Anteprima Chiaretto, the wine en rose

image_pdfimage_print

Nel suggestivo salone della Dogana Veneta a Lazise, Anteprima Chiaretto 2014 e Rosato del Salento 2014. Due voci della tradizione che portano in primo piano l’espressività del territorio attraverso due grandi vitigni autoctoni, Corvina Veronese e Negroamaro.
di Antonella Iozzo

Chiaretto-Doganaveneta-LaziseLazise (VR) – Anteprima Chiaretto, la vie en rose che domenica scorsa ha condotto wine lovers ed esperti del settore nella pittoresca cittadina di Lazise sulla sponda veronese del Lago di Garda. Promanade tra una Collection rosè davvero esclusiva: Chiaretto dell’annata 2014 e Rosato del Salento sempre annata 2014.  Tutte le sfumature del rosè diramano i loro bagliori nel suggestivo salone della Dogana Veneta. Tenui e diafane evanescenze per il Chiaretto, impressioni più spiccate per i calici di Salento. Due voci della tradizione che portano in primo piano l’espressività del territorio attraverso due grandi vitigni autoctoni, la Corvina Veronese per il Chiaretto e il Negroamaro per il Salento. Il fascino della semplicità, della freschezza e della leggerezza, è la naturale declinazione del Chiaretto che ama e comunica la verve della vitalità, la delicatezza di un momento da sottolineare con eleganza, il piacere della convivialità. Emozioni in rosa tra tradizione e modernità, quindi, nate dalla collaborazione fra il Consorzio di tutela del Bardolino e l’associazione DeGusto Salento con il contributo del Comune di Lazise.  Un evento dislocato tra la Dogana Veneta, come dicevamo, la Sala Civica e l’Hotel Doana, quasi un continuum degustativo tra spazi che flettano la teatralità degli scorci paesaggistici, il suggestivo porticciolo, la bellezza del lago, il richiamo del vino.

L’ottima organizzazione riesce a dar vita a un’anteprima capace di far percepire la bellezza e la musicalità di ogni singolo calice. Si passa dalla degustazione con servizio sommelier nell’intimità raccolta dell’Hotel Doana, dove si può quasi instaurare un sottile dialogo con ogni singolo Chiaretto, Bardolino e Salento rosato, ai banchi d’assaggio con i produttori allestiti presso la Dogana Veneta e la Sala Civica per il Salento dove ritroviamo Severino Garofano con il suo Girofle 2014 e le Cantele con un più classico Negroamaro Rosato 2014.. Wine in love, inno effervescente che trasporta un’attitudine solare nel nostro quotidiano, è Anteprima, è Chiaretto, è Bardolino, è Salento Rosato, a Lazise.

Nella doc del Chiaretto e del Bardolino, ospite il Negroamaro, un mosaico dei vini in rosa della nostra penisola capace di offrire una visione più ampia e chiara in grado di far emergere l’anima e di far pensare al domani con determinazione e impegno qualitativo.

Anteprima-chiaretto-bardolinoCirca 80 aziende e 200 vini presenti, scoprirli è come ascoltare la filosofia del produttore in un racconto che si fa gesto. Sorprendente morbido e con dolci sentori di fiori bianchi il Bardolino Chiaretto Classico 2014 di Cesari, Cavaion Veronese, esalta il palato con una delicata gradevolezza. Equilibrato e delicato il Bardolino Chiaretto 2014 di Zenato, Peschiera del Garda, quasi uno stile in rosa. Fresco e vivace quello di Villa Medici, Sommacampagna, nuove sensazioni che danzano la primavera in festa. Composizione che si materializzano nel bouquet aromatico che intriga con grazia è il Bardolino Chiaretto Classico Vigne alte 2014 dei Fratelli Zeni, Bardolino. La sapidità si tinge di rosa corallo per il Bardolino Chiaretto classico La Cabestraia 2014 di Bolla, San Pietro in Cariano, e volteggia verso intensi profumi. Naturalmente rosè, delicatamente invitante è la dimensione discreta, elegante e volta al piacere sensoriale dei Vigneti Villabella, Bardolino, se il Bardolino Chiaretto Classico 2014 è un respiro che lascia intendere la firma della cantina, il Bardolino Chiaretto Classico Villa Cordevigo 2014 è una butterfly in rosa che dipinge sentori di ribes, lamponi, variazioni leggermente speziate e freschezza invitante.

Versatilità rosè che rinasce fragranza con il Bardolino Chiaretto 2014 di Alessandra Castellani Bussolengo. Acidità che gioca con la persistenza del Bardolino Chiaretto Villa Merighi, Sona, richiami floreali che riflettono il carattere semplice e cordiale, fresco e giovanile del Chiaretto riflesso da Corte Gardoni, Valeggio sul Mincio, con il suo Bardolino Chiaretto 2014, eleganza ed equilibrio.

Chiaretto, Bardolino, Salento Rosato una fantastica sensazioni in rosa nella fragranza dell’Anteprima, naturalmente a Lazise.

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (10/03/2015)

Continua con altro contenuto

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1