Bob Noto

image_pdfimage_print

BOB NOTO
L’Arte della cucina nelle foto –
Piatto preferito: la pasta. Di qualsiasi formato e cucinata

Bob_Noto_Chi è Bob Noto, come si definisce?
Un cronista della gastronomia.

Le sue immagini comunicano l’arte della cucina, Bob Noto cosa vuole comunicare ?
Voglio semplicemente raccogliere testimonianze sull’evoluzione della cucina.

Questa all’Antiruggine è l’inizio delle mostre di Bob Noto ?
Ho in progetto una seconda esposizione alla galleria Arte Sella di Borgo Valsugana in primavera.

Cosa si aspetta dal pubblico che visita le sue opere ?
Che passi un quarto d’ora piacevole.

Se deve fotografare questa serata ?
Il “Capanon” è un luogo fantastico. Se dovessi scegliere tra Antiruggine e il MoMa sceglierei Antiruggine. Qui si fa cultura e nessuno se la tira. E’ rarissimo.

Piatti colorati, fumanti o freddi ?
L’uno o l’altro per me pari sono.

Fotografa  con gusto. E il gusto del  piacere ?
Il gusto E’ piacere.

Attualmente chi  è lo  Chef che le dà  più  soddisfazione per la sua arte fotografica ?
Ce ne sono parecchi: Cracco, Crippa, Scabin, Lopriore, Dacosta…

Secondo lei oggi l’estetica gastronomica è migliorata, e di cosa si ha più cura ?
L’evoluzione dell’estetica gastronomica è notevolmente progredita. Sicuramente oggi c’è maggiore purezza di forme e maggiore attenzione nella progettazione architettonica dei piatti.

Se parliamo di pittura,  quale artista apprezza di più ?
Bosch, Pollock, Folon, Magritte, Mirò, Jones, Warhol… Come vede sono onnivoro.

Estetica, gusto, piacere e un flash, il piatto perfetto ?
La pasta. Di qualsiasi formato e cucinata in qualsiasi modo.

Il suo piatto preferito ?
La pasta. Di qualsiasi formato e cucinata in qualsiasi modo.

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (21/11/2009)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1