tutti i sensi.

Contemporaneo, esclusivo, dinamico. Un hotel da vivere nell’unicità del suo stile, uno stile in perfetta sintonia con le meraviglie della natura che lo circonda e con le emozioni. Luce imperante, il calore del legno e design moderno per soluzioni inedite e sorprendetemene cariche di fantasia e piglio innovativo.

Una concezione estetica che sembra riflettersi anche al bistronomic restaurant W Kitchen, arredo trend e chic capace di creare atmosfere intense e suggestive.

Modern allure anche nel menu che seduce i palati internazionali più esigenti con portate stagionali create con materie prime freschissime per lo più provenienti dal cuore della Svizzera.

L’Executive chef svedese Torsten Sallstrom lascia che sia la materia prima a parlar, ad esprimere la sua essenza con gesti dettati dalla tecnica e dall’abilità. E quando entra in cucina l’arte ogni portata esplode in colore, sapore, in suggestione visiva ed emozione organolettica.

L’attento servizio accomuna con stile l’ospite nella scelta dei piatti e con molta discrezione rende ogni momento unico per l’ospite.

Estensione in rosso nel calice che accompagna l’intera cena il W Verbier AOC Valais 2011, cabernet e merlot. Profumi intensi precedono un palato largo, morbido armonico con note di frutta rossa matura, mentre una progressione gustativa calda e appagante ci conduce verso un avvolgente finale.

W Kitchen. Tradizione ed innovazione, stagionalità e creatività sono il fil rouge di due Starters, “Heirloom Tomatoes” e “Burrata & Grilled Peaches”. Il primo piatto è un tripudio di pomodori dal rosso cuore di bue, al rosso di Berna, dal giallo al verde. Il colore si fa gusto, la freschezza vivacità, le diverse gradazioni di acidità e dolcezza nuance sonoro che esultano nell’abbraccio del sorbetto al formaggio di capra. Un piatto che richiama il sorriso dell’anima, un divertissement tra natura e fantasia culinaria.

Note più complesse e decise nel secondo antipasto giocato sui contrasti, la dolcezza della pesca arrosto, la bruschetta al radicchio, la cremosità della burrata, la sapidità della Coppa di Simplon e la rucola. Ogni elemento e ben riconoscibile ed ha la sua ragion d’essere conferendo al piatto spessore e gusto.

From the Swiss Lakes: Perch Fillets, uno dei piatti signature “Perch Fillets – Pan fried perch fillets, sautéed spinach, parsley root purée, beetroot gnocchi and beurre noisette with lemon, capers and horseradish”. Mai il pesce persico è stato così tenero, è come se la sua tipicità di pesce di lago, la sua essenzialità divenisse nel gesto dello chef poesia che affiora dalle acque limpide della Svizzera per incontrare in una corrispondenza di amorosi sensi la dolcezza degli spinaci e degli gnocchi di barbabietola, la succulenta nota del burro noisette con limone, la sapidità dei capperi ed infine il sapore elegante e raffinato della radice di prezzemolo preparata in due modi. Morbida con il purè croccante nella chips, un dualismo tra trend e tradition.

Dal Grill del W Kitchen, invece un ottima “Orata con broccoli, salsa verde with fresh cut aromatic herbs, capers, olive oil and lime, french beans, sautéed with herbs and butter and mashed potatoes”. Sul podio l’Orata, al suo fianco sapore e golosità ed un retrogusto di nostalgia. Una portata naturalmente vibrante e moderno, dove lo chef evoca l’intensità dei sapori. La presentazione e articola e intelligente, un sunto di vissuto e memoria e di pulizia formale. Il nostro calice mantiene la sua freschezza e rilancia ad ogni sorso le sue caratteristiche sul borderline di una musicalità olfattiva che sfuma i profumi del pesce.

Al W Kitchen the essence of taste diventa spettacolo con i dessert, “Cherry Soup – Cherry soup, lemon cake, yogurt ice cream and “pochée cherries”. Una tavolozza d’artista dall’effetto sorprendente. Un dessert con il quale l’ospite deve interagire, rompendo con un colpo secco del cucchiaio, la torta al limone e cioccolato bianco per trovare sotto la superficie, una sconvolgente, sensuale e voluttuosa zuppa di ciliegie e yogurt, velluto sonoro che avvolge le ciliegie pochée. In controcanto Bitter Chocolate & Toffee – Bitter chocolate cake, toffee cream, caramelized ice cream with sesame seeds and cacao sablé”. Delicatezza e ragionamento per un dessert che raggiunge un nuovo livello di luxury taste, bontà sconvolgente della torta al cioccolato amaro accompagnata dalla toffee cream. Ogni dettaglio è curatissimo come il croccante di semi di sesamo sul gelato caramellato, un tocco che ha aggiunto acutezza e fascino. Accuratezza e abilità per un finale di grande classe, fedele al gusto del cioccolato e alla sua profondità modulata in un notturno chopiniano.

Sotto il cielo di Verbier, le stelle s’illuminano di gusto nel segno dell’Executive chef Torsten Sallstrom. La tecnica al servizio della materia prima, la creatività per esaltarla nella forza del suo carattere.

Concept evolutivo che nasce dal respiro della natura e del territorio per contemporanee performance culinarie da assaporare al W Kitchen Verbier

W VERBIER
Rue de Médran 70, Verbier, 1936, Switzerland 
Phone: +41 27 472 88 88 
http://www.wkitchen-verbier.ch/en/menu
www.wverbier.com

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (11/08/2017)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1