BluArtewww.bluarte.it

Waldhaus Sils Hotel, charme, fascinazione storica e spirito familiare


Waldhaus Sils Hotel, un mondo unico e diverso, dove ritrovarsi e scoprire il valore dell’etica e la nobiltà d’animo tra il respiro della natura e il calore della famiglia Dietrich.

di Antonella Iozzo

Sils (CH) – Waldhaus Sils Hotel, il valore della tradizione, il calore familiare, la fascinazione storica. Se il tempo ne ha scolpito il carattere, il vissuto è la sua anima. Ogni tradizione ha un proprio inizio e quella del Waldhaus Sils Hotel nasce nel 1908, a Sils, nella Valle Engadina, in Svizzera, grazie a Josef Giger e Amalie Giger-Nigg, e continua con la quinta generazione, i fratelli Claudio e Patrick Dietrich che ne hanno assunto la direzione.

Un lungo percorso nel segno di un lusso a cinque stelle autentico e garbato, gentile e profondamente vocato all’arte dell’ospitalità, alla generosità, all’arte del vivere che quest’anno festeggia i suoi primi 111 anni con eventi culturali che coprono l’intero anno dalla musica al teatro passando per la letteratura coinvolgendo artisti come Christof Marthaler & Friends e Manfred Ferrari.

Da quando si varca la soglia del Waldhaus si viene avvolti dal sorriso e dal human touch non solo del personale ma anche dai proprietari. Sempre uno di loro, come un perfetto padrone di casa accoglie i suoi ospiti animato dal desiderio di condividere con ciascun ospite le proprie passioni e il proprio savoir-faire.
È un luogo di una bellezza armoniosa, carica di allure e di uno spirito famigliare che lo rende intimo e fortemente evocativo.

Waldhaus Sils Hotel a family affair since dal 1908, come recita il loro slogan, perché dai fondatori ai tempi moderni, un solo fil rouge, autenticità, accoglienza, passione al servizio della competenza. Valori che rappresentano l’identità del Waldhaus Sils, che contraddistingue la vita quotidiana dell’hotel donandogli una personalità e un cuore.

L’armonia della classicità, il talento innato per la classe, questione di generazioni vocate alla bellezza, non è un caso se l’ICOMOS Svizzera, il Consiglio internazionale dei monumenti e dei siti, ha nominato nel 2005 il Waldhaus “Hotel storico dell’anno”, e se nel 2015 ha ricevuto il premio speciale “20 years of Historic Hotels of the Year”.

Dall’alto della collina di Sils Maria, e poco distante dal glamour di St. Moritz, il Waldhaus con maestosa eleganza vestita da atmosfera fiabesca s’impone alla vista. È come se un sogno principesco all’improvviso prendesse forma nelle linee architettoniche di Karl Koller, uno dei principali architetti alberghieri dell’epoca chiamato proprio dal Josef Giger, proprietario e fondatore del Waldhaus nel 1905.  Una sobria presenza architettonica, lineare e sintetica, che emerge tra gli alberi come testimone silenzioso del tempo sembra attenderci per una favola a cinque stelle che risplende di luce propria tra charme, fascinazione storica e raffinata eleganza.

Nel corso del tempo le generazioni successive rimanendo sempre fedeli all’imprinting inziale hanno apportato significativi restauri che ne hanno cesellato la sua sublime immagine. Ecco allora che l’ariosa tettoia a forma di ventaglio, all’ingresso principale, c’introduce in un songo senza tempo, la reception è un prezioso angolo simbolo di heritage e tradizione, con lo sguardo rivolto al passato capace però di conferire un solido valore al futuro.

Da qui, prende vita una scenografica scala Belle Époque che conduce ai piani superiori, alle 140 camere dislocate su cinque piani. Preludio alla bellezza classica di ciascuna camera gli ampi e corridori, non semplici percorsi obbligati ma veri e propri scenografici spazi, dove raccogliere i propri pensieri con comode sedute davanti alla finestre con vista sorprendente su lago di Silvaplana, Maloja e il lago di Sils a ovest, ideali per sorseggiare un drink o una caldo the. Vista che ritroviamo nelle camere tutte meravigliosamente arredate.

Tre stili camere classic, camere modern and camere nostalgic con arredi originali del 1908, restaurate con sapiente maestria artigianale. Ogni camera è un microcosmo di tessuti e arredi preziosi. Fedele all’intento di preservare la bellezza antica, il designer ha lasciato che ogni arredo, ogni oggetto, rilasciasse la propria poesia, la propria allure. Solo così ogni camera oltre al fascino del tempo comunica poesia e spiritualità.

Estetica e funzionalità viaggiano all’unisono e rivelano bagni d’epoca e mobili capace di toccare mente e cuore. Stile classico senza tempo ed un soft touch romantico che riverbera nel trionfo oro di alcune camere nostalgic, quasi a voler donare ancora più lucentezza al bianco delle pareti. Comfort, prospettiva simmetrica, colori tenui, luce soffusa e luminosità naturale che diventa parte viva della scena. Ogni cosa suggerisce un arcobaleno di sensazioni e di serenità emotiva nella rarefazione dell’ambiente. La luce è sempre l’elemento chiave, grazie alle finestre che, a volte, sembrano sostituire le pareti, in un continuum armonioso che ruota intorno a noi nella spazialità circolare di alcune camere. E se la memoria, il vissuto disegna l’anima delle camere scandendo estetica e sentimento, il sapiente design si apre a suggestioni neoclassiche, cadenzano i ritmi di un’ospitalità che si distende nel calore di ogni gesto.

Waldhaus Sils. Ogni luogo ha un proprio spirito
Ogni luogo ha un proprio spirito e le camere del Waldhaus Sils parlano alla sensibilità di chi li vive, anche solo per una notte, rilasciando un tessuto emozionale tenero ed intenso. Il recupero del preesistente ha saputo assecondarne l’imprinting, risvegliando feeling inattesi che fluttuano magicamente nell’aria, quasi un sogno poetico denso, ma mai invasivo. Un intreccio di memoria ed evocazione che si sposa, in un alcune camere più moderne, in astrazione e felicità progettuale, soprattutto nella scelta dei materiali e dei colori, trait d’unione tra spazialità e coinvolgimento empatico.

Al piano terra si è completamente rapiti dal salone centrale. Forme morbide, armonia e una carezzevole cifra stilistica dai colori caldi e morbidi. Un salotto dalle proporzioni magnifiche e con un cuore che invita ad entrare e a condividere nella dimensione più intima ed aggraziata del fascino. Un ‘incantevole salone che ci conduce nella sequenza perfettamente orchestrata di camere come la Empire Room quasi un ouverture alla Wedding Room con il suo lampadario Camenzind del 1959. Saloni dove cenare o iniziare la giornata con una deliziosa colazione, come un’ode di versatilità che sfiora la seducente bellezza del paesaggio circostante, grazie alle ampie vetrate, tra il verde della rigogliosa natura e l’acqua cristallina del lago.

Dalla parte opposta, invece, si trova il Bar, design classico moderno e dettagli capaci di orchestrare un contesto armonioso. Dal Bar ci spostiamo nella Sala lettura, uno scrigno di poesia e bellezza antica, dove gli arredi originali del 1908, come la preziosa libreria, seducono la vista e il tatto amplificando l’impatto sensoriale. È un luogo dentro la sublime espressività di una location unica e iconica, che pulsa di sentimento e di quiete musicale è un ritrovarsi nell’armonia di un riverbero sussurrato della fibre del tempo. Luminosità diffusa, avvolgenti classiche poltrone, giochi da tavolo per stimolare la mente e la magia alchemica della lettura e della riflessione che avvicina l’anima alla ragione. Tutto al Waldhaus Sils Hotel.

È facile sognare, sentirsi sospesi nelle anse del tempo al Waldhaus Sil, basta passeggiare negli ampi corridori e posare lo sguardo su pezzi meravigliosi come mirabili opere d’arte, l’orologio principale “Magneta”, in funzione dal 1908, che guida una dozzina di orologi da parete in tutto l’hotel.  In alcuni corridori è ancora possibile ammirare l’antica soluzione adattata per chiamare il servizio in camera, non essendoci, all’epoca, ancora la disponibilità dell’acqua corrente, ingegnose “bacheche” in legno, dove veniva inserito il numero della camera. Poi, il telefono d’epoca, a muro, ancora funzionate. E una cabina con sfondo in rosso, dove ritirarsi per poter telefonare con il proprio cellulare in tutta tranquillità, senza disturbare gli ospiti. Tutto in perfetto equilibrio nutrito dall’innato buon gusto dei proprietari.

Waldhaus Sils Bellezza, armonia, cultura
Bellezza, armonia, cultura. Da sempre il Waldhaus Sils è un luogo dove pensieri ed esperienze divengono profonda riflessione nella compiutezza della cultura, e il sentimento diventa atmosfera della vita e la musica veicola l’immenso intorno a noi. È qui, al Waldhaus Sils che artisti e intellettuali sono artefici di momenti culturali, d’istanti eterni nel battito di un fermento senza fine, tanto che Waldhaus è parte integrante della ricca vita culturale dell’Engadina.

Sono molti gli autori, i filosofi come Friedrich Nietzsche, gli artisti, che spesso soggiornavano e continuano a soggiornare al Waldhaus. Nulla è cambiato nel tempo, la musica risuona nei suoi saloni nel presente come nel passato, è una melodia che trionfa nella sua voluttà inafferrabile in concerti che debordano l’infinito, la coscienza, il dolce naufragare nel suo essere. Pagine musicali interpretate per il sottile piacere sensoriale deli ospiti da molti artisti come il trio da camere residente. Musicisti e personalità che continuano a leggere, suonare, comporre, scrivere, circondati dal Waldhaus di Sils Maria, il villaggio che Hermann Hesse chiamava “paradiso in terra”.

Ogni epoca lascia in eredità le sue meraviglie e al Waldhaus Sils il 1908 ha lasciato un autentico gioiello dal forte valore simbolico, religioso e architettonico. Un’intima cappella restaurata nel rispetto filologico nel 1986. L’avvolgenza della curva caratterizza la sua architettura, che si sviluppa nella sinuosità di un morbido abbraccio. Evocazione e visione dialogano nel rispetto della forma e l’invisibile veicola la fluidità del suo essere. Un luogo dove ritrovarsi dedicato agli ospiti,  a ricorrenze private e allo staff.

Lo staff, il cuore pulsante del Waldhaus Sils, che con garbo e professionalità si muove con discrezione, sempre vicino all’ospite, sempre pronto a soddisfare le sue esigenze.
Dietro le quinte del Waldhaus Sils si apre un mondo, sono le cucine e le location dedicate al personale, tutto fluisce in perfetta armonia come una partitura abilmente orchestrata. Ordine e pulizia viaggiano come in un sistema binario, dove il coordinamento è il motore delle idee che prendono forma e possono anche assumere sfumature da chef con il Chef’s Table. Un’esperienza entusiasmante e coinvolgente che ci porta dentro la cucina, anzi la cucina diventa il palcoscenico, lo chef e il suo staff i protagonisti, noi gli spettatori privilegiati di uno spettacolo culinario unico, una premiere tutta da gustare con vecchie ricette che la maestria dello chef rende creazioni raffinate. Una cena esclusiva preceduta da una visita nella fornitissima cantina per selezionare i vini appropriati.

E le forme del relax si concretizzano con la Waldhaus Spa, disegnata dallo studio Architects Miller & Maranta, perfettamente integrata con l’espressività del bosco circonstante che entra prepotentemente in scena grazie alle ampie vetrate, La Spa offre una spaziosa sauna finlandese (90 °) e due bagni di vapore, decorate con tessere di mosaico di cristallo.

Una piscina coperta che risale al 1970, progettata dal modernista classico svizzero, Otto Glaus, la piscina ha accesso diretto alla terrazza, dove si trova una vasca idromassaggio in legno di pino cembro e larice, vari spazi relax, e una piscina per bambini. I piccoli ospiti inoltre dispongono di un area completamente dedicata con baby sitter. Per i più sportivi la palestra con luce naturale e attrezzature Technogym, la possibilità di un personal trainer, corsi di yoga, oltre, naturalmente, a molti trattamenti, massaggi e rituali personalizzati.

Quante sfumature può avere il valore di un’ospitalità nello spirito familiare? Infinite, ma tutte riconducibile alla sua autenticità e al Waldhaus Sils Hotel orchestrano una sinfonia di pace e armonia, che si trasforma in eterna bellezza, tra stupore ed emozione. È come percepire la musica dell’universo nelle sue cadenze più vere e profonde capaci di tramutare un soggiorno in energia, in pulsione vitale. Serenità nell’iperbole di un gesto, di un sorriso, di una filosofia che dal 1908 rende il Waldhaus Sils un mondo unico e diverso, dove ritrovarsi e scoprire il valore dell’etica e la nobiltà d’animo tra il respiro della natura e il calore della famiglia Dietrich.

Waldhaus Sils Hotel
Via da Fex 3
CH-7514 Sils im Engadin
Tel.+41 81 838 51 00
https://waldhaus-sils.ch/ 

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (31/07/2019)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1 - Sito internet: www.bluarte.it