Lisbeth Dal Pozzo D’Annone

image_pdfimage_print

Lisbeth Dal Pozzo D’Annone

I paesaggi suggestivi del nord, ammirazione per i nostri pittori

 
Lisbeth_Dal_Pozzo_DAnnone_1Avvicinarsi all’arte di Lisbeth Dal Pozzo D’Annone, è come accarezzare l’armonia, l’eleganza. La sensibilità è palpabile, visibile come i sentimenti che si leggono in ogni sua opera.
Come è nata l’Arte di Lisbeth Dal Pozzo D’Annone ?
Fin da bambina disegnavo dappertutto, anche facendo arrabbiare mia madre.    

Arte come testimonianza di vita o espressione di bellezza? 
L,Arte nasce dalla vita e dall’ anima. L, espressionismo non e sempre bellezza.

A suo attivo molte mostre persone e collettive in luoghi importanti, cosa le hanno lasciato?
Trofei  e Diplomi, gioia, tanti amici nuovi con lo stesso bisogno di parlare al pubblico esprimendo i loro sentimenti attraverso l,Arte.

Olio, acrilico, tempera, acquerel­lo, matita, tante tecniche quali preferisce?
Esperimento dal 2007 tutti le tecniche miste drippin, collage, achrilico, acquarello, matite. Prima facevo quasi solo olio su tela,e ritratti a matite, pittura su porcellana e pirografia. Direi sempre il figurativo.

Nella sua arte  l’origine e l’approfondimento della cultura svedese cosa le hanno trasmesso?
I paesaggi suggestivi del nord, ammirazione per i nostri pittori, che purtroppo poco si studia nel resto dell’Europa. Tre  anni fa  a Roma fu realizzata una stupenda mostra.

Quanto della sua esperienza di vita troviamo nei suoi dipinti?
Tutto . Dipingo da 45 anni.

Qual è il sogno che vorrebbe realizzare attraverso le sue opere?
Innanzitutto una eredita per le mie figlie, spirituale ed economico.

Cos’è per lei un quadro ?
Ogni mia opera è una  finestra dell’ anima mia. Nei  musei , sentire fino al cuore la vicinanza di altri artisti,  in altre epoche. 

Arte mercato quale è il suo pensiero ?
E ‘ giusto che il mercato mondiale si occupi anche dell’arte, e non solo di distruggere il mondo. Per il futuro del pianeta e per le generazioni a venire.  I polmoni hanno bisogno di aria pulita, ma anche del riposo che si crea nel cervello guardando l,Arte.   Il telegiornale e testimone in diretta di catastrofi e morte, forse era meglio quando ero bambina io. Chissà…

Attualmente a cosa sta lavorando. Quali sono i suoi prossimi progetti artisti?
Con la mia arte, voglio rivolgermi a persone che hanno bisogno di cromoterapia. Faccio moltissime mostre in tutto il mondo, personali e collettive. Non posso sempre essere presente fisicamente, ma la mia anima e li, spero per molti anni ancora.

di Michele Luongo © Produzione riservata
     (16.09.2010) 
      www.viacialdini.it

Articoli correlati:
Collettiva: La voce del corpo

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1