Con gli occhi dell’Arte

image_pdfimage_print

Il mio racconto letterario, fotografico e pittorico prende in considerazione i concorrenti olimpici, ma verte soprattutto sulle emozioni, il dietro le quinte, gli incontri, la storia e la cultura nelle valli olimpiche.
Redazione
 

Sono un artista che vive il suo tempo sempre attento agli avvenimenti che lo circondano, alla ricerca della qualità artistica, ma anche attento alla comunicazione, indispensabile per competere nelle realtà di oggi.
Ho ricevuto ufficialmente dall’Amministrazione Comunale del Sestriere, in accordo con Toroc 2006, l’incarico di “raccontare” i Gioghi Olimpici 2006 in pittura- Per questo sono stato ospite sul luogo per tutto il mese di febbraio, munito di un lasciapassare che mi permetteva di seguire gli eventi nelle più svariate sfaccettature ( villaggio olimpico, allenamenti, gare, parterre, presentazioni,cene,feste…).
Migliaia di giornalisti, televisioni, fotografi hanno scritto fiumi di parole, verranno stampati numerosi libri di fotografia, ma sarò l’unico a raccontare l’avventura olimpica a tutto tondo usando i mezzi pittorici.
I miei “racconti” sono stati divulgati dal sito internet del Comune di Sestriere, da numerosi organi di stampa; ho realizzato un DVD con la storia e un condensato di immagini, emozioni e dipinti nati dalla mia esperienza. Il tutto viene ora raccolto in questo volume distribuito nel mondo (85 erano i paesi intervenuti).
Le opere pittoriche nate dalla mia partecipazione olimpica verranno presentate nelle gallery Testoni ( il più prestigioso ed esclusivo produttore calzaturiero italiano) situate nelle maggiori capitali del mondo ( Milano, New York, Hong Kong, Tokio, Seul,Shanghai, Parigi), con appuntamento certo per le Olimpiade estive Pechino 2008. Altre presentazioni sono previste a Sestriere, Sauze d’Olkx, Torino, Cortina d’Ampezzo, Mente-Carlo.
Il mio racconto letterario, fotografico e pittorico prende in considerazione i concorrenti olimpici, ma verte soprattutto sulle emozioni, il dietro le quinte, gli incontri, la storia e la cultura nelle valli olimpiche,attento più allo stravedere che al vedere.
Le Olimpiadi sono un’opportunità unica di comunicazione: a Cortina, dopo cinquant’anni i media vivono ancora nel ricordo del lontano 1956; gli articoli si sprecano, i libri sull’argomento vengono regolarmente esauriti e ristampati. In occasione delle mie esperienze pittoriche nel mondo ho spesso coinvolto importanti aziende del vino Franciacorta: Berlucchi, bellavista, La Montina, Lo Sparviere Gussalli-Beretta e altre dedicando bottiglie ai personaggi più rappresentativi della zona nella quale esponevo, delle scarpe Testoni ( 1993) Museo al Louvre di Parigi con un’esposizione pittorica di ritorno dal 1° rally 2Parigi-Mosca-Pechino”), del marchio Beretta, armi e abbigliamento ( 1997 Presentazione a New York, nella Galleria Beretta, dell’anteprima “La Cenerentola”, personale con dipinti ispirati alla cenerentola di Rossini. Ogni volta è stato un successo di comunicazione ( da New York a Roma, da Cortina a Lisbona, da Hong Kong a Londra…).
Per la direzione mondo (Atlanta) della comunicazione Coca-Cola ( top sponsor per i Giochi Olimpici Invernali Torino 2006), quale unico artista, ho collaborato, durante l’intero periodo, in veste di testimonial attivo, realizzando 30 dipinti ( pezzi unici) che ogni sera hanno premiato personaggi che, secondo Coca-Cola, hanno vissuto gli ultimi due anni di preparativi con spirito olimpico.
di Renato Missaglia

… tratto da “Con gli occhi dell’Arte” XX Olimpiadi Invernali Torino 2006, di Renato Missaglia
Ed. Renografica Edizioni d’Arte , Bologna, 2006, Pag. 240 Euro 45,00 ISBN 88-95002-03-2

 

   Redazione
(08/07/2013)

Articolo correlato: Intervista a Renato Missaglia      

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1