Carmi, Marchesi, Dorigo. Brand 111

image_pdfimage_print

Elio Carmi incontra Gualtiero Marchesi
Senso ed estetica della Brand – Presentazione del libro BRAND 111
Conversazione condotta da Rosita Dorigo

Mercoledì 21 Maggio ore 18.00 Triennale di Milano – Teatro Agorà – Viale Alemagna 6

Brand-111Milano – Un nuovo appuntamento con Rosita Dorigo, la presentazione del libro Brand 111, edito da Fausto Lupetti Editore, Elio Carmi incontra Gualtiero Marchesi, dialogo con il pioniere della gastronomia Italiana.
“La brand è diventata il paradigma contemporaneo attraverso cui leggere e dare senso al presente – afferma Elio Carmi – e Gualtiero Marchesi sintetizza bene in sé il valore di una brand oggi.”
Gualtiero Marchesi, sinonimo nel mondo della cucina Italiana per eccellenza, rappresenta una
brand, tanto da essere protagonista di due storie pubblicate su Topolino, da aver prestato la voce per il doppiaggio del film d’animazione Ratatouille (era l’Ispettore del servizio d’igiene che viene legato come un arrosto) e da essere citato nel film Io e Marilyn di Pieraccioni.
Cosa hanno, tuttavia, in comune Elio Carmi, artigiano della brand, e Gualtiero Marchesi, creatore di piatti unici: l’attenzione agli altri per creare qualcosa di bello e significativo che si avvicini ad una forma che duri nel tempo.
Si arriva così al nodo fondamentale del fare branding, al dialogo tra etica ed estetica. “Nelibro indago il rapporto della brand nel suo contesto d’azione e applicazione, nella realtà, tra la gente – afferma Elio Carmi – L’attenzione agli altri è la spinta a rintracciare nell’oggetto marca valori semplici e veri, a cui tener fede per far si che diventi una brand unica, riconoscibile e affidabile. Cerchiamo sempre di costruire un rapporto di fiducia con il nostro interlocutore. Gualtiero Marchesi personifica molto bene questo patto, questa fiducia mai tradita.”
“La verità è che, al di là del quarto d’ora di notorietà, sei quello che fai e sicuramente sono stato tra i primi a mettere a punto la cucina italiana, modernizzandola, a cambiare per migliorare, a semplificare, arrivando ad una cucina del buon senso. L’arte del piatto giusto non può prescindere dalla forma e dal pensiero verso gli altri che lo utilizzeranno. Come dice mia figlia Paola il bello puro è il vero buono”.
Brand 111 racconta con semplicità la complessità di senso in cui viviamo e ci aiuta a riconoscerlo.
Fare Branding, come insegna il caso Gualtiero Marchesi, è progetto, direzione creativa e regia,
in una parola è Design, destinato a durare nel tempo.

    Redazione
(12/05/2014)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1