Williamsburg Hotel, Brooklyn soul trend contemporary suggestions

image_pdfimage_print

Williamsburg Hotel, Brooklyn per un esperienza cool, diversa, piena di fantasia e in costante dialogo con la sorprendente evoluzione del suo quartiere ed un effetto plateale, spettacolare, emozionale, la superlativa vista su Manhattan.

di Antonella Iozzo

Brooklyn (NY) – Williamsburg Hotel, la trend destination di Brooklyn con vista invidiabile sullo skyline di Manhattan. È sito sulla Wythe Avenue di Williamsburg, una delle strade più animate di Williamsburg con shops vintage, originali, numerosi ristoranti e bar, si trova a poca distanza dalla Bedford Avenue che mostra decisamente il volto più autentico, tipico e pop di Brooklyn.

Design audace e cool perfettamente in linea con il mood della Wythe Avenue considerata la mecca hipster di Williamsburg. Il Williamsburg Hotel attira lo sguardo con la sua water tower che rimanda ad un’architettura industriale sapientemente rimodulata. I mattoni rossi e il vetro che vestono l’esterno c’introducono all’atmosfera contemporanea visual tech nel rimando allure degli interni, è pura seduzione visiva. Luoghi ideali per clic da postare suscitando amplificazioni sensoriali capaci di descrivere intense suggestioni sul borderline del vissuto moderno.

Progettato da Michaelis Boyd Associates, il famoso studio di architetti con sede a Londra, già dal suo ingresso mostra i segni evidenti di una location fuori dai soliti schemi, che punta alla fashion attraction con una lounge in primo piano che si sviluppa in toni del verde acqua, sofà originali Chesterfield, pavimenti in legno chevron e un camino. Lifestyle e stile on the top che risplende dai decori e dagli arredi in ottone e poi ancora legno caldo e avvolgente. La spazialità così abilmente orchestrata in dettagli di comfort e soft touch evoca in lontananza il suo vissuto industriale riverberando come zone ombra di un palcoscenico emozionale.

E la reception? La reception è uno corner dedicato sempre nei toni caldi del legno e nella cordiale accoglienza dello staff che rimane in secondo piano, quasi una quinta teatrale che entra in scena all’occorrenza. Una scenografica scala a chiocciola ci conduce direttamente al suo cospetto, ma naturalmente gli ascensori solo l’altra opzione permettendoci, dal Ground Floor, una vista planare sulla Lounge con bar in rame.

 

Williamsburg Hotel senso estetico sublimato dalla fantasia
Cromie vivaci sul fondale bianco della pareti e tanta luce naturale, prerogative di camere compatte, confortevoli e dal senso estetico sublimato dalla fantasia e dal dinamismo della diversità. Letti comodi con tastiere in pelle trapuntata, pavimenti in legno, che conferiscono un aspetto leggermente rustico, e mobili su misura progettati da Michaelis Boyed in collaborazione con Bill Amberg Studio.  Lampade come oggetti da design che accendono la creatività e trasformano la funzionalità in suggestione dandole la forma di una nuvola che sovrasta il letto ma forse anche i nostri sogni in eterno movimento. Stanze da bagno semi-aperte con parete piastrellata in verde acqua, rubinetteria dorata per un tocco di preziosità che firma il design e finestre di fabbrica che si affacciano sul letto. Una vero soft sono le amenities by Apoteche prodotti a Brooklyn.

 

Williamsburg Hotel, per un hotel fuori dall’ordinario e dentro le ispirazioni più trendes, quasi un avventura nella dimensione contemporanea dell’arte del vivere le nuance più glamour e divertenti del cosmo. È un estetica che sovverte le regole e propone inedite armonie e ispirazioni al servizio dell’ospite come la tote bag che riporta lo slogan “sleep with a local”, un menu di cuscini con cinque opzioni alternative e una vera rarità, forse unicità, la sound machine, una macchina del suono posta sul comodino, che offre un gran numero di rumori come pioggia o onde per conciliare il sonno.
Le porte finestre delle camera Terrace conducono al piccolo ma romantico balcone erboso, artificialmente, che rivela un effetto plateale, spettacolare, emozionale, la superlativa vista su Manhattan. Geometriche sequenze in verticale, uno scintillio di luci che pulsa nel battito vibrante della città che non dorme, è notte diventa la nostra notte.

 

Lo skyline di Mid e Uptown Manhattan entra in sintonia con il reale del sogno e il nostro sguardo non si tanca mai di irradiare la sua iride, quasi volesse realizzare un focus sul suo esistere, sulla sua energia che provoca una vertigine dei sensi tanto stimolante quanto prolifica in tensione emotiva-intellettiva. C’è solo una soluzione per una palpebra che non ha nessuna intenzione d’arrendersi al richiamo della notte: un calice di buon vino, o forse due, e osservare dalle comode sedute, quella parte di mondo al di là dell’East River cambiare pelle e mood al tramonto all’alba.

The Williamsburg Hotel, Brooklyn anima trend e suggestioni contemporanee per un esperienza cool, diversa, piena di fantasia e in costante dialogo con la sorprendente evoluzione del suo quartiere.

 

Williamsburg Hotel
96 Wythe Ave, Brooklyn, NY 11249
Tel. 718-362-8100
Toll Free:1-800-578-5129
https://www.thewilliamsburghotel.com/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (23/03/2020)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1