Cantine Aperte. Villa Sandi dal cuore del prosecco al cuore di Martha

image_pdfimage_print

Cantine Aperte. Villa Sandi dal cuore del prosecco al cuore di Martha. 47 bottiglie per le 47 bambine dell’orfanotrofio Abune Andreas in Etiopia. Durante Cantine Aperte, si può visitare Villa Sandi e le sue gallerie storiche, degustarne i vini e fare beneficenza aiutando la Onlus “Strawberry Field”.

Redazione

In occasione della 25° edizione di Cantine Aperte, domenica 28 maggio Villa Sandi apre le sue gallerie storiche e organizza degustazioni per tutti gli amanti del prosecco e delle bollicine, offrendo anche l’opportunità di sostenere un importante iniziativa di beneficenza.

Cantine Aperte è oggi l’evento enoturistico più importante in Italia. Dal 1993, l’ultima domenica di maggio, le cantine socie del “Movimento Turismo del Vino” aprono le porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino.

Cantine Aperte è diventata nel tempo una filosofia, uno stile di viaggio e di scoperta dei territori del vino italiano, che vede, di anno in anno, sempre più turisti, curiosi ed enoappassionati avvicinarsi alle cantine, desiderosi di fare un’esperienza diversa dal comune.

Villa Sandi aderisce da molti anni alla manifestazione e, per l’edizione 2017, ha deciso di devolvere il ricavato del fine settimana alla onlus “Strawberry Fields” e, in particolar modo, al progetto “Un Futuro per Martha”.

Chi è Martha? Martha è il nome di una delle 47 bambine orfane dell’istituto Abune Andreas a Dire Daua, in Etiopia. Comprando una delle 47 bottiglie serie limitata Villa Sandi “Filio” messe in vendita per l’iniziativa – ogni bottiglia porta il nome della bambina a cui andrà il ricavato della bottiglia -, gli enoamanti più sensibili potranno sostenere concretamente l’educazione di una bambina pagando la retta annuale della scuola certificata che frequenta. In un contesto nazionale che vede il sistema educativo essere esclusivamente a gestione privata, finanziare l’istruzione dei più bisognosi, significa aiutarli nella costruzione di un futuro migliore.

Il progetto “un futuro per Martha” è stato ideato dalla ONLUS Strawberry Fields che nasce dalla mente e dal cuore di Maria Vittoria Marchiorello, Francesca Piccini e Diva Moretti Polegato. Tutte e tre le ragazze, che fanno volontariato in Etiopia da diversi anni, hanno deciso di unire le proprie forze per portare un maggiore e più concreto aiuto a Br. Kassu Fantaye, un fratello religioso etiope che, con sacrificio e dedizione, ha costruito negli anni la scuola di St. Jhon Baptist de La Salle nella periferia di Addis Abeba.

Oltre a “Un futuro per Martha”, Villa Sandi devolverà il ricavato di Cantine Aperte a Strawberry Fields per sostenere il progetto di costruzione di una nuova scuola primaria ad Addis Abeba con l’obiettivo di dare diritto all’istruzione a un sempre maggior numero di bambini, da appena nati fino alla maturità, salvandoli in molti casi dalla strada.

Oltre ai progetti della ONLUS Strawberry Fields, Villa Sandi sosterrà il progetto di Movimento Turismo del Vino Italia con un contributo aziendale per l’acquisto di un’ambulanza per le zone terremotate della Regione Marche.

Villa Sandi
Via Erizzo 112- 31035 Crocetta del Montello – TV – Italia
Tel. +39 0423 665033 Fax +39 0423 665009
http://www.villasandi.it

 

 Redazione
(28/05/2017)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1