Colli Berici e Valpolicella tasting with Asiago DOP

image_pdfimage_print

Colli Berici e Valpolicella tasting with Asiago DOP Location il Padiglione 8-stand 15 del Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza. Il vino protagonista ma anche punto di partenza per scoprire le tante eccellenze gastronomiche venete come l’Asiago D.O.P.

di Antonella Iozzo

colli-berici-vinitaly2016Verona – Colli Berici e Valpolicella in un accordo di-vino nel parterre di Vinitaly 2016. Il Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza ha incontrato il pubblico internazionale di Vinitaly con un ricco programma di degustazioni che ha messo in luce le potenzialità di grandi vini e confermato l’eccellenza del volto enoico più conosciuto del Veneto.

Location il Padiglione 8-stand 15 del Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza, protagonisti calici di rossi simili per qualità diversi per caratteristiche organolettiche, terroir, vitigni.

Un percorso tecnico – sensoriale che si apre come un viaggio nel territorio e scopre nelle differenze, l’unità del gesto e la passione, la diversità di stile e di carattere, l’unità qualitativa e imprenditoriale.

Se gli intenti sono il collante, la tradizione il punto di partenza e l’evoluzione la strada intrapresa, le singole prospettive creano un panorama molto ampio capace d’interagire con le mille sfaccettature dell’export e del marketing.

Il vino protagonista ma anche punto di partenza per scoprire le tante eccellenze gastronomiche venete come l’Asiago D.O.P.

La degustazione “Andar per malghe con i grandi veneti: Colli Berici e Valpolicella incontrano il formaggio Asiago DOP “Prodotto della Montagna””, quattro formaggi selezionati dal Consorzio Formaggio Asiago DOP abbinati a due vini dei Colli Berici e due della Valpolicella, è un’esplorazione organolettica sull’autenticità. Il vino dialoga con il gusto, il viceversa e la dimensione da una parte del vitigno autoctono dall’altra la tipicità del prodotto, amplificano il concept di salvaguardia, valorizzazione, tutela e qualità.

La degustazione tenuta da Andrea Monico Coordinatore marketing Vini Colli Berici e Vicenza e Luca Cracco del Consorzio Asiago DOP, inizia con “Colli Berici Tai rosso Gheorgòs 2015, Costalunga abbinato con l’Asiago pressato. Vivacità e convivialità fluttuano nel calice, una piacevolezza che incontra la morbidezza dell’Asiago pressato sapore di latte fresco, di yogurt, tenera avvolgenza che invita a nuovi sorsi.

Cambio di rotta per le emozioni in vista del “Valpolicella Ripasso superiore Campi Magri 2013, Corte Sant’Alda insieme all’Asiago d’allevo mezzano. Un classico che ricama il tempo e intrattiene con questa tipologia di Asiago dalla maggiore consistenza e compattezza la sua media stagionatura lo rende particolarmente adatto all’intensità del ripasso.

Morbidezza e armonia, rotondità e quella fragranza di frutta rossa matura che si espande dal “Colli Berici Merlot Cicogna 2013, Cavazza, che chiede solo il gusto dell’Asiago d’allevo vecchio, personalità spiccata e granulosità che rinsalda la persistenza del merlot.

Ottima conclusione con l’Amarone della Valpolicella classico Corte Manara 2010, Manara, tannini, struttura, profondità, caratteristiche ben precise che si abbinano con l’Asiago d’allevo stravecchio, una lunga stagionatura conferisce quella tipicità che sfocia in un gusto deciso.
Colli Berici e Valpolicella, connubio di sapori che esalta la territorialità e brinda alla qualità.

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (25/04/2016)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1