Principe Leopoldo Restaurant culinary rapsodia of Ranza

image_pdfimage_print

Principe Leopoldo Restaurant, rapsodia culinaria firmata Dario Ranza. Come un concerto per pianoforte di Mozart, brillante e dalla dolce cantabilità, lo chef Ranza compone piatti…

di Antonella Iozzo

 

Ristorante-Principe-Leopoldo-LuganoLugano (CH) – Principe Leopoldo restaurant, rapsodia culinaria con l’excutive chef Dario Ranza. Villa Principe Leopoldo, Lugano l’eleganza di un luogo, le meraviglie del lusso. Perferct harmony con vista sul lago di Lugano. La suggestiva rotonda abbraccia il lago e regala allo sguardo una visione romantica, unica e ricca di fascino. Morbide curve che scorrono lungo le traiettorie del gusto, quello del Ristorante Principe Leopoldo, regno indiscusso dello chef Daria Ranza.

Calore, raffinatezza, lifestyle scandiscano il piacere culinario e invitano a respirare la pulsazione del paesaggio, primo piano e sfondo di una serata in rotta con le emozioni.

L’eccellenza è una costante, l’ospitalità il tratto distintivo, la location l’icona di un reale che veste il sogno degli ospiti. La serata è accompagnata da un ottimo bianco, Vinattieri Bianco Ticino DOC 2015, Chardonnay, Sauvignon Blanc, freschezza agrumata che si estende in una piacevole sapidità.

Ristorante Principe Leopoldo, nel piacere del convivio amuse buche contemporary “Spaghetto freddo, burrata, in salsa di peperoni” un accordo di leggerezza che apre il respiro preparandoci al “Crudo di cernia e tonno con sorbetto di pompelmo rosa” suoni e sapori intonano un inno di freschezza che solletica le papille gustative. La qualità della materia prima è fuori discussione e la delicata nuances del pompelmo rosa lascia il palato pronto per nuove scoperte.

Ristorante-Principe-Leopoldo-asticeIl servizio segue con attenzione ogni ospite e il savoir-faire del Maitre-Sommelier, Gabriele Speziale è un’arte che scolpisce la dedizione in passione. Tutto rasenta la fascinazione, è come essere in prima fila e godersi lo spettacolo della natura in sintonia con la magia di Villa Principe Leopoldo, intanto il “Gazpacho all’astice” ci conduce in una sinfonia mediterranea, fusion d’ingredienti nel talento dello chef che esalta il Gazpacho andaluso, dove nella dolcezza del pomodoro, spiccano croccanti piselli, in controcanto il piccolo timballo di verdurine come podio per l’astice che trionfa in consistenza e finezza.

I sapori di un tempo nella solarità del gesto dello chef Ranza ritornano in tavola come il “Fritto di alici e testina con insalatina di cicorietta amara, pomodorini e cipolle rosse”, espressione di una cucina classica senza tempo. Morbidezza e croccantezza, acidità e sapidità in perfetto equilibrio danzano insieme al nostro sorriso.

Come un concerto per pianoforte di Mozart, brillante, con squisiti levissimi passaggi, e dalla dolce cantabilità, così lo chef Ranza compone un piatto leggero e semplice “Risotto al basilico e gamberi”, dove il morbido fascino melodico è dato dalla consistenza, ottima, del riso, dall’aromaticità delicata del basilico e dall’intensità dei gamberi. Maestria da chef che rilascia un fitto gioco di modulazioni abilmente orchestrate.

Ristorante-Principe-Leopoldo-frittoAl Ristorante Principe Leopoldo la filosofia culinaria dello chef Dario Ranza, scandisce la memoria, le tradizioni, l’essenza mediterranea. Sempre fedeli ai prodotti ne esalta le caratteristiche e al contempo crea nuovi risvolti sempre appaganti, “Noci di capesante ai ferri con una piccola peperonata allo zenzero” un tocco di verve alla placida capesante che comunica una sensazione completa e deliziosa con al centro l’emozione di una genuinità generosa.

Un cucina senza artifici ma che porta in se la sapienza, la saggezza, la tecnica, l’esperienza ed un pizzico di fascino vintage. La profondità del “Piccione della Borgogna arrosto in due modi con cantarelli” gustoso, delicato e insieme intenso ne indossa il mood. Al suo fianco i piccoli funghi scaldano e rimandano all’importanza del piatto accompagnato nel calice dal Merlot Riserva 2013, Vigna Principe Leopoldo, una rarità, esclusiva per gli ospiti di Villa Leopoldo, prodotto dal vigneto in Collina d’Oro, è una calda rotonda avvolgenza dai tannini morbidi che si evolve nel tempo, rilasciando sentori di frutta rossa e spezie nel finale.

Il gusto al Ristorante Principe Leopoldo incontra la passione casearia ed è style cheese, teneri e gustosi, intensi ed aromatici i Formaggio dal carrello sono una continua tentazione. Deliziosi e ricchi di profumi e di freschezza quelli della Valle Maggia, è un sapore che sa di antiche tradizioni, di gesti di un tempo sopito nella memoria di contadini che custodiscono e tramandano. Assaggiati con la mostarda di fichi o di mele cotogne sono un sublime trionfo di natura.

Ristorante-Principe-Leopoldo-risottoSi avvicina la notte e le dolci coccole del dessert la rendono avvolgente e carica di piacere sensoriale ad iniziare dalle note glam del “Frullato di fragole profumato ai fiori di sambuco” in ogni sorso di frullato una perlacea esplosione di gusto data dalle ottime materie prime. Poi, l’apoteosi “Tortino fondente al “Nero 69”con lassy al cranberry e gelato al tè nero”, cioccolato profondo, intenso regale, magico, è come se ogni boccone di tortino volesse raccontare la vocazione dello chef Ranza a renderci felci con i piaceri del gusto. Nero 69 è un cioccolato creato da Dario Ranza e Carole Fluickiger con fave di Santo Domingo e Ghana, valore aggiunto che interpreta al meglio l’art chocolatier di Ranza e Fluickiger. Una raffinata ricerca qui esaltata dal gelato al tè nero, deciso e fruttato. Nel calice la sensualità del Sauternes Chateau Doisy Vedrines 2013, miele, pesca e una finissima trama dalla persistenza profonda e lirica.

Ristorante Principe Leopoldo, armonioso concerto di sapori che ci ha permesso di esplorare il tessuto connettivo di una cucina dalla semplicità e dalla bellezza disarmanti, elegante e fluida capace di rilasciare momenti di magia nella rarefazione di una location immersa in un dipinto impressionista, impossibile distinguere l’evocazione dalla visione, tutto è reale tensione del sublime.

Ristorante Principe Leopoldo
Villa Principe Leopoldo 
Via Montalbano 5 
CH – 6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 985 88 55  Fax +41 (0)91 985 88 25
http://www.leopoldohotel.com  

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (19/08/2016)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1