Dieci musei per Twister

image_pdfimage_print

 

 

 

Una sintesi di idee in movimento

 

 

Twister_10_museiMilano – I sensi dell’Arte nell’impronta contemporanea di dieci musei: i Civici Musei di Milano con il Museo del Novecento, Il FAI conla Villa ela Collezione Panza,la Fondazione Stelline di Milano,la Galleria del Premio Suzzara (MN),la GAM Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate (VA),la GAMec Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, il MAM Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Gazoldo degli Ippoliti (MN), il Museo Civico Floriano Bodini di Gemonio (VA), il Museo d’arte contemporanea di Lissone (MI) e il Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate. Nasce TWISTER, rete dei musei della Lombardia per l’arte contemporanea, insieme per crescere e migliorare il futuro dell’Arte con un progetto di respiro internazionale che interagisce con il territorio. Se l’elaborazione iniziale viene pianificata seguendo linee guida ormai consolidate come la selezione di artisti tramite un concorso internazionale su inviti,  le successive fasi –  esposizione ed acquisizione delle opere site specific / site related, progettate e prodotte appositamente –  rappresentano il cuore pulsante di un processo mirato alla conoscenza a lungo termine dell’Arte dei nostri tempi, valorizzazione che inciderà sulla quotidianità futuribile.

 

Una sintesi di idee in movimento prendono forma grazie alla fattiva collaborazione dei dieci musei, il loro coordinamento dinamico e la loro elasticità intellettuale sono di stimolo per i giovani artisti che sotto l’influsso positivo di tale fermento abitano il presente urbano con nuova linfa creativa. Diffondere, promuovere comunicare, sono concetti in forma d’Arte sostenuti dalla Regione Lombardia, particolarmente attenta alla promozione culturale, offre infatti, il suo concreto sostegno alla rete dei musei, dando loro la possibilità di acquisire, nelle proprie collezioni permanenti, le opere d’arte contemporanea appositamente realizzate. La spiccata sensibilità dell’Assessorato Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia è una testimonianza di come volere e valore, a volte, collimano nella bellezza del “costruire”.

 

Multi-spazi mentali incontrano la coscienza dell’Arte e sinestetici contatti emozionali si sviluppano con interventi artistici che tengono in considerazione non solo le sale espositive ma gli ambienti interni ed esterni al museo. Pensieri in cammino tra i territori urbani circostanti per interstizi di sensitività socio – culturale veicolante il senso dell’opera e più in generale dell’Arte stessa.

Sinergie d’identità è qualità professionale per un progetto internazionale di prestigio al quale gli artisti hanno risposto con entusiasmo.La Commissione, composta dai 10 direttori/responsabili delle istituzioni coinvolte e da advisor esperti di arte contemporanea attivi a livello internazionale comeAlexandre Gurita (direttore Biennale de Paris, Parigi); Micaela Martegani (direttore MORE ART, New York); Enrico Mascelloni (curatore e critico d’arte contemporanea; consulente dello Haggerty Museum di Milwakee, USA e del Musée des Beaux Arts, Rouen); Novembre Paynter (curatore Biennale Istanbul 2007 e curator alla Tate Modern di Londra), ha effettuato una prima selezione di 60 artisti che successivamente si sono ridotti a 20 ed il 6 e il 7 aprile scorso,  durante la selezione finale, sono stati  indicati  i dieci prescelti: Mario Airò, Massimo Bartolini, Carlo Bernardini, Loris Cecchini, Madame Duplok, Chiara Dynys, Lara Favaretto, Maik e Dirk Lobbert, Marzia Migliora, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini.

 

TWISTER, un progetto dentro il progetto e la storia continua. Il concorso prevede, infatti, anche la realizzazione di un intervento artistico in rete, vale a dire un’opera che evidenziando la coesione progettuale mostri l’individualità di ciascun intervento e la realtà contestuale che lo circonda. Un’opera che dia soluzione di continuità ad ampio raggio e che sia l’unità partorita dalla pluralità, il vincitore è stato Ofri Cnaani.

Undici progetti, undici grandi opere che saranno esposte ed inaugurate, in contemporanea, nelle sedi di ogni museo coinvolto, saranno poi protagoniste di un’unica grande mostra che verrà inaugurata il 24 settembre prossimo, per proseguire nelle diverse sedi durante il week end di venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 settembre 2009.

Un appuntamento da non perdere per toccare l’altra metà del reale nei site specific della passione convertita in Arte.

 

 

di Antonella Iozzo © Produzione riservata
30/04/2009

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1