Da Montreux le perle della Swiss Riviera. Inspiration days, always

image_pdfimage_print

Montreux è il punto di partenza ideale per partire alla scoperta della Riviera, un paesaggio meraviglioso che si apre dinanzi a noi nella lucentezza del Lago di Lemano e nell’orografia delle Alpi.

di Antonella Iozzo

Montreux (CH) – Montreux, Swiss Riviera, un sogno dipinto sul Lago Lemano, circondata da vigneti e dalle suggestive Alpi.
Vitale, culturale, piacevolmente caratterizzata da un clima mite durante tutto l’anno è la location perfetta per vivere la quotidianità nelle forme dell’incanto. Montreux denominata capitale della Riviera Vodese svetta come un inno alla gioia, il suo fascino teso fra bellezza paesaggistica, relax, magia, emozioni. Fra pini, cipressi e palme, che ricordano il mediterraneo, si estende in forme moderne e risvolti antichi perfettamente integrati.

L’eleganza della Belle Époque scivola foriera della sua allure lungo la riva del lago, è un richiamo alla dolce vita fra tentazioni glam, shopping di lusso e suggestive pause relax nei raffinati caffè e lounge come quello del Fairmont Palace Hotel. La maestosa facciata attrae lo sguardo, impossibile non concedergli un minimo d’attenzione prima di essere rapiti dal suo giardino, vista lago, con le sculture degli ospiti che hanno fatto la storia del Montreux Jazz Festival. L’essenzialità geometrica del giardino sembra essere scandita dalle sculture che, oltre a sequenziare la spazialità la governano creando un palcoscenico perfetto per i molti turisti che si riversano in cerca dello scatto perfetto accanto alla statua del loro idolo.

Montreux shopping day con le sue boutique tributo alla femminilità. È come essere sulla scena fashion e interpretare o vivere una storia, a noi la scelta, mitigata dallo stile e declinata dalla classicità senza tempo.

Passeggiata che assume i contorni di un viaggio a ritroso e poliedrico appena ci inoltriamo nel centro storico, nella città vecchia, con la caratteristica funicolare. Piccolo, grazioso, pittoresco le strade, le vie cambiano aspetto, le dimensioni si rimpiccioliscono, ma il fascino rimane invariato. Cartoline souvenir da incorniciare nella memoria che risvegliano il vissuto come un caldo raggio di sole.

Emozioni che si trasformano in un romanzo visivo
Montreux è il punto di partenza ideale per partire alla scoperta della Riviera, un paesaggio meraviglioso che si apre dinanzi a noi nella lucentezza del Lago di Lemano e nell’orografia delle Alpi.

È come se tra cielo e lago le infinite sfumature del blu divenissero tavolozza cromatica, per splendide impressioni, carica di tensione emotiva. Impossibile spiegare la profondità di un tessuto emozionale che s’intreccia alla natura e ad ogni passo, ad ogni sguardo rilancia la sua sinfonia, siamo in Swiss Riviera.
Non è un caso se molti personaggi famosi sono stati folgorati dal suo charme tanto da sceglierla come loro città di residenza fra i tanti Freddie Mercury di cui una simbolica scultura troneggia sul lungolago, e Charlie Chaplin che la vicina cittadina di Vevey gli ha dedicato un Museo, il Chaplin’s Worlds.

Emozioni che si trasformano in un romanzo visivo con la passeggiata del lungolago tra la mondana Montreux e l’affascinante Vevey, considerata tra le più belle in Svizzera.
Il lago rimane sempre protagonista, ma la scenografia floreale che lo punteggia è una danza di forme, colori e sensazioni che creano composizioni floreali originali e fantasiosi.
Petali in fiori inspirano la fantasia e la creatività svetta in arabesque che accendono sempre un sorriso. Vevey, una lady romantica calma e aggraziata ci attende per avvolgerci della sua atmosfera, un soft toucn da assaporare fino in fondo, senza fretta. sensa dimenticare i luoghi del gusto come il Ristorante Ze Fork

Lungo le rotte della storia del Castello di Chillon
Da Vevey si ritorna a Montreux, per poi proseguire lungo le rotte della storia con il Castello di Chillon. Adagiato su una roccia sulla riva del Lago di Lemano, ci immerge subito nel mondo delle favole più che nei fatti puramente storici. È la sua allure di edificio antico, il più visitato della Svizzera, lambito dalle acque del lago con la sua torre e la sua architettura classica, a richiamare misteri, principi e principesse. Attraversando il piccolo ponte di legno, la fantasia governa la mente, l’immaginifico inizia a ricamare leggende e a vestirle come dame e cavalieri di un tempo. Poi, l’audio guida ci riporta alla realtà indicandoci che dal XII fino al XVI secolo Chillon è stato residenza e stazione doganale dei Conti di Savoia, infatti, la sua posizione strategica favoriva il controllo per il passaggio tra l’Europa settentrionale e meridionale. Successivamente fu conquistato dai Bernesi ed in seguito dai Vodesi.
25 edifici e tre cortili protetti da due cinte murarie circolari formano la struttura, risultato di diversi secoli di costante costruzione, adattamenti, ristrutturazioni e restauri.

Un trionfo architettonico, per acutezza e capacità nel governare lo spazio piegandolo alle esigenze del tempo con prigioni, chiesette, soloni di rappresentazioni, e luoghi dove la quotidianità scandiva i ritmi. Una piccola città ben governata e protetta che un sapiente e filologico restauro ha restituito nella sua valenza storica e culturale.

Face to face con la storia che si scorre davanti attraverso le pitture murali risalenti al XIV secolo, le volte sotterranee, un excursus nella pagine più inquietanti con prigioni e prigionieri che hanno vissuto qui gli ultimi anni della loro vita, guardando attraverso le finestre inferriate le acque del lago trasportare vie le loro speranze.

Dalle tenebre alla luce con le sale di rappresentanza e la stanza da letto conservata allo stato originale come al tempo della dominazione bernese. Visitarlo ci riporta indietro nel tempo un’emozione che vi suggeriamo di vivere con una visita approfondita carica di fascinazione.

Swiss Riviera inspira emozioni, rilascia l’eterna bellezza della natura con l’entroterra montuoso ed i suoi 800 ettari di vigneti a terrazza di Lavaux, un’area di 830 ettari che si estendono tra Losanna e Montreux riconosciuta dal 2007 patrimonio UNESCO.

La joie de vivre, lungo il lago con la flotta Belle Époque
Swiss Riviera un universo da amare con un lago capace di estendere e ridefinire il concept di lago per la sua naturale essenza superlativa lago interno più grande e con maggior portata d’acqua dell’Europa centrale. La sua natura ovviamente è l’acqua e nel suo nome la sua grandezza. “Lem an” ovvero grande acqua, così definivano i celti il Lago di Lemano, come del resto attualmente si chiama Lac Léman. 

E da 130 anni i battelli della Compagnie Générale de Navigation sur le Lac Léman (CGN) con gli storici battelli a ruote e i piccoli traghetti regalano sogni solcando i suoi 582 chilometri quadrati di superficie.

Otto battelli a vapore a pale, piccoli traghetti chiamati mouette che trasportano rapidamente da una sponda all’altra i passeggeri, e battelli di linea che collegano i numerosi villaggi e città fra loro. Il lago è più vivo che mai sulla superfice dell’acqua scivolano le suggestioni di traveller che lambiscono il piacere della scoperta. Un viaggio quasi coast to coast che raggiunge le sponde francesi e lascia all’immaginazione il compito di scrivere il giornale di bordo.

La joie de vivre, lungo il lago di Leman con tutti i confort offerti dalla compagnia CGN. Ad ognuno la sua crociera con i battelli in stile Belle Époque. Atmosfera retrò, ambiente cosmopolita, raffinatezza, è come sentirsi protagonista di un romanzo di Agatha Christie o deliziosamente rapiti da un Grand Tour di Goethe sul lago di Leman.

I battelli in stile Belle Époque della CGN sono un patrimonio unico che la Compagnia gestisce e preserva con la massima cura e professionalità offrendo un servizio eccellente che ne valorizzi la valenza storica.

Il battello Belle Epoque ITALIE è una vera e propria icona. Ristrutturato nel 2016 proprio come il gemello VEVEY, ha operato, per quasi 50 anni da Le Bouveret a Ginevra e ritorno, divenendo una caratterista ed attrattiva per turisti e residenti ormai al suo fischio di attracco.

La sua rotta d Lausanne-Ouchy – Chillon è un‘esperienza per assaporare tutto il piacere dell’avventura per lago nella visione Belle Epoque ITALIE che trasforma l’idea stessa della piccola crociera in un concept di ospitalità e autentico effetto Belle Époque con una sala ristorante in stile originale che rilascia tutto l’incanto dell’epoca, si è conquistati all’istante.

Naturalmente la vista è spettacolare e prima di raggiungere il ponte siamo attratti dalle enorme pale rosse che ruotano ad un ritmo impressionate, rilascino energia, fascino e trasporto emozionale. La mente corre in Louisiana lungo il Mississippi, quasi un rimando a suon di jazz che Montreux con il suo Festival duetta in un improvvisazione che rasente il dolce sciabordio delle onde.

Il piacere enogastronomico a bordo dell’ITALIE si tinge di eleganza Belle Epoque, servizio cordiale professionalità svizzera e qualità raffinata. I desideri culinari dell’ospite sono soddisfatti da un menu a la carte e da un menu del giorno che propongono piatti classici della tradizione e cucina internazionale con prodotti stagionali, locali, eccellenti.

Una freschezza che firma ogni piatto, tutti all’insegna di un‘informale eleganza nella presentazione in perfetta sintonia con l’ambiente. Pranzare o cenare a bordo dell’ITALIE è come viaggiare anche con il palato e scoprire creazioni originali che rispettano il prodotto e la tradizione senza dimenticare un tocco di modernità. Una cucina sincera fatta con passione per passeggeri che amano esplorare i percorsi della vita come scoprire nuovi orizzonti del cuore a bordo della ITALIE,  uno dei battelli della mitica flotta Belle Epoque.

Swiss Riviera sempre più incantevole, sempre più entusiasmante. Ogni qualvolta si ritorna è capace di rilasciare sensazioni diverse e magiche, di sorprenderti con viste oltre l’orizzonte dei tuoi sogni, con un sorriso che nella sua luminosità rilascia tutta il calore dell’ospitalità svizzera.

Saper accogliere le gioie della meraviglia è una naturale inclinazione a viverle nella loro autenticità. Crearle in sintonia con la natura è un arte, Swiss Riviera.

https://www.montreuxriviera.com/en/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (16/09/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1