Hotel Majestic Berrière. Timeless Icon

image_pdfimage_print

Il Majestic Berrière, Cannes, è molto più che un Hotel, è una filosofia, un life style, un concept tra l’arte del vivere e la joie de vivre, è The Place to be, esserci, è cool, è trend. È un’oasi dove incontrare la magica allure della fascinazione e il glamour vip del Festival del Cinema … 

di Antonella Iozzo

Majestic-Berriere-Cannes
Majestic-Berriere-Cannes

Cannes (FR) – Hotel Majestic Berrière l’essenza di una leggenda, the spirit of project. Musa è il sogno. Dalla lungimirante visione di Henri Ruhl all’intraprendenza dinamica di Lucien Berrière l’evoluzione di uno stile, la grazie di una bellezza, simbolo di lusso, charme, classe, unicità.

Dal 1924, quando Henri Ruhl acquista l’Hotel Beau Rivage alla sua demolizione e apertura del cantiere Majestic del 1924, la parabola di un’idea come capolavoro d’intuito e concretezza che ci conduce al 1926, quando s’inaugura una meraviglia, l’Hotel Majestic. Lo stesso anno viene ceduta la maggioranza del capitale al gruppo Corneché-André, futuro gruppo Lucien Berrière. 250 camere, una scala monumentale con marmo di Carrara e saloni decorati dal pittore più in voga del momento, Francis di Signori. È un tripudio, una visione suggestiva e chic, è un luminoso gioiello che risplende sulla Croisette di Cannes.

Majestic-esternoNel 1952 Lucien Berrière, acquista la totalità delle quote. È l’ascesa verso orizzonti infiniti, una continua evoluzione, che prende pian piano la forma di un mosaico di emozioni e solide linee architettoniche. Nel 1965 il Majestic si completa di due nuovi piani, nel 1999 si aggiungo 40 nuove camere ed una piscina artistica, i cui mosaici sono realizzati in esclusiva dai maestri vetrai di Murano.

Un crescendo che nel suo percorso diventa già tradizione, storia, icona. Nuove idee prendono forma e nuovi concept, dettati dalla società che cambia, si trasformano per il Majestic in segmenti di lusso come la creazione del Fouquet’s Cannes nel 2001, e nel 2011 della Petite Maison di Nicole insieme all’apertura della Spa Berrière, alla quale segue nel 2013 la Spa My Blend by Clarins.

Fashion, glamour e una progettualità manageriale capace di amplificare le prospettive di sviluppo e rilanciare nuove sfide per essere protagonista più che nel modo del mondo. Siamo nel 2005 e il Majestic sarà il primo hotel della Costa Azzurra e il terzo in Francia ad avere la Certificazione Iso. Impatto ambientale, sviluppo sostenibile, gestione ragionata dell’energia, dell’acqua e dei rifiuti, sono concreti passi verso un’innovazione solida che guarda lontano.

Nell corso degli anni sono numerosi i riconoscimenti che rendono il Majestic stelle fra le stelle, ci piace ricordare il “Prix Villégiature” per il Miglior Servizio Alberghiero d’Europa del 2007, l’Award dei “Luxury Hotels” ai World Luxury Hotels Awards del 2010, e i tre riconoscimenti agli International Hotel Awards di Londra: “Best Hotel”, “Hotel Best Archicture” e “Best Resort Hotel” del 2012.

Majestic Berrière un gioiello architettonico
Majestic-LobbyMajestic Berrière un gioiello architettonico incastonato sulla famosissima Croisette, dominata dalla storia e dai palazzi in stile Belle Epoque, ed il suo ampliamento non poteva che essere maestoso, in linea con la sua stessa natura.

I lavori iniziano nel 2007 con la demolizione dell’ex sede della Banca di Grancia, acquistata l’anno prima, e terminano nel 2010. È un’operazione spettacolare e insieme complessa per la scoperta di un corso d’acqua sotterraneo che ha richiesto precisone quasi chirurgica. Il risultato è stato un trionfo d’ingegneria e di estetica capace di creare corrispondenza con la facciata dell’edificio originale, realizzata ottanta anni prima.

Armonici contrasti di stile flettono l’eleganza del Palazzo e rinsaldano la maestosità di una location testimonial dei tempi che cambiano. Il 12 maggio 2010 l inaugurazione in occasione della cena ufficiale del 63° Festival di Cannes.

Giochi di luci come nastri nell’aria dipingono la facciata del Majestic, che ha affidato i lavori d’illuminazione ad uno studio leader del settore Architecture Lumière Citelum. Alain Guihlot e il suo team hanno ridefinito le dimensioni della bellezza dialogando con l’immaginazione, il risultato è una combinazione di 16 milioni di colori differenti, come per dire ad ogni evento il suo tono cromatico per risplendere di luce propria. 

Majestic Berrière, destination hospitality

Suite MAJESTIC - Terrasse de nuit
Suite MAJESTIC – Terrasse de nuit

Majestic Berrière, destination hospitality a cinque stelle. Accoglienza, passione, un eguagliabile servizio, discrezione per un’esperienza unica d’assaporare momento dopo momento. Just professionalità e competenza, coadiuvati da un savoir-faire impaccabile quello del direttore generale Pierre-Louis Renou. Memorable portraits tra arte dell’ospitalità, gusto della raffinatezza ed un percorso professionale che l’ha portato nei più prestigiosi hotel di lusso internazionali. Oggi the spirit of Majestic è un’estensione evolutiva nel suo segno inconfondibile che quotidianamente comunica ad ogni membro del suo staff.

Il Majestic Berrière è molto più che un Hotel, è una filosofia, un life style, un concept tra l’arte del vivere e la joie de vivre, è il luogo, dove nascono le tendenze, dove esserci è cool e dove respirare il battito degli anni 30’ è trend.          È un’oasi, dove incontrare la magica allure della fascinazione e il glamour vip, è la rinascita degli anni 50’ è “The Place to be …”, così Cannes diventa meta dello star system e la Rotonda dedicata al fondatore del Gruppo François André, con tavoli rotondi e rocking chair, appare come un’intima poesia in grado di distendere la sua suggestione fra intime variazioni di umori e vibrazioni sensoriali, è l’arte di vivere alla francese che omaggia François André.

Eclettica melodia che si espande in volute sonore di rara intensità è la celebrazione di un’epoca che si ritrova alla Rotonda Louise Pommery. Quando Lady Pmmery, alla morte del marito, prende in mano la proprietà, intende inventare un vino” il più possibile secco, ma senza troppa rigidità, che sia morbido, vellutato e ben equilibrato…” siamo nel 1874, nasce il primo champagne Brut Nature. Un successo travolgente che conquista i quattro angoli del globo, solo così visione ed evocazione possono integrarsi vicendevolmente nella storia di una donna e di un vino nel segno del prestigio.  La Rotonda Louise Pommery, è un petalo di luce, dove l’atmosfera seduce nel ritmo pulsante della vivacità. Una carta 100% Pommery è l’invito che non si può declinare per iniziare un viaggio sopra ogni aspettativa in uno scenario da sogno: scenografici tramonti, preludi sulle onde del mare e una musicalità infinita che danza sulla pelle dell’anima.

Majestic Berrière, l’unicità ha trovato il suo spazio

Suite MAJESTIC - Perspective générale du salon
Suite MAJESTIC – Perspective générale du salon

Majestic Berrière, scelte di carattere senza confini è la Suite Penthouse Majestic, l’unicità ha trovato il suo spazio. Al settimo piano, quasi ai confini con il cielo,  la naturale inclinazione della bellezza autentica, incontra l’armonia dell’assoluto, un appartamento di 450mq più 150 mq di terrazza con piscina di 11 metri, per cogliere la pulsione della Baia in tutte le sue sfumature, un’elegia delicata come una carezza, inafferrabile come lo scorrere del tempo, che nel suo lento fluire regala alla nostra vista una tavolozza di emozioni ispirata dall’immenso tra le nuance del Mediterraneo, le isole Lérins, i tramonti sull’Estérel. Per la gioia di una clientela esclusiva: charme, touch french e virtuoso dialogo tra estetica e funzionalità, fra eleganza e tecnologia.

Entrandovi la spazialità, immensa e perfetta, nella sua semplicità regale avvolge ogni nostro senso. È come se improvvisamente ci trovassimo sospesi sulla superficie del mare che attraverso le ampie vetrate sembra entrare nel vivo della scena. Rapiti da tanta bellezza, l’arredo, la cura dei dettagli, a dir poco meticolosa, il design, diventano percezioni di una visionnaire preziosa e sublime. La linea seducente del designer Pascal Desprez svela una candida eleganza capace di evocare forte emozioni.

Il bianco è il colore dominante, tela d’artista sulla quale convivono audacia compositiva e talento virtuoso, dettagli che accentuano il senso del moderno e linee nette, precise, che riflettono un pattern geometrico contemporaneo declinato luxury essence. La materia incontra il design e lo spazio la creatività, nitida, raffinata, informale, un preciso alternarsi di pieni e vuoti cambiano volto all’ambiente, questione di stile e di feeling con l’armonia over the top.

Dalla percezione sensoriale a quella ridefinita dalla tecnologia con un impianto audiovisivo ad alto livello e una stanza da bagno che racchiude perle tecno per un benessere a 360 gradi come la doccia experience con la cabina sensoriale che armonizza ambienti olfattivi, sonori e luminosi per scoprire la quintessenza del benessere.

Suite DIOR - Chambre 2 - perspective de jour depuis le salon

Suite Christian Dior, al sesto piano del Majestic, il valore dell’unicità come segno distintivo. Anche qui lo spazio è sovrano, 450 mq. celebrano la proficua collaborazione tra Berrière e la Maison Dior. Eccellenze tra le stelle del cinema, è qui, infatti, che da anni durante il Festival di Cannes, le star vengono a scegliere l’abito da sera prima di salire i gradini del Palazzo del Cinema. Maison Dior ha scelto come quartier generale il fascino discreto della più bella suite di Cannes. Dior – Berrière, intrecci di stile amalgamati e sviluppati dall’arredatrice Nathalie Ryan. Le sale si succedono tra mobili di stile e dettagli curatissimi.

Un continuum di emozioni che ci conduce nella sala da pranzo in pietra e parquet a spina di pesce, sono stanze che invitano ad entrare e l’occhio subito scopre un tavolo Luigi XVI, circondato da raffinatissime sedie a medaglione in grigio e argento. Apoteosi del bello sotto la rotonda che ricorda il soffitto della boutique sulla Avenue Montaigne. Richiami Dior nei cuscini, naturalmente rosso Dior creato nel 1955. I dettagli flettono il gesto Dior in ogni angolo della suite nella dimensione più regale del fascino. Anche qui la tecnologia ridefinisce il comfort. Eleganza nei toni del grigio, assoluta simmetria, tastiere dei letti con motivi Dior Cannage e la replica della scrivania Christian Dior. Sete, velluti, biancheria da letto ricamata e legno argentato come plus della camera padronale. Dior, il vero lusso che ama la naturalezza e la purezza, tutto il resto è classe.

Majestic-Suite-Dior-scivaniaPenthouse Majestic e Pentathouse Christian Dior, just to be exclusive. Comune denominatore? I due maggiordomi dedicati: Gilles Carletto e Michel Martin, rispettivamente per la Majestic e la Christian Dior. Tatto, discrezione, esperienza, professionalità per servizi impareggiabili, eccellenti, semplicemente da butler. Una vera e propria mission che richiede qualità fuori dal comune, conoscenze e abilità particolari ed un impeccabile savoir-faire, a misura di ogni desiderio. È come soddisfare ogni esigenza entrando a passo felpato nel mondo di umori e di emozioni, di percezioni e senso del vivere di ciascun ospite. Ecco allora, che consigliare un cognac o un sigaro, stirare velocemente una camicia, fare o disfare una valigia, conoscere i ristoranti e le location più esclusive o intime della regione, solo per fare un esempio, divengono frammenti di una partitura celestiale interpretata al massimo livello dai …

Due gioielli esclusivi e 350 camere di cui 85 suite nel segno della sobrietà, dell’eleganza che non stancheremo di ripetere, nell’armonia di una ricercatezza mai ostentata, bianco, nero, colori tenui, contrasti cromatici giocate con opere d’arte e la cura meticolosa di ogni più piccolo dettaglio. L’esito è una raffinatezza chic, in totale equilibrio con la classicità iconica che lascia filtrare la luce naturale e circoscrivere gli spazi senza invadenza. Niente ferisce lo sguardo anzi sono calore e comfort in chiave deluxe, a suggellare la bellezza visiva e insieme percettiva.

Spa My Blend by Clarins, la nuova meraviglia del benessere
Majestic-Spa-ClarinsEffetto benessere che continua in modo magico con la Spa My Blend by Clarins, la nuova meraviglia del wellness. 450 mq nell’ala ovest dell’hotel per vivere con il corpo e con lo spirito la verità della bellezza nella sua forma più alta e lussuosa. Innovazione e ricerca sono i capisaldi di trattamenti personalizzati ed il piacere sensoriale tocca le sfere dell’assoluto grazie all’expertise coaching firmata Clarins. Perlacei gesti, attenti ed eteree soluzioni, sorprendenti massaggi modellanti ci conducono in una panacea dei sensi, dove la tensione sublime dell’infinto scioglie la sua intensa piacevolezza distillando femminilità e self-confidence. È arte della bellezza in ogni sua forma, è armonia, eleganza, serenità nell’universo Spa My Blend by Clarins.

Raffinate esperienze estetiche e gastronomiche
Majestic-FouquetLa gastronomia al Majestic Berrière è una verità dei sensi che inizia con il Fouquet’s Cannes.  Dietro un grande restaurant c’è sempre un grande nome in questo caso Louis Fouquet, la sua avventura culinaria ha inizia l’8 novembre 1899, quando apre la celebre brasserie parigina all’angolo tra Champs Elysèes e l’Avenue George V. Dal 1999 proprietà della Lucian Berrière Hotel et Casino, divenne ben presto meta della vita culturale francese, intellettuali, artisti e naturalmente divi del cinema che ovviamente frequentavano Cannes.  Da qui l’idea di ricreare il Fouquet all’interno dell’Hotel Majestic, un successo senza fine.

I sapori incontrano l’arte della cuisine, preludio sulla tradizione con la classica brasserie francese e tocchi di mediterraneità. Ieri come oggi ogni papilla gustativa è deliziata da una fine concezione che sa coniugare in un’armonica sintesi gustativa ed emozionale i classici e le sfumature più audaci. È una raffinata esperienza estetica e gastronomica grazie ad arredi curati sempre dal designer Pascal Deprez, oro, talpa e nero for remember sul fil rouge del decor francese, e dai 400 scatti di star in bianco e nero che dalle pareti sembrano raccontare se stessi e insieme il passato glorioso del Majestic.

Majestic-La-Petite-Maison-de-NicoleLa totalità dell’essenza mediterranea si respira al secondo approdo gastronomico dell’Hotel Majestic la Petite Maison di Nicole. Nicole Rubi style, la celebre chef della Petite Maison di Nicole di Nizza, ha affidato allo chef del Majestic, questo scrigno di eleganza informale, semplicità creatività e convivialità. Colori chiari e arte che dai muri scivola nel mood degli ospiti dipingendo l’atmosfera del luogo. Nutrire il corpo e lo spirito in modo semplice, naturale e artistico grazie alle opere Pop di Hayo Sol che ha ritratto nella vivacità cromatica della pop art molti volti noti dalla Loren alla Denev da Merilyn Monroe a Grace Kelly.

La Plage – Majestic Barrière, cangiante vibrazione luminosa su una sensazione che si muove sulla superfice dell’acqua, tutte le nuance del cielo e del mare rilasciano una moderna evocazione e visione della joie de vivre sulla spiaggia. Sdraio sul pontile, sport nautici, zone relax e spazio Lounge. Per 365 giorni l’anno la Plage – Majestic Barrière, si lascia vivere nella sua estensione di felicità declinata in innumerevoli sensazioni ed emozioni. È un altrove sulle ali dell’infinito più vicino a noi di quanto si possa immaginare.

Il Majestic e il Festival del Cinema
Majestic-CinemaDIANE la cineteca di 35 posti è un’intima declinazione di allure giocata tra istinto e vena immaginifica. Suggestioni da scoprire lentamente, un cielo stellato sopra i nostri occhi e la settima arte si rivela. Una sala cinema privata, da vivere ed ogni proiezione, un evento, nella dimensione singolare e privilegiata del Majestic.

Il Majestic e il Festival del Cinema, sviluppo armonico di un rapporto che nel corso del tempo s’illumina d’immenso. Majestic e il Festival del Cinema interazioni di Arti, per uno spettacolo in divenire che fuori del Palazzo del Cinema vive e vibra, pulsa e risplende attraverso le star, i personaggi e tutto il mondo che ruota intorno a loro e di cui è parte integrante il Majestic che ospita un centinaio di televisioni, 8000 partecipanti ect. È una performance in movimento, che si anima come il palinsesto di uno spettacolo svuotando oltre 50 camere per allestire uffici temporanei per soddisfare e accogliere prestigiosi ospiti. A maggio al Majestic è tempo di Festival, un tempo che vive dodici mesi l’anno grazie ai 2500 scatti che sui muri di ogni luogo dell’Hotel, ripercorrono sessant’anni di Festival. Pacino, de Niro, Spielberg, Schneider, Delon, Coppola, di Caprio, Stone solo per citarne alcuni.

Hotel Majestic Berrière, l’istinto del lusso nella sua forma assoluta, suprema arte del vivere. Now timeless icon.

 

Hotel Majestic Barrière
10 Boulevard de la Croisette
06400 Cannes, Francia
Tel. +33 4 92 98 77 00
http://www.lucienbarriere.com/fr/hotel-luxe/Cannes-Majestic-Barriere/accueil.html

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (01/10/2015)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1