wine2wine Vinitaly accelera sulle rotte internazionali

image_pdfimage_print

Veronafiere, Danese (Presidente): Vinitaly accelera sulle rotte internazionali. Fine anno dedicato a business e formazione con Russia, Cina, Canada e WINE2WINE.

Redazione

Un wine2wine (26-27 novembre) rinnovato nella forma e nella sostanza; un nuovo premio, il Vinitaly Trade Award, che celebra i campioni internazionali della distribuzione nel mercato horeca; le tappe in Cina – con il ministro Centinaio -, Canada e Russia. È l’eno-programma targato Veronafiere da qui a fine anno, presentato oggi a Milano nel corso di un pranzo con 40 produttori di vino. “Vinitaly e i suoi asset di sistema vogliono essere sempre più riferimento per la filiera – ha detto il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese –, e il nuovo premio che sarà assegnato nel corso di wine2wine riflette il senso dell’ulteriore accelerazione che vogliamo dare al nostro progetto internazionale a favore dell’intero comparto”.
Il Vinitaly Trade Award, annunciato oggi, è il nuovo premio che Vinitaly riconosce a quanti in Italia o all’estero
si sono distinti nel settore della distribuzione e del posizionamento commerciale del vino, dei liquori e dei distillati, con particolare riguardo ai buyer e ai responsabili degli acquisti per il settore horeca. “Il loro ruolo
di congiunzione commerciale nella filiera, fino al consumatore, e di driver sempre più decisivo sui mercati internazionali – ha proseguito Danese – è alla base di questo nuovo riconoscimento di Veronafiere e di Vinitaly, oggi brand internazionale per la promozione del business e della divulgazione della cultura e della conoscenza del vino come prodotto di qualità”.

Sempre in ambito internazionale, è fitta l’agenda di Vinitaly International, con gli appuntamenti di Hong Kong prima con i nuovi corsi di certificazione dell’Academy (a oggi sono 162 gli ambasciatori di Vinitaly da 29 Paesi) – dal 4 all’8 novembre -, poi con Vinitaly Hong Kong – International Wine & Spirits Fair (8-10 novembre) cui parteciperà il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio (9 novembre). In contemporanea, dal 5 all’8, Ottawa, Halifax e St. John saranno le sedi canadesi degli Executive Wine Seminars, mentre la Russia sarà l’ultima tappa del calendario internazionale con gli eventi il Vinitaly impegnato a Mosca (19 novembre) e San Pietroburgo (20 novembre).

Sharing business ideas è infine il claim di quest’anno di wine2wine, il forum internazionale di riferimento per la Wine Industry in programma il 26-27 novembre prossimi. Margaret Henriquez, Ceo di Krug Champagne, la blogger e influencer cinese da 1,5 milioni di follower, Shenghan Wang (Lady Penguin), il presidente di Guild Somm (organizzazione internazionale no profit che si occupa di educazione al vino), Geoff Kruth e Alison Napjus, Senior Editor Wine Spectator apriranno le giornate di un forum i cui argomenti spaziano dal marketing del vino alla distribuzione, dalla comunicazione del brand alle nuove tecnologie, fino ai focus di mercato, con Usa Cina, Germania, Uk, Giappone, Messico, Polonia e Svizzera in primo piano.

Al solito, sarà Wine Spectator a chiudere la prima giornata di lavori con l’annuncio le cantine italiane per Opera Wine 2019, anteprima di Vinitaly. Non mancano le novità, cambierà format sempre più centrato sul networking e con sessioni di quarantacinque minuti di cui trenta di speech oltre a quindici di domande e risposte. Circa 60 gli speaker, di cui oltre la metà esteri, per 25 incontri previsti nella due giorni. Tra i temi: la comunicazione dei brand di lusso, come costruire una wine community in Cina, il volto mutevole del ‘direct to consumer’ per i vini Super Premium negli Stati Uniti, enoturismo: norme ed opportunità, gli special event a cura del direttore scientifico della Vinitaly international Academy, Attilio Scienza.

https://www.vinitaly.com/

 

 Redazione
(13/10/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1