Hotel Mirage Cortina, tradizione e spirito di famiglia

Hotel Mirage Cortina D’Ampezzo, è una questione di valori che il tempo ha lastricato nel carattere della struttura. Un’identità ben precisa che quotidianamente ciascun membro dello staff regala agli ospiti in gesti e sorrisi che scaldano il cuore. Dedizione trasmessa loro dalla Famiglia Lo Faro.

di Antonella Iozzo

Cortina D’Ampezzo (BL) – Cortina D’Ampezzo, abbracciata dalle Dolomiti Ampezzane, tutelate dall’UNESCO e dal Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, sfodera il suo fascino invernale tra la magia delle decorazioni natalizie e la suggestione di location unica, con piste innevate e il tepore di calde atmosfere. Ed è qui, poco distante dal centro cittadino, in Località Peziè, che si trova l’Hotel Mirage.
La quiete musicale del vicino bosco lambisce i prati, quasi atrio naturale dell’Hotel Mirage, che in inverno si trasformano in candide tavolozze dove gli ospiti dell’Hotel lasciano fluire la loro immaginazione.
Il Mirage è un luogo dove spirito familiare e ospitalità dipingono giorni luminosi sulle Dolomiti, visibili da quasi tutte le 35 suite. Sono momenti memorabili capaci di rilasciare in ciascuno di noi una bellezza nuova che immancabilmente affianca il calore dell’Hotel Mirage. Tra il sorriso dello staff e la sua predisposizione all’accoglienza, ci vengono incontro le montagne dolomitiche che all’alba e al tramonto rivelano la loro natura, la dolomia, infatti, questa roccia particolare, assume colori e sfumature dal rosato al rosso fuoco. Un fenomeno chiamato Enrosadira e dovuto alle diverse posizioni del sole durante l’anno e alle condizioni dell’atmosfera, effetto che in estate raggiunge il suo massimo. 

 

L’Hotel Mirage tradizione e passione
Le Dolomiti: imponente, maestosa bellezza. L’Hotel Mirage tradizione e passione per la struttura che amplificano il senso dell’accoglienza e del territorio della Famiglia Lo Faro, da quasi quarant’anni proprietaria della struttura. È un sentimento unico e diverso quella della Famiglia Lo Faro: condividere con i propri ospiti il loro bene più prezioso, l’Hotel Mirage, una dimora, un salotto dove sentirsi come a casa.

È una questione di valori che il tempo ha lastricato nel carattere della struttura. Un’identità ben precisa che quotidianamente ciascun membro dello staff regala agli ospiti in gesti e sorrisi che scaldano il cuore. È una dedizione trasmessa loro dalla Famiglia Lo Faro. Si, perché entrare all’Hotel Mirage, significa trovare un certo spirto, quello di una famiglia che condivide i valori essenziali dell’ospitalità, quelli che ne permeano la personalità nel garbo di un carezzevole soft touch. Ecco allora che il bar si rivela un salotto caldo e accogliente, le comode sedute in rosso orchestrano spazi intimi e riservati dove la convivialità e l relax incontrano le note avvolgenti del barman pronto a soddisfare ogni desiderio e a proporre drink e cocktail classici e originali e creati ad hoc per l’ospite, poche parole, uno scambio di battute e si sorseggiano deliziosi drink tailor made. Premesse per un aperitivo tutto da gustare, che viene servito a tutti gli ospiti ogni sera.

 

Il tocco personale della Famiglia Lo Faro è come una melodia che dalle ampie suite, semplici, essenziali e naturalmente contraddistinte da arredi in legno, raggiunge ogni luogo dell’hotel Mirage dalla piscina riscaldata alla reception, non un semplice intermezzo per formali check in e check out  o richiesta d’informazioni, ma un piccolo salotto dove le formalità si trasformano in un accogliente benvenuto che lo staff ad iniziare dal capo ricevimento Gian Mario Marongiu offrono all’ospite con sincera autenticità e professionalità, tratti fondamentali di una essenza familiare da condividere con gioia e il plus del sorriso, ecco perché all’Hotel Mirage ci si sente in famiglia, a casa anche lontano da casa. Qui i desideri incontrano i l’offerta di servizi, tra i quali il servizio shuttle per Cortina centro, disponibile per tutto il giorno ogni 30 minuti, ma vi è la possibilità anche di un servizio con orari personalizzati, perché qui l’ospite viene prima di tutto.

Hotel Mirage, cortesia, relax, comfort
Hotel Mirage, cortesia, relax, comfort, cucina, nell’armonia di una filosofia, quella della Famiglia Lo Faro, che il direttore Alessandro Li Calzi dispiega con molto tatto e garbo. È calore dell’accoglienza che si coniuga alla bellezza del paesaggio circostante, è passione, quella della Famiglia Lo Faro, per la propria struttura che riflette il piacere di offrire ai proprio ospiti sensazioni capaci di tramutarsi in viaggi rilassanti e confortevoli. Quel comfort dell’anima che viene modulato in gesti discreti ed esperienza, consapevolezza e valore del vissuto. Valori che lo staff ha fatto propri per poter coccolare ciascun ospite condividendo l’amore per la struttura.

 

Passioni condivise naturalmente anche dallo chef Antonio Razze che da ben 20 anni al Ristorante “Piga’ l Cortina”, risveglia i sensi con una cucina saporita, ricca di gusto e di autenticità. Si parte dalla materia prima, freschissima e per lo più fedele al territorio per menu a la carte giornalieri. Sono piatti che esaltano la materia prima e gratificano il gusto. Sapori decisi ed intensi si alterano a fragranze più delicate, grazie a giochi di contasti e consistenze che rendono il Ristorante “Piga’l Cortina”, un punto fermo, una certezza culinaria in sintonia con il modo intimo di vivere il soggiorno. Parole chiave, tecnica e creatività, quella dello chef Antonio Razze e del suo secondo Manuel, che s’integrano alla consapevolezza di regalare agli ospiti piaceri gastronomici che appagano e completano l’esperienza Hotel Mirage.

 

Menu ideati dallo chef che seguono il ritmo delle stagioni e offrono una visione semplice ma evolutiva della tradizione, creazioni che strizzano l’occhio a presentazioni ben curate ed evidenziate dalla vivacità dei colori. In sintonia con la cucina la sala, gestita con professionalità e quel tocco di human touch dal maître Vito Baraldini. Conoscere i propri ospiti, le loro impressioni sulla giornata appena trascorsa, tessere un legame che si trasforma in attenzioni personalizzate, in piccoli dettagli, è lo stile della Famiglia Lo Faro e, naturalmente, la “famiglia allargata” dell’Hotel Mirage segue con convinzione e dedizione. Si, perché qui lo staff è parte integrante della “filosofia Lo Faro” che crede nei valori, nelle persone, cuore pulsante della struttura. Ambiente intimo con ampie vetrate sul paesaggio circostante e muri caratterizzati da pietra a vista. Mise en place classica esaltata da una romantica candela posta su ogni tavolo, un dettaglio, un gesto, un sorriso che crea atmosfera.

All’Hotel Mirage si vivono le proprie storie personali tra premure e momenti di condivisione che lo chef Antonio Razze allieta con piatti in grado di trasportarci tra la cultura culinaria regionale e i profumi della freschezza creativa, basta un piccolo esempio: i maltagliati di zucca con speck croccante e formaggio fuso. Vissuto, semplicità, memoria e leggerezza si orchestrano in un racconto carico di gusto che fa sorridere i nostri sensi. Perfetta cornice ad un soggiorno che inizia la giornata con una colazione tra dolce e salato, servita sempre nel fascino del Ristorante Piga’l Cortina, il tutto esaltato dall’attento servizio.
Hotel Mirage, la bellezza del paesaggio, l’accoglienza, la gastronomia, una cornice suggestiva e autentica che premia valori e passioni. Una realtà che il tempo custodisce e tramanda con lo spirito della Famiglia Lo Faro, una casa lontana da casa: intima, vera, conviviale.

Hotel Mirage
Località Peziè, 118
32043 – Cortina d’Ampezzo BL
Tel: +39 0436868510
https://miragecortina.it/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (27/12/2021)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1