Allegrini vs Saman. Olio di Casa Nostra

image_pdfimage_print

Allegrini sigla la partnership con l’Associazione Saman per la produzione e la commercializzazione di un olio D.O.P. delle Valli Trapanesi. Un progetto fortemente voluto, sostenuto e sviluppato da Caterina Mastella Allegrini, che ha curato in prima persona tutte le tappe del percorso.

di Antonella Iozzo

Allegrini-Saman-dibattito-byLuongoVerona – Allegrini vs Saman. Allegrini, la storica Azienda vinicola della Valpolicella, investe in etica e valori per sviluppare progetti che diventano realtà produttive dall’imprinting innovativo.

Allegrini in occasione del 50° edizione del Vinitaly sigla la partnership con l’Associazione Saman per la produzione e la commercializzazione di un olio D.O.P. delle Valli Trapanesi “Olio di Casa Nostra”

Saman, associazione no profit, che gestisce terreni confiscati e sequestrati alla Mafia con l’intento di rivalorizzare il territorio siciliano e di supportare l’inserimento lavorativo di giovani con esistenze complicate, incontra Allegrini da sempre sensibile al valore di gesti che contraddistinguono l’uomo e tracciano il profilo della società con interventi che contribuiscono a renderla migliore.

Allegrini vs Saman insieme per rendere la storia futura protagonista della propria forza, del proprio territorio, entità a prescindere.

Saman ha scelto l’olio prodotto simbolo del mediterraneo, terra e vita, tradizione e sostentamento s’intrecciano come non mai e divengono icona del proprio riscatto con il mondo. Olio di “Casa Nostra”, un nome, una verità celata e rivelata insieme, è il primo olio ottenuto con olive coltivate e raccolte dai ragazzi della comunità, fondata da Mauro Rostagno, nei terreni sottratti alla mafia e assegnati a Saman.

Allegrini-Saman-olio-di-casa-nostra-byLuongoAllegrini vs Saman. Un progetto fortemente voluto, sostenuto e sviluppato da Caterina Mastella Allegrini, che ha curato in prima persona tutte le tappe del percorso. Sensibile e attenta alle problematiche del prossimo, ha cercato d’interagire con la realtà che Saman rappresenta rendendola parte attiva del progetto. Un’interazione d’idee e di fatti che confluiscono in un no-profit attivo che produce e sostiene se stesso puntando alla qualità. Caterina Mastella Allegrini, propositiva e attenta, conduce con estrema professionalità, Saman verso un’immagine sociale aperta alle nuove esperienze, pronta a superare le difficoltà grazie ad un’organizzazione sociale e produttiva.

Allegrini vs Saman. Una qualità che premia, che sia la spinta propulsiva del progetto, che venga ricercata in quanto tale portando sul podio il nome della Sicilia che produce.

E sulla qualità non abbiamo dubbi, il light lunch firmato Roberto Cerea Ristorante da Vittorio, tre stelle Micheln, presso lo Stand Allegrini a Vinitaly, ne esalta il profumo delicato e fine. E se il salmone marinato con maionese al rafano lascia che l’intensità dell’olio avvolga il palato, il baccalà mantecato con polenta ne plana la dolcezza. Il retrogusto morbido e leggero sono il controcanto del dessert biscotto morbido all’olio d’oliva, sorbetto di pomodoro e spuma di basilico. Giochi di equilibrio, tra l’acidità del pomodoro e la dolcezza del basilico e la fragranza dell’olio, una nuvola che si posa sulla new evolution Allegrini Saman con il tocco personale e lungimirante di Caterina Mastella Allegrini.

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (22/04/2016)

Articoli correlati:

Intervista Caterina Mastella Allegrini

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1