Spumantitalia, sceglie Pescara per la seconda edizione

image_pdfimage_print

Spumantitalia, un ricco programma che coinvolgerà l’intera città di Pescara dal 24 al 26 gennaio 2020 con l’intento di far vivere l’arte del degli Spumanti Metodo Classico e Metodo Italiano attraverso esperienze che incrementano la cultura della qualità.

di Antonella Iozzo

Milano – Presentato giovedì scorso a Milano, presso lo Spazio Romito, la seconda edizione del Festival Spumantitalia in programma a Pescara dal 24 al 26 gennaio 2020.

Evento organizzato da Bubble’s Italia, in collaborazione con il Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo, il Comune di Pescara, Andrea Zanfi Editore, Aliante Business Solution, ABS Wine & Spirits e Assoenologi.

Dici Spumante, dici festa, brindisi, glamour e lifestyle. Luoghi comuni e realtà mai come in questo caso si equivalgono tanto da indicare che la produzione mondiale di vini spumanti è aumentata notevolmente, come del resto i consumi. Un trend dalle mille sfaccettature che parla di cultura, di qualità, di marketing e comunicazione, perlage complesso e persistente sotto la lente di Spumantitalia. Un festival per scoprire l’altro della fascinazione bubbles: l’unicità del sistema spumantistico italiano, la potenzialità e l’utilizzo di vitigni autoctoni nel futuro del sistema del territorio italiano, la forma di un linguaggio univoco nella produzione, commercializzazione e promozione del prodotto.

Un arte, quella degli Spumanti Metodo Classico e Metodo Italiano che nasce dalla vocazione diventata nuova tradizione italiana e incontra nel suo tramandarsi il consumatore, testimonial più di quanto si creda di ciò che culmina nel calice. La qualità, sempre, e la cultura del consumatore vanno di pari passo. Solo investendo su entrambi i fronti si ottiene un prodotto eccellente che trionfa nei mercati nazionali ed internazionali.

Nel piacere del convivio Spumantitalia intreccia le iperbole di un confronto, di un dialogo costruttivo e stimolante dove gli esperti del settore, dal produttore ai media sviluppano tale tematiche e aprono nuovi punti di riflessione e discussione.

L’editore Andrea Zanfi, insieme al presidente del Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo, Valentino Di Campli, durante la presentazione dell’evento sono estremamente entusiasti di questo progetto dal respiro culturale che non è, e non sarà, solo una piattaforma di idee ma un’occasione concreta di crescita, promozione e divulgazione del sistema spumantistico italiano. Tutto nel segno di uno stile elegantemente glam e vitale, quello della bollicina.

A Pescara lo spumante italiano sarà inondato di nuova luce, una fulgida sinfonia innervata da incontri, dibattiti, masterclass, degustazioni. Un’armonica partitura di eventi che stimoleranno l’intelletto e i sensi regalando nuovi visioni e nuove prospettive. Dalla Tavola Rotonda “Viticoltura 4.0” alla Masterclass intitolata “Il sud e il nord spumantistico italiano in un confronto alla cieca”. Dal concorso nazionale “Spriz contro tutti”, la più importante competizione italiana di Bartender, organizzato in collaborazione con Vin.Co spumanti e The Spiritual Machine, e tantissimi altri dibattiti come unico protagonista lo spumante italiano.

Un ricco programma che coinvolgerà l’intera città di Pescara dal 24 al 26 gennaio 2020 con l’intento di far vivere l’arte del degli Spumanti Metodo Classico e Metodo Italiano attraverso esperienze che incrementano la cultura della qualità.

http://spumantitalia.fcs.it/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (29/11/2019)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1