BluArtewww.bluarte.it

Wein&Laube, Egna. Passione vino, richiamo Alto Adige ed è Wine Event


Wein&Laube, Vino&Portici a Egna per wine emotions che inspirano la convivialità e si elevano per qualità ed espressività territoriale. Un appuntamento che anima i portici del centro storico con gusto e semplicità.

di Antonella Iozzo

Egna  (BZ) – Passione vino, richiamo Alto Adige. Sono infinite come le sfumature dell’estate gli eventi dedicati al prezioso nettare di Bacco punteggiando, come una tavolozza d’autore, le molteplici piazze altoatesine.

Lungo la Südtiroler Weinstraße la pittoresca cittadina di Egna-Neumarkt ha ospitato, sabato 13 luglio 2019, la nona edizione di Wein&Laube, Vino&Portici.

Wine event organizzato con grande impegno e dedizione da Paolo Ianna e Vincenzo Degasperi, con l’intento di portare sulla scena il vino nelle differenti espressività territoriali. Bianchi, rossi e rosé raccontati dai produttori o da chi conosce le fibre del loro concept e lo comunica con appeal e freschezza.

Wein&Laube, i portici di Egna, sabato scorso, si sono animati di convivialità tra calici e proposte gastronomiche del Ristorantino-Enoteca Johnson & Dipoli, con lo Chef Danilo D’Ambra.

In un gioco di volumetrie che si sviluppa dal centro storico di Egna, disegnando le forme armoniche del luogo, il vino ha trovato il suo spazio, Wein&Laube, quasi una collection di sapori e fragranze che la vivacità estiva veicola nel fil rouge della condivisione.

Calici da passeggio per sorsi che invitano a scoprire vini testimonial di realtà differenti, di gesti unici, e di vitigni ogni volta capaci di esprimere il proprio carattere in simbiosi con quello del produttore.

Wine hot spot che brinda alla bellezza della serata, per un inno alla freschezza con le bollicine e il loro perlage da night event Wein&Laube.  Da Arunda, la cantina spumanti più alta d’Europa, con i suoi1200 metri di altitudine a Meltina, ideali per la loro freschezza e mineralità, alla storia del Franciacorta con l’iconica Ca’ del Bosco che propone anche un vino fermo il Curtefranca Bianco DOC “Corte del Lupo” 2016.  Chardonnay al quale si unisce pinot bianco, per un tocco di eleganza che va ad esaltare le seducenti sfumature del fruttato. White emotions to be continued con Haderbur, Kellerei Bozen, e Kellerei Kaltern con il suo Alto Adige Sauvignon DOC Quintessenz 2017, verve e mineralità, s’intrecciano in nastri di freschezza che rilascino note di frutti esotici e sentori di sambuco, ideale tutto l’anno, perfetto per le calde serate estive.

Wein&Laube, più di 30 produttori e loro notevole capacità di comunicare l’arte del vino a wine lovers ed esperti del settore. Un pubblico eterogeneo che è la miglior fotografia del nostro tempo. Gusti, tendenze e andamenti di mercato, human influencer protagonisti del mondo reale, innalzano l’indice di gradimento fuori dal virtuale in un andamento che oscilla fra bianchi e rossi ma sempre e comunque estremante identitari. Rand de vu da Cantina Tramin a Kettmeir, da Laimburg e la ricerca in continuum con la tradizione con Manzoni Bianco Dòa 2016, a Obermoser, dalla Tenuta San Leonardo con i classici, senza tempo, Vette San Leonardo 2016 e Terre San Leonardo 2016.

Volute di stile che si aprono a calici internazionali con l’austriaca Polz Erich & Walter ed il Kitzeck Sausal, Sauvignon blanc 2018, la mineralità non è semplicemente sensazione ma leggera musicalità che inebria il palato con una nota intensa di paprika, la freschezza una cadenza che porta il profumo fruttato a livelli di grazia e garbo. L’equilibrio è il suo carattere, oltre ci può essere solo il Sauvignon Blanc Ried Hochgrassnitzberg 2017, pura eleganza olfattiva, armonia che scivola come saten, vibrazioni soul che sintetizzano una lucente mineralità nella persistenza profonda che cembra non finire mai.

Eventi come trait d’union fa il pubblico e realtà enoiche tutte da scoprire o da ritrovare nella piacevolezza dello stare insieme. Una festa per i sensi che ci conduce nel vicino Friuli con la Rete d’Impresa Pinot Nero Friuli Venezia Giulia. Nove cantine Castello di Spessa, Conte d’Attimis Maniago, Masùt da Rive, Russolo, Zorzettig, Antico Borgo dei Colli, Antonutti, Gori, Jermann, unite dalla stessa passione, animate da una solida determinazione: far conoscere al grande pubblico le potenzialità di questo straordinario vitigno e la capacità del Friuli Venezia Giulia di esaltarlo nella sua caratteristica più intrinseca, l’eleganza e l’intensità organolettica. Ma anche impegnarsi nel marketing e nella ricerca con progetti che coinvolgono enti come le università. Un’innovazione dinamica che punta alla qualità, senza mai perdere di vista l’identità del vitigno e il concept nel gesto di ciascun singolo produttore. Una naturale piattaforma per una naturale evoluzione che valorizzi le zone Doc dei novi produttori, 28 ettari di vigneto per produzione complessiva di 150 mila bottiglie.

Una fascinazione declinata nel particolare imprinting di ogni singolo produttore, dalla freschezza morbida e leggera alla complessità elegante del suo essere Pinot Nero come i sorsi del Maurus Pinot Nero 2015, dell’Azienda Masùt da Rive. Rosso vellutato che srotola la sua fine eleganza in una sinfonia complessa e strutturata per poi rinascere nella grinta chic di note speziate che guizzano al palato per poi scivolare in persistenza.

Wein&Laube, Vino&Portici a Egna per wine emotions che inspirano la convivialità e si elevano per qualità ed espressività territoriale. Un appuntamento che anima i portici del centro storico con gusto e semplicità. Ogni calice un sorriso, ogni sorriso un invito a vivere la piacevolezza di un evento che brinda all’estate nel calice.

https://www.suedtiroler-weinstrasse.it/de/erleben/veranstaltungen/wein-lauben-in-neumarkt.html

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (15/07/2019)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1 - Sito internet: www.bluarte.it