La 64° edizione della Malatestiana

image_pdfimage_print

 

Sagra musicale Malatestiana di Rimini.  La 64° edizione al via il 13 agosto tra le novità due nuove produzioni di teatro in musica e un tributo a Federico Fellini.
Il cammino di ricerca avviato nelle ultime sei edizioni della Sagra Musicale Malatestiana continua e raddoppia con un secondo inedito progetto.

 
OSN  BerlandaRimini – Presenta la 64.ma edizione della Sagra Musicale Malatestiana. Una delle più antiche e prestigiose rassegne musicali italiane è pronta ad aprire ancora una volta le sue porte alla musica ospitando grandi orchestre sinfoniche, direttori e solisti di spicco internazionale e progetti originali dove le sette note si intrecciano con altre arti e, in omaggio ai vent’anni dalla scomparsa, un inedito tributo al grande regista riminese Federico Fellini.
Il nuovo Auditorium “Sala della Piazza” accoglierà dal 27 agosto i “Concerti Sinfonici”, con due tra le più importanti formazioni orchestrali italiane, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e prestigiose compagini europee come la Rotterdam Philharmonic Orchestra, la Čajkovskij Symphony Orchestra e la Philharmonia Orchestra. A salire sul podio saranno bacchette del calibro di Zubin Metha, Esa Pekka Salonen, Vladimir Fedoseyev, Juraj Valcuha e Yannik Nezet-Seguin, insieme a celebri solsiti come il soprano Anna Caterina Antonacci e il violinista Julian Rachlin. 

Ad inaugurare l’edizione numero 64 della Sagra Musicale Malatestiana è una nuova produzione dedicata alla musica barocca, “Il Palazzo Di Atlante”, che debutta in prima assoluta il 13 e 14 agosto nel suggestivo spazio del Ridotto del Teatro Galli affidata al giovane e apprezzato collettivo teatrale Anagoor che ne firma il progetto scenico. Si tratta di un’azione musicale seicentesca ispirata all’emblematico episodio del Palazzo d’Atlante dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto che rivivrà in prima riproposizione moderna a Rimini in una sequenza di scene tratte dal Palazzo incantato di Luigi Rossi, azione in musica in un prologo e tre atti del 1642. La parte musicale è affidata al gruppo strumentale barocco Sezione Aurea, guidato dal violinista Luca Giardini, che ne ha curato la revisione. 
Il cammino di ricerca avviato nelle ultime sei edizioni della Sagra Musicale Malatestiana continua e raddoppia con un secondo inedito progetto, “Suite Michelangelo”, una rilettura a cura del gruppo Città di Ebla della Suite sulle rime di Michelangelo composta nel 1973 di Dmitri Šostakovič che andrà in scena il 13 e 14 settembre nella cornice della Sala Pamphili del Complesso degli Agostiniani con l’interpretazione musicale della pianista Shizuka Salvemini e del baritono Riccardo Fioratti.
Non poteva mancare, nel ventesimo anniversario della scomparsa, un omaggio al grande regista riminese Federico Fellini che la 64. Sagra Musicale Malatestina vuole ricordare con due speciali appuntamenti. Il primo, al Teatro degli Atti il 31 agosto dal titolo “Omaggio a Fellini-Rota”, è anche un ricordo di Nino Rota con un viaggio nelle alchimie musicali felliniane raccontate da Francesca Fabbri Fellini, nipote del regista, Mauro Maur alla tromba e Françoise de Clossey al pianoforte.
Il 21 settembre, sempre al Teatro dgli Atti, va in scena “Tributo a Fellini”, un recital che vedrà due giovani pianisti di straordinario e riconosciuto talento, Andrea Bacchetti e Orazio Sciortino interpretare un programma appositamente ideato per quest’occasione con una personale rilettura delle musiche che hanno accompagnato i maggiori capolavori felliniani. 
La ricca e variegata offerta artistica della 64a Sagra Musicale Malatestiana continua con i Progetti Collaterali che vedranno, tra gli altri, la partecipazione degli archi dell’Orchestra Nazionale dei Conservatori il 29 agosto alle ore 21 al Teatro degli Atti; con gli appuntamenti di Armoniosamente, progetto dedicato all’educazione musicale di piccoli e piccolissimi che vedrà il ritorno il 17 settembre alle ore 16 al Teatro Novelli dell’eclettico e imprevedibile violinista Ara Malikian con lo spettacolo “Marco Polo”; con il Progetto Mentore, con cui viene offerta a giovani fino ai 25 anni la possibilità di partecipare gratuitamente ai concerti attraverso una vera e propria adozione musicale, e con le due rassegne “Percuotere la Mente” alla Corte degli Agostiniani nel mese di luglio e “I Concerti della Domenica” nelle domeniche di novembre e dicembre.

Nuova Produzione “Il Palazzo Di Atlante”: 13 e 14 agosto
Lo spazio cantiere del Ridotto del Teatro Galli di Rimini si trasformerà – il 13 e 14 agosto – nella cornice per le meraviglie e le sorprese di un’azione musicale seicentesca ispirata all’emblematico episodio del Palazzo d’Atlante dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. In prima riproposizione moderna, rivivrà alla Sagra Musicale Malatestiana di Rimini una sequenza di scene tratte dal Palazzo incantato di Luigi Rossi, azione in musica in un prologo e tre atti, composta su libretto dell’abate Giulio Rospigliosi ed eseguita per la prima volta nel 1642, a Roma, a Palazzo Barberini, con le scene dipinte da Andrea Sacchi e l’intervento di Giandomenico Bernini. Al pubblico riminese l’opportunità di prendere parte a quella ‘meraviglia’ che ha connotato il teatro in musica fin dalle sue origini, grazie al progetto scenico originale affidato al giovane e apprezzato collettivo teatrale Anagoor. La ricerca estetica di Anagoor, fondata sul connubio fra tecnologia e tradizione, sguardo contemporaneo e passione per l’antico, offrirà una nuova chiave d’accesso per far rivivere la labirintica azione che si svolge nello spazio incantato del castello, grande metafora del mondo illusorio del teatro.
L’esecuzione musicale sarà affidata al gruppo strumentale barocco Sezione Aurea, guidato dal violinista Luca Giardini, che ha proceduto ad una revisione delle fonti manoscritte del Palazzo incantato. Il progetto si inserisce ed è sostenuto tra le azioni di promozione collegate all’intervento di ricostruzione del Teatro Galli.

Concerti Sinfonici: dal 27 agosto al 15 settembre
Ad inaugurare il cartellone di concerti sinfonici della 64.a Sagra Musicale Malatestiana è il 27 agosto la Rotterdam Philharmonic Orchestra, fondata nel 1918 e tra le due più importanti orchestre olandesi in campo
internazionale, che guidata dalla bacchetta di Yannik Nezet-Seguin, giovane e carismatico direttore canadese, sarà interprete di due celebri capolavori di Cajkovskij, l’Ouverture fantasia in si minore “Romeo e Giulietta” e la Sinfonia n. 6 in si minore op. 74 “Patetica”, e di un omaggio a Wagner nel bicentenario della nascita con la partecipazione dell’acclamato soprano ferrarese ma francese d’adozione Anna Caterina Antonacci, voce solista nei cinque Wesendonck-Lieder, ciclo che il compositore tedesco scrisse negli anni 1857-1858 su altrettante poesie di Mathilde Wesendonck. 
Il 2 settembre arriva a Rimini una delle più prestigiose e versatili orchestre russe, la Čajkovskij Symphony Orchestra che deve il suo nome al ruolo di primo piano nella promozione della gran parte della musica scritta dal compositore, diretta da Vladimir Fedoseyev con cui ha una solida ed intensa collaborazione trentennale. La profondità, la passione artistica, l’intensità insolita, la penetrazione profonda della musica dei compositori nazionali e la riflessione delle caratteristiche del loro stile nate da questo lungo rapporto professionale saranno espresse nell’interpretazione delle Danze Sinfoniche op.45 di Rachmaninov e nel Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 35 di Čajkovskij affidato al virtuoso del violino di origine lituana Julian Rachlin. 
Gradito ritorno alla Sagra Musicale Malatestiana è quello, il 6 settembre, dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e del suo primo direttore, il giovane slovacco Juraj Valchua, che proporranno un programma che affianca a La mer di Debussy e alla Suite nr. 2 Daphnis et Chloe di Ravel, Le sacre du printemps di Stravinskij, di cui proprio nel 2013 ricorrono i cento anni dalla prima esecuzione avvenuta a Parigi il 29 maggio del 1913. 
Il 12 settembre è di scena un’altra delle più prestigiose formazioni orchestrali italiane, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, che sarà a Rimini con il suo direttore principale, Zubin Mehta, per una serata nel segno di Beethoven con l’esecuzione delle Sinfonie n. 7 e n. 6 “Pastorale”.
Chiude il cartellone sinfonico della 64.a Sagra Musicale Malatestiana il 15 settembre una delle più raffinate bacchette della scena contemporanea, il finlandese Esa Pekka Salonen alla testa dell’orchestra di cui è direttore principale e direttore artistico da un lustro, la Philharmonia Orchestra di Londra. In programma la Sinfonia n 3 “Eroica” in mi bemolle maggiore op. 55 di Beethoven e la Sinfonia Fantastica op. 14 di Berlioz.

Nuova Produzione “Suite Michelangelo”: 13 e 14 settembre
È affidato al gruppo Città di Ebla il progetto di rileggere la Suite sulle rime di Michelangelo, composta nel 1973 di Dmitri Šostakovič come spazio d’incontro tra poesia e musica, attraverso uno scavo interpretativo che tenga conto non solo delle tensioni scatenate fra testo verbale e musicale, ma anche delle relazioni fra i due interpreti della partitura – la pianista Shizuka Salvemini e il baritono Riccardo Fioratti. Nella scelta e ricollocazione delle Rime michelangiolesche il destino del genio rinascimentale incontra quello del grande compositore novecentesco arrivando a condividere così una comune lotta in nome dell’arte.  
Lo spettacolo Suite Michelangelo sarà presentato (13 e 14 settembre) alla Sala Pamphili del Complesso degli Agostiniani. 

Tributo A Fellini: 31 Agosto e 21 Settembre
Di grande respiro il tributo pianistico proposto dalla Sagra Musicale Malatestiana in omaggio al genio di Fellini. Appositamente concepiti per Rimini il programma dei recital che impegneranno (21 settembre al Teatro degli Atti) due giovani pianisti di straordinario e riconosciuto talento, Andrea Bacchetti e Orazio Sciortino, nell’ambito di una serata speciale al Complesso degli Agostiniani.
A partire dall’originale versione per tastiera dei due Valzer sul nome di Bach che Nino Rota inserirà fra le musiche del Casanova, Andrea Bacchetti, costruirà il suo recital, concepito come un sorprendente percorso che lo porterà a incontrare Bach.
Per il pianista e compositore Orazio Sciortino le musiche verdiane che riecheggiano in E la nave va saranno ispiratrici di un viaggio fra trascrizioni e parafrasi delle opere del genio di Busseto.
Il 31 agosto l’appuntamento dal titolo “Omaggio a Fellini-Rota” è anche un ricordo di Nino Rota con Viaggio nelle Alchimie Musicali Felliniane raccontate da Francesca Fabbri Fellini, nipote del regista, Mauro Maur alla tromba e Françoise de Clossey al pianoforte.
(Per ulteriori informazioni: Istituzione Musica Teatro Eventi via Cavalieri 26 – 47900 Rimini tel. 0541.704294 – 704293. www.sagramusicalemalatestiana.it   )  

     Redazione
   (04.05.2013)
 Bluarte è su Facebooke su Twitter@Bluarte1

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1