Emanuela Schanung, il sorriso dell’Hotel Cristallo

image_pdfimage_print

Il cliente oggi è più preparato, sa quello che vuole, riconosce e apprezza la qualità del servizio. Invito tutti a scoprire l’ambiente sul posto, non è facile descriverlo, come non è facile descrive le sensazioni, vanno vissute, respirate attimo dopo attimo, come il nostro Hotel, solo così potrà divenire una vostra emozione.
di Antonella Iozzo

Emanuela-SchanungLa Villa in Badia (BZ) – Emanuela Schanung, conquista i suoi ospiti con il sorriso dell’ospitalità e la competenza professionale del servizio. Determinata, solare, intraprendente è l’anima dell’Hotel Cristallo. La passione, l’eleganza, il confort e una nota gastronomica che fa la differenza, il Ristorante gourmet La Gana.
Emanuela Schanung da quando gestisce l’Hotel Cristallo?
Mio marito Francesco, ha acquistato l’albergo nel 1989, trasformandolo radicalmente tramite un restauro mirato che ha portato la struttura da un due a un quattro stelle.
Il suo ruolo?
Mi occupo personalmente del Ristorante Gourmet La Gana, seguo la Beauty Farm e sono il punto di rifermento per qualsiasi richiesta o problema dovesse presentarsi.
La clientela del vostro Hotel?
Abbastanza internazionale. Al target italiano si aggiunge una notevole percentuale di clienti del Nord Europa e quest’anno, abbiamo registrato una buona affluenza dagli Stati Uniti, in particolare dalla California.
In base alla sua esperienza è cambiata nel tempo l’esigenza della clientela?
E’ cambiata in meglio. Il cliente, oggi, è più preparato, sa quello che vuole, riconosce e apprezza la qualità del servizio.
La crisi economica che stiamo attraversando, secondo Lei, è percepita anche in Alta Badia ed in particolare dal vostro Hotel?
La crisi un po’ si percepisce, per fortuna non tantissimo. Tenderei a fare un distinguo fra le stagioni: in inverno, avendo la fortuna di vivere in questo bellissimo comprensorio che offre molto dal punto di vista paesaggistico e agli amanti degli sport invernali la clientela non manca, semmai accorcia il periodo di permanenza. In estate si fa più fatica nonostante ci sia più promozione.
Quali sono i vostri canali promozionali?
Innanzitutto internet, il passaparola, la fidelizzazione dei clienti. Ultimamente poi, molto riviste del settore enogastronomico dimostrano interesse per il Ristorante gourmet La Gana è questa è una promozione mirata che ha un bel ritorno.
All’Hotel Cristallo un Ristorante Gourmet, perché?
Per passione e per offrire un qualcosa in più in Alta Badia, infatti, è l’unico ristorante di selvaggina del luogo. Successivamente è stata allargata la gamma dei piatti offerti, con particolarità che sposano le nostre tradizioni e quelle dello Chef Fabio Groppi, di origine piemontese. È la quintessenza per i nostri clienti, molto, molto apprezzata, e per tutti quelli che vogliono saggiare una golosa esperienza.
Il suo è un lavoro che assorbe molte energie?
Si, tantissimo. E’ un lavoro a 360 gradi e bisogna essere sempre pronti ad ogni richiesta, a disposizione 24 ore su 24, se si vuole offrire la vera ospitalità, la vera qualità.
La sua vita privata ne risente?
Ne risente assolutamente, ma gestisco questa struttura insieme a mio marito e riusciamo a ritagliarci degli spazi per noi e per la nostra bambina, alla quale dedichiamo più tempo possibile. Tante volte è difficile ma non impossibile, è una questione di organizzazione.
Un invito per i lettori di Bluarte?
Invito tutti a visitare innanzitutto il sito http://www.hotelcristallo-altabadia.it , che ci proietta nella dimensione di una vacanza da vivere coccolati e in serenità e poi di venire a scoprire l’ambiente sul posto, non è facile descriverlo, come non è facile descrive le sensazioni, vanno vissute, respirate attimo dopo attimo, come il nostro Hotel, solo così potrà divenire una vostra emozione.

HOTEL CRISTALLO ****
Via Verda N. 3, La Villa In Badia – (BZ)
TEL. 0471/847762 – FAX 0471/847594
http://www.hotelcristallo-altabadia.it

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (16/08/2014)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1