Romantica Bolzano

image_pdfimage_print

Una meta diversa dal solito per il weekend in coppia? Nell’area turistica Bolzano Vigneti e Dolomiti si può andare alla scoperta di affascinanti castelli, in un’atmosfera che combina relax, paesaggi da fiaba e benessere. E a San Valentino si visitano i Luoghi dell’Amore con un itinerario ad hoc nella città di Bolzano

Bolzano

 

Bolzano – L’area vacanze di Bolzano e dintorni è una destinazione perfetta anche per un weekend romantico in coppia. Un itinerario pieno di suggestioni tocca ad esempio i castelli che punteggiano la campagna intorno al capoluogo altoatesino. Mentre Bolzano, con i suoi portici e i bellissimi palazzi d’epoca, è lo scenario perfetto per le visite guidate a “I Luoghi dell’Amore”, organizzate proprio in occasione di San Valentino.
A San Valentino, un itinerario sui Luoghi dell’Amore di Bolzano
Torna anche quest’anno per la quarta volta la proposta di due diversi itinerari romantici – con pacchetti vacanza dedicati – per scoprire la città di Bolzano, organizzati proprio nei giorni di San Valentino (14, 15 e 16 febbraio): il programma prevede le visite guidate a “I Luoghi dell’Amore”, ma anche alcuni appuntamenti con diversi ospiti speciali (tra le guide ci sono infatti anche personaggi noti di Bolzano come storici, scrittori, fotografi, intellettuali).
Il primo itinerario parte dal cuore della città, piazza Walther, dove si trova la statua di Walther von der Vogelweide, il più grande poeta dell’amore della lirica medioevale tedesca: è un percorso tra botteghe, palazzi storici e vecchie strade. E poi Palais Campofranco, il Duomo e il Palazzo Mercantile – dove alla matinée di domenica viene organizzato un concerto jazz – l’Antico Municipio e i sottopassaggi dei Portici; via della Roggia e via Conciapelli, luoghi di amori proibiti; Castel Mareccio che custodisce la storia d’amore di Clara (una leggenda dice che ancora oggi il suo fantasma vaghi tra le sale del castello); il Museo Civico, la passeggiata del Lungo Talvera fino ad arrivare a Castel Roncolo, “il maniero illustrato”.
Il secondo percorso invece è un cammino nella natura tra le pendici del Colle, a sud della città verso il Virgolo, balza rocciosa da cui si gode un bel panorama. Nel percorso si toccano la Chiesa del Calvario, la Chiesa romanica di S. Vigilio e Castel Flavon.
Questi “luoghi dell’amore” possono essere visitati gratuitamente con guide esperte, a pagamento solo l’ingresso al Museo Mercantile e a Castel Roncolo.
Tra laghi e dimore antiche, per un mix di romanticismo e relax
Lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige e nei dintorni di Bolzano, per una vacanza “a due”. Molti associano questa zona alle ricchezze enogastronomiche, alle vacanze in famiglia o all’insegna dello sport: invece qui gli angoli romantici sono tanti, e combinano la bellezza dei luoghi con la tranquillità. Per chi ama la natura, ci sono moltissimi sentieri che portano alla scoperta di posticini incantevoli come il Lago di Favogna (a Magré) o il più famoso Lago di Caldaro, entrambi sulla Strada del Vino dell’Alto Adige. Affascinanti anche i castelli e le rovine presenti in questa zona: a partire da Castelfeder, collina incastonata tra i comuni di Egna, Ora e Montagna, disseminata di rovine di un’antica fortezza altomedioevale. Soprannominata dagli artisti del Romanticismo “l’Arcadia del Tirolo” (per via del clima dolce e della vegetazione presente), quest’area è anche sottoposta a tutela naturale e regala passeggiate davvero piacevoli. Spostandosi invece a Bolzano, da non perdere le suggestive rovine di Castel Rafenstein, sulla strada che porta verso la Val Sarentino. E lì accanto si trova anche uno dei manieri meglio conservati della zona, ovvero Castel Roncolo: costruito nel 1237, oggi lo si visita per l’incredibile ciclo di affreschi a soggetto profano più grande e meglio conservato del Medioevo, con scene di vita cortese, battute di caccia, tornei, momenti di vita quotidiana, ma anche episodi d’ispirazione letteraria, come le rappresentazioni delle avventure di Tristano e Isotta e quelle di Re Artù e i cavalieri della Tavola Rotonda: un’opera di proporzioni tali da essere valsa a Castel Roncolo l’appellativo di “maniero illustrato”. Ancora per gli appassionati di arte, da vedere il Giardino delle sculture a Pochi di Salorno, dove si trovano esposte circa duecento sculture dell’artista (originaria di Appiano) Sieglinde Tatz-Borgogno.
Sul sito www.bolzanodintorni.info è possibile prenotare il pacchetto “Bolzano Vigneti e Dolomiti per innamorati” che combina l’esplorazione guidata del territorio – insieme alla guida Oswald Stimpfl – a un massaggio con olio di Pino Mugo Sarentino presso il centro Benessere Alpino Eschgfeller, proprio in Val Sarentino.

Informazioni:
Consorzio Turistico Bolzano Vigneti e Dolomiti
tel. 0471 633 488 – www.bolzanodintorni.info
Altre informazioni:
Castelfeder: www.castelfeder.info
Giardino delle sculture: www.tatzborgogno.it

Muoversi green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l’auto
In treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche
Con i treni DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9 € (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno.
Mobilcard Alto Adige
Con Mobilcard, si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire l’Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 €. Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6 anni viaggiano gratis.
Winepass
Abbina Mobilcard & l’offerta lungo la Strada del Vino.
Il Wi­ne­pass apre le por­te del­l’af­fa­sci­nan­te mon­do del­la Stra­da del Vi­no del­l’Al­to Adi­ge. Winepass valido per 3 giorni a 35 €, oppure 7 giorni a 40 €. www.suedtiroler-weinstrasse.it

    Redazione
(25/01/2014)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1