MATER punta su Hayez

image_pdfimage_print

Un capolavoro di Hayez alla mostra MATER, rappresenta uno dei vertici raggiunti dal maestro veneziano nel genere della ritrattistica per finezza del segno e qualità introspettive.
Redazione

Francesco_Hayez--Teresa-Zumali-MarsiliParma –  Esiste un eterno battito del mondo, che si manifesta dove si incontrano forma e colore? Può l’arte riproporre attraverso i secoli la forza della maternità come simbolo che ci lega al trascendente e perpetua le antiche regole della vita? Attraverso le immagini dai grandi artisti di ieri e di oggi MATER conduce attraverso quel valore ancestrale e antico che da sempre accompagna il destino dell’Umanità, ricreando l’emozione del mistero più immenso e profondo della nostra esistenza.

Dalle tracce archeologiche delle Grandi Madri nella cultura mediterranea, attraverso i capolavori di Signorelli, Lippi, Lotto, Pinturicchio, Veronese e Tiepolo, fino alle opere moderne di Hayez, Severini, Giacometti, Fontana la mostra svelerà la più profonda essenza della Maternità.

La mostra “MATER. Percorsi simbolici sulla maternità”, in programma fino al 28 giugno al Palazzo del Governatore di Parma, aggiunge alla sua raccolta un ospite molto influente: il “Ritratto della contessa Teresa Zumali Marsili con il figlio Giuseppe” (1833), opera di Francesco Hayez.

Il dipinto, proveniente dal Museo Civico di Lodi, rappresenta uno dei vertici raggiunti dal maestro veneziano nel genere della ritrattistica per finezza del segno e qualità introspettive e risale ad uno dei periodi più fecondi della produzione hayeziana, quando la sua influenza sulla corrente del romanticismo non temeva rivali.

La contessa Zumali Marsili si inserisce nel percorso espositivo che esplora i misteri della maternità nella cultura mediterranea, prendendo posto tra le 170 opere archeologiche e artistiche chiamate a raccontare i temi della procreazione e dell’educazione e collocandosi nella sezione “Dalla maternità sacra alla maternità borghese”, dedicata in particolare alla trasformazione della famiglia in ambito borghese ottocentesco e alla ridefinizione emotiva della relazione tra la madre e i figli.

Immagine: Ritratto della contessa Teresa Zumali Marsili con il figlio Giuseppe, Francesco Hayez, 1833

Mater. Percorsi simbolici sulla maternità

Dal 08 Marzo 2015 al 28 Giugno 2015

Parma  Palazzo del Governatore

 Redazione
(11/04/2015)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1