Bayerischer Hof five stars. Total luxury experience

image_pdfimage_print

Bayerischer Hof five stars,  total luxury experience sulla storia. Interazioni di passioni per un icona senza tempo capace di farci sognare con la sua calda ospitalità declinata in luxury and style.

di Antonella Iozzo

Bayerischer-Hof-Atrium-by-Benjamin-MonnMünchen  – Bayerischer Hof five stars, palace leader sulle ali della storia a pochi passi dalle maggiori attrazioni di München, come la Frauenkirche, piazza Viktualienmarkt, l’Opera, il parco Hofgarten.  Sito su Promenadeplatz è il preludio alla via dello shopping di lusso e del quartiere finanziario, posizione ideale per vivere la verve culturale della città e il piacere chic di n Hotel, dimora esclusiva di eleganza e savoir faire.

Al Bayerischer Hof,  le molteplici espressioni dell’ospitalità danno vita ad un dialogo virtuoso, all’insegna dell’estetica, dell’estrema raffinatezza, del design che gratifica la vista e nutre l’anima. Servizi dedicati, cura e attenzione superlativa per l’ospite, professionalità e accoglienza a cinque stelle, sono il fil rouge di un team sempre pronto ad esaudire ogni desiderio e ogni esigenza dell’ospite con il calore di un sorriso

Stile colto e ricercato, arredi preziosi, atmosfera carica di charme celebrano il senso del viaggio e il desiderio di restare tra nuance di bellezza autentica e suggestioni sensoriali.

Il Bayerischer Hof five stars nasce come desiderio di Re Ludwig I e si sviluppa come una regale estensione di maestosità e classe nell’estro dell’architetto preferito del re Friedrich von Gärtner.

Il 15 ottobre del 1841 il Bayerischer Hof apre le sue porte, è l’inizio di un‘epoca che presto conosce nuove figure chiavi, infatti, nel 1897 Herrmann Volkhardt acquista l’Hotel per la somma di 2.850.000 marchi d’oro e cambia volto alla struttura.

Bayerischer-Hof-Falks-Bar_Frontalansich-by-Daniel-SchvarczTristi scenari internazionali incidono profondamene sul Bayerischer Hof, siamo nel 1944,  la guerra incombe trascinando dietro di se gli splendori di un luogo unico, che miracolosamente mantiene intatto un solo ambient, uno scrigno: la sala degli specchi.

Oggi la sala degli specchi è uno spettacolare  una perfetta combinazione di tradizione e modernità,  che apre un dialogo d’arte capace di creare una suggestione molto forte. Il soffitto in stucco, splendidamente adornato, è il fondale d’autore per una scenografica danza luminosa dai colori fashion.

Location d’eccezione per le notti di München tra glamour e intense vibrazioni di vitalità tra cocktail classici, long drink e raffinati creazioni consigliate da un team accogliente. Il Falk’s Bar è anche il proscenio all’adiacente Cinema Lounge, luxury and comfort a cinque stelle per un intrattenimento, dove privacy e convivialità creano una fusion perfetta.

 

Bayerischer Hof, un romanzo nella fascinazione della bellezza
Sembra quasi impossibile, visitando l’Hotel, di poter percepire il fascino del passato e insieme la sua struggente realtà lacerata dagli eventi bellici. È una pagina lirica che testimonia e racconta la ricostruzione del Bayerischer Hof del 1945, quando la famiglia Volkhardt, dopo la guerra, si ritrova unita dal desiderio di ricominciare un nuovo romanzo nella fascinazione della bellezza, e nel mese di ottobre dello stesso anno apre nella sala degli specchi il primo ristorante del dopoguerra di München.

Bayerischer-Hof-fenansicht-by-Benjamin-MonnForme, texture, colori, rendono scenografica la Hall del Bayerischer Hof five stars, la sua spazialità vive il presente nella dinamicità del personale, guarda oltre l’orizzonte dell’avvenire negli accordi moderni in simbiosi con il classico del design, pulsa di memoria. È un feeling veicolante la sua storia. Ed è meravigliosamente evocativo scoprire Palais Montgelas e la sua allure. Trame del passato si rivelano e ci conducono al 1969, quando Palais Montgelas viene aggiunto al Hotel Bayerischer Hof. La ristrutturazione recupera tutta la musicalità e l’estetica senza tempo del Palais e nel 1972, in tempo per le Olimpiadi, l’edificio celebra la sua grande apertura.

Ispirazioni lontane flirtano la sinuosità di una suprema essenza dove la cura per i dettagli e il tocco dell’esclusività rendono ogni camera icona del lusso.

Innovazione sul filo della storia e il Bayerischer Hof continua ad evolversi, nuove idee prendono forma e nuove forme seducono gli ospiti con un plus di servizi e di offerte impareggiabili. La quarta generazione della famiglia Volkhardt, oggi dirige l’Hotel nella lungimiranza che diventa evocazione e progettazione nel segno dell’unicità.

Bayerischer Hof five stars. Intrecci di stile e di epoche
 340 camere di cui 65 suite compongono una partitura armonicamente orchestrata sul fil rouge del lusso, del comfort, della pura eleganza. Intrecci di stile e di epoche come segno distintivo di un valore che ispira il trionfo dell’autenticità.
Ogni camera indossa il suo mood più esclusivo frutto di un accurato e attento studio. Tessuti che arredano, design che flette le spazialità, luci che diramano le prospettive verso le ragioni del cuore.

Declinazioni sussurrate di un lusso che dipinge i risvolti del moderno nelle Juinior Suite, stile Cosmopolitan. Colori primari quali il nero e il beige e tocchi di rosso per sorprendere. Un design studiato per creare sensazioni che inebriano i sensi, ecco allora che le lampade wenge dal designer francese Philippe Hurel e gli arredi di Manuel Canovas dipingono tutte le sfumature dell’intimità che prosegue nella camera da bagno dove mosaici color ambra rinsaldano l’estetica ed il sentiment.

Se esplorare è nella nostra natura le Junior suite stile coloniale, sono il nostro punto di partenza. I colori della terra ci riconducono tra le dune africane e le rotte coloniali. Il lusso è una costante e i bagni sono una vera e propria opera d’arte firmata dal designer italiano Renato Rabbiolo.

Se il vero lusso ama la naturalezza ed è sottrazione, le Junior Suite, Graf Pilati style del famoso architetto Siegward Graf Pilati, ne sono l’apoteosi. Fascino regale, discrezione, cura per il dettaglio seduzione in grigio perla e champagne, oppure, vere e proprie evocazioni di solarità in giallo ocra in grado di scoprire nuove dimensioni. Zona notte e living si succedono tra elementi decorativi della design inglese Laura Ashley, only timeless emotions.

Bayerischer-Hof-Cinema Lounge_Ansicht-ZuschauerraumIl culto dell’eleganza, il senso della tradizione, la nobiltà aristocratica di uno stile che flette il rigore e rinasce visione sono le Presidential suite, nello storico Palais Montgelas in stile classico. Discrezione e riservatezza come concezione di un soggiorno tra intimità e glam sofisticato, arredi unici come l’antica scrivania rendono la zona giorno separata dalle camere da letto, un microcosmo di preziosità e sensibilità estetica. Un’oasi affacciata su piazza Promenadeplatz.

Nella magia di Palais Montgelas la Presidential Floor, camere e suite dove aleggia un’eleganza classica e un assoluto senso dell’estetica che gestisce lo spazio. Colori, forme, decor, arredi, per lo più firmata da Siegward Graf Pilati, sono di gran pregio, sembrano vere e proprie opere d’arte tra le linee del comfort e della funzionalità. Nove camere che possono essere combinate in base alle esigenze dell’ospite, rendono questa come una delle più grandi suite in Europa.

Memoria futura e archivi carichi di reminiscenze regali, è uno straordinario patrimonio storico-tradizionale che rivive nel Royal Bavarian Floor, quasi un omaggio a Ludovico I di Baviera al quale si deve la costruzione dell’hotel. Stile bavarese magnificamene rielaborato in comfort e bellezza antica. Oltre al fascino del tempo, induce pace e serenità e tutto fluisce magicamente in un connubio armonioso di eri e di oggi.

Gusto e benessere senza confine al Bayerischer Hof five stars
Bayerischer-Hof-Blue-Spa_Pool_FrontalansichtIl benessere è nell’aria al Bayerischer Hof con la Blue Spa creata da Andrée Putman, che abbraccia il cielo di München. Sogni senza confini nell’immensità del cielo fondale al wellness del Bayerischer Hof. Le trasparenze della piscina sono pennellate di joie de vire che si trasforma in azzurra sensazione a cielo aperto grazie al tetto scorrevole in vetro e alla terrazza solarium. Saune, bagni di vapore aromatiche, massaggi, trattamenti estetici e relax, magari accanto al camino nelle giornate grigie. Un angolo ideale per rilassarsi e sorseggiare una tisana o una sana bibita, lasciando fluire liberamente la nostra fantasia.

Bayerischer Hof, le ragioni del cuore, la passione della mente, il desiderio del gusto con un’offerta gastronomica internazionale e multisfaccettata. Sul podio Atelier Restaurant wih con Silent Garden due stelle Michelin. Lo chef Jan Hartwig rende ogni piatto un capolavoro di esperienza, tecnica e creatività. L’ambiente richiama i canoni del lusso e della discrezione.

Bayerischer-Hof-Blue-Spa_Terrasse-byBenjamin-MonnGusto senza confine al Bayerischer Hof, non uno slogan ma una reale espressione che tocca le corde esotiche con il Trader Vic‘s, specialità polinesiane cucinate secondo le ricette originali. La tradizione è un ouverture nelle declinazioni bavaresi, tutte da gustare al Palais Keller, la cucina classica bavarese invita alla convivialità sotto un soffitto a volta d’altri tempi.

Se la salute, anche a tavola ,è il nostro obiettivo, la Blu Spa Lounge con giardino d’inverno e terrazza, è il luogo ideale con una cucina sana e leggera e una vivacità easy data dalle grigliate sulla terrazza con una  stupenda vista sui tetti della città.

Relax, cultura e good morning taste con champagne colazione a buffet e colazione à la carte al Roof Terrace and Roof Terrace Lounge. Colazione con vista sulla città che si apre con una luminosità radente sulle ore del mattino. Il progetto firmato da Jouin Manku trasforma lo spazio in ambiente carico di intimità e verve grazie alle ampie vetrate che circondano la sala nei toni del bianco. Moderna seduzione della funzionalità e dello stile, ed il luogo si rivela ospitale, aperto, easy, elegante ed informale. Il rigore delle linee si accorda alle curve morbide di angoli creati come sfere di intime ritrovi, piccole dimore nella spazialità dal minimalismo accogliente. Ambiente come cornice d’arte al ricco e raffinato buffet.

Bayerischer-Hof-Sternerestaurant-Atelier_Gesamtansicht-Benjamin-MonnDal salato al dolce, un continuum di freschezza, tipicità e richiami internazionali coinvolgono tutti i sensi. La cucina a vista è il segno di una professionalità che inizia dietro i fornelli e termina in sala. Frutta, succhi, una ricca tavolozza di prodotti naturali selezionati con cura e attenzione nei minimi dettagli riscrive i canoni del breakfast in un’atmosfera di calma e serenità.

Pulsione culturale al Bayerischer Hof five stars nella declinazione jazz del Nigth Club Bar, la sensazione che si ha appena varcato la soglia del Night club, è quella tipica di un club jazz newyorkese dai colori caldi, dalla luminosità soffusa, dall’atmosfera radente l’improvvisazione, il ritmo, il battito del jazz in tutte le sue cadenze. Non è un caso se il Night Club Bar è il palcoscenico del Summerjazz, eventi musicali che hanno visto musicisti del calibro di Marcus Miller, Pharoah Sanders, Al Jarreau, George Benson and Tito Puente. Esserci è d’obbligo.

Bayerischer Hof five stars, total luxury experience sulla storia. Un hotel nato dal desiderio di un Re, disegnato dalle menti lungimiranti della Famiglia Volkhardt, creato dall’estro armonico di architetti e designer. Interazioni di passioni per un’icona senza tempo capace di farci sognare con la sua calda ospitalità declinata in luxury and style.

Hotel Bayerischer Hof
Promenadeplatz 2-6 -D-80333 München
Tel+49 89.21 20-0 – Fax+49 89.21 20-906
https://www.bayerischerhof.de

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (04/05/2016)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1