Anteprima Lazise. Now Chiaretto, Lugana e Bardolino

image_pdfimage_print

Anteprima Lazise, domenica scorsa nella splendida location della Dogana Veneta i produttori, i vini, le degustazioni, tra sorrisi, curiosità olfattiva e voglia di esplorare il seducente mondo del Chiaretto, del Lugana e del Bardolino.

di Antonella Iozzo

anteprima-chiaretto-laziseLazise (VR) – Anteprima Lazise, now Chiaretto, Lugana e Bardolino. The classic wine revisited   milioni di bottiglie e 125 milioni di euro di fatturato. 90 produttori, più di 250 etichette e la magia del Lago di Garda.

Collection wine sulla riva orientale del lago per una preziosità di calici che comunica territorio, qualità, tradizione, storia.

Vini di facile appeal ai quali si aggiungono le note decise e vellutate dei rossi per una panoramica a 360° di una zona circoscritta e variegata, dove i microclimi e le differenze geologiche implodono in sorsi carichi di terroir nell’interpretazione di ogni singolo produttore.

Anteprima Lazise domenica scorsa nella splendida location della Dogana Veneta i produttori, i vini, le degustazioni, tra sorrisi, curiosità olfattiva e voglia di esplorare il seducente mondo del Chiaretto, del Lugana e del Bardolino. Operatori, esperti del settore, giornalisti e blogger hanno affollato la pittoresca cittadina di Lazise per vivere e raccontare questi tre vini che nel corso dell’anno hanno raggiunto un nuovo posizionamento sul mercato. Vini DOC come ambasciatori di un life style che coincide con la passione, la professionalità dei produttori e con la cultura enogastronomica che si traduce in bellezza da vedere, con il meraviglioso paesaggio, e da gustare con l’eccellenza dei prodotti del territorio. 4300 ettari di vigneto specializzato, di cui 3000 per il Bardolino, dislocato tra sedici comuni del Garda veronese e del suo entroterra, e 1500 per il Lugana che si sviluppa su cinque comuni fra Lombardia e Veneto confinanti lungo la direttrice del fiume Mincio, emissario del lago di Garda. Un mosaico di suggestioni e di natura rigogliosa che rilascia fiorente economia nelle modulazioni di una cultura che dai frutti della terra ha saputo tracciare le nuove coordinate dello sviluppo del luogo parlando al mondo.

Anteprima Lazise, un’iniziativa dei Consorzi di tutela del Bardolino e del Lugana, con il supporto del Comune di Lazise e della Regione Veneto,  un evento sempre più coinvolgente, una degustazione sempre più in linea con il mood del luogo, grazie a nuove idee capaci di assumere le forme della Motonave Brennero, ormeggiata davanti alla Dogana, dove i sommelier Ais di Verona hanno servito assaggi di Chiaretto, Lugana e Bardolino tra più di 180 etichette della nuova annata. Emozioni in rosa e sensazioni dalle mille sfumature si elevano dai calici per nuove annate che rivelano tutta la loro verve, leggerezza e sapidità.

Il pubblico di Anteprima Lazise affolla la motonave e la Dogana Veneta dove il ricco parterre dei produttori è lieto di far conoscere i propri vini e la propria storia. È un susseguirsi di fragranze, di aromi, di profumi capace di veicolare il tessuto connettivo dell’universo vino nelle declinazioni Chiaretto, Lugana e Bardolino. Ed è verve audace con La Lugana di Sirmione Doc Avanzi, giallo paglierino fresca e sapida, dall’ottima persistenza. Da un unico vigneto tutto il sapere Avanzi.

Dalla lunga esperienza Bolla, un Bardolino Chiaretto delicato e fragrante per un brindisi che porta in sé tutta l’armonia della convivialità. Sintesi che rilancia la struttura equilibrata del Lugana Doc.

Con la Lugana Doc Cento Filari di Cesari, sul podio di numerose premiazioni, tocchiamo le corde di una declinazione melodica che conquista il palato. Morbida e fruttata quanto sapida e vivace lascia che le caratteristiche tecniche si espandono in sensazioni lievi, quasi improvvisazioni jazzistiche e dal calice il total living in the wine style dalla persistenza infinita.

Vibrazioni che continuano nelle diverse degustazioni e tasting, è una continua sorpresa che risuona in un crescendo da Meneghello a Ottella a Zenato e Vigneti Villabella solo per citarne alcuni. E se il Chiaretto Vigneti Villabella si estende in tuta la sua freschezza elegante e informale, il Bardolino ne sostiene l’espressività richiamando fortemente il terroir. Simili e diversi come variazioni su tema, ognuno degno di nota, ognuno simbolo del proprio produttore, è cosi se il Chiaretto Il Pignetto induce alla freschezza primaverile, il Lugana Vanetti, morbido e rotondo si lascia degustare lentamente come il Chiaretto Bertoldi, semplicità che ritorna nei calici Costadoro, Chiaretto e Lugana sapidi e di facile beva quasi a testimoniare la dedizione di famiglia. Impressioni sul fondale del lago nei toni del rosé, pennellate cesellate di autenticità e tradizione, di gestioni a conduzione familiare e di aziende che planano verso mercati in espansione.

Anteprima Lazise wine lovers sempre più affascinati ed esperti del settore sempre più coinvolti con eventi loro dedicati come la Corvina Wine Experience, per un viaggio dentro la voce del territorio nelle sue varie performance dettate dalla diversità dei suoli, dal microclima, dall’esposizione.

Il Tasting Corvina Wine Experience dell’Azienda Zeni 1870, guidata da Elena Zeni, è una trasposizione multisensoriale di ciò che è la wine passion vestita di rosso.

Cinque vini in degustazioni, cinque quadri sonori orchestrati dall’esperienza e dalla natura. Un lavoro a quattro mani che scopriamo ad iniziare dal Bardolino classico Vigne Alte 2015, vivace, fresco, loquace capace di esprimere sempre il legame con la propria terra come del resto il Bardolino Classico Superiore 201. Decisamente più intenso e strutturato il Valpolicella Superiore Ripasso 2013. Corvina, Rondinella e Molinara, vinificazione tradizionale con macerazione per 10-15 giorni, con successivo “ripasso” sulle vinacce dell’Amarone per un rosso deciso che diventa al palato velluto sonoro. Taste and fashion ci conducono all’amarone della Valpolicella Classico Vigne alte 2011, carattere declinato in raffinatezza per un caldo abbraccio che suggella il momento. Empasse emozionale per finire con il Cruino Rosso Veronese 2011, 100% corvina Grossa per un autoctono deciso, potente e di carattere. Un vino capace di sorprendere evolversi nel tempo e mantenendo la sua giovinezza.

Anteprima Lazise. Chiaretto, Lugana e Bardolino e rossi autoctoni veronesi in un wine event che vive le dinamiche di un marketing evolutivo, dalle sponde del Lago di Garda al mondo.

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (07/03/2016)

Articolo correlato: Video Alla Dogana Veneta Anteprima Chiaretto 

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1