Il carro del destino

Il carro del destino

Gli arcani della scultura: Il carro.Per Manzù era abbastanza normale ripetere lo stesso soggetto più e più volte e così di Spielerei in carrozza, ne esistono diverse versioni sia scultoree che grafiche. Il carro del destino di Giacomo Manzù lo porta a coronare il suo amore per Inge Schabel con la nascita di due figli: Giulia nel 1962 e Mileto nel 1964. Un periodo particolarmente sereno e ricco di ispirazione…

I Bagni di De Chirico

MilanoMilano – De Chirico e i Bagni misteriosi Milano riscopre un capolavoro- Il restauro dell’opera che il maestro della metafisica aveva realizzato nel Parco Sempione: da vedere nei giardini della Triennale – Nel complesso appena inaugurato i toni accesi sono stati però smorzati … abbiamo voluto rispettare i segni dell’usura del tempo…

Justin Peyser. L’anima scultorea

Nel movimento oscillante del tempo il primordiale ritorna stagliandosi sulla poesia scultorea di Justin Peyser, impatto creativo con le rocce dell’esistenziale. Materia compressa ripartita in campiture quasi geometriche segna percorsi inaspettati tra le vie del pensiero, travolgente empasse di forza celebrale, d’impulso originario, d’intensità emotiva che ci conduce tra l’incandescente ispirazione di Peyser

Justin Peyser

Justin Peyser –  L’Amo l’architettura e da giovane volevo diventare architetto. Lo scintillio del metallo può essere smorzato e alternato alla sua lucentezza cosí da creare una matrice, un intreccio. Le qualità di riflettività e assorbimento della luce aiutano a delineare gli strati a cui sono interessato. In architettura si chiama ‘finestratura.’l metallo è la mia nuova tela. Si stira, si piega, prende colore, e o assorbe o riflette la luce…  di…

Nell’aria, Calder

Roma – Il percorso espositivo,in sette sezioni, illustra l’intera carriera di Alexander Calder, la cui genialità ha rivoluzionato i canoni classici della scultura e dell’Arte in genere. Dalle prime opere dove un semplice filo di ferro delimita la forma, poche linee essenziali dentro le quali solo il senso del volume, fino ai famosissimi Mobiles, sculture astratte, sensibili all’aria, che si muovono inscenando delicati movimenti nella forma di un sospiro. ..di Antonella…

Toni Venzo

Nelle sue opere ogni gesto è un atto d’amore è l’arte di Toni Venzo. Non c’è un” ultimo gesto” nel mio creare: ogni “ultimo pensiero” è proiettato in un nuovo progetto. Un viaggio insieme: attento alla natura, al colore, alla durezza, alla trasparenza. Le mie opere non cercano di trasmettere parole …

De Franceschi Manuel

Mi è sempre piaciuto disegnare, ma non trovavo grande soddisfazione, con la scultura, invece, avverto con più forza il senso del creare, della tridimensionalità .  Alla sua massa  amo darle leggerezza , trattarla come un foglio di carta, esaltarlo per le sue caratteristiche estetiche, le sue venature… di Michele Luongo