Open Theatre, il Teatro Comunale di Bolzano Compie 20 Anni

image_pdfimage_print

Open Theatre, il Teatro Comunale di Bolzano Compie 20 Anni. Per l’occasione la Fondazione Teatro Comunale e Auditorium, in collaborazione con il Teatro Stabile di Bolzano, le Vereinigte Bühnen Bozen e la Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, invita la cittadinanza a una giornata ricca di eventi a ingresso libero.

Redazione

Era il 9/9/1999 quando l’allora Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, Sergio Mattarella, tagliava il nastro per dichiarare ufficialmente aperta la nuova struttura progettata dall’architetto di fama internazionale Marco Zanuso. Non un semplice teatro, ma un simbolo della convivenza multiculturale in una città di confine e a vocazione europea come Bolzano.

In quel giovedì di inizio settembre di venti anni fa, erano presenti i più importanti rappresentanti delle istituzioni e del mondo culturale locale, consapevoli del valore ricoperto da quel Nuovo Teatro che finalmente ridava a Bolzano una vera grande struttura teatrale a vocazione pubblica. Un teatro all’avanguardia dal punto di vista tecnico, capace di ospitare spettacoli di vario genere (prosa, opera, danza, sinfonica, cabaret, musical, …) e in qualsiasi lingua.

Dai bombardamenti, che nel 1943 distrussero lo Stadttheater/Teatro Civico/Teatro Verdi ubicato nei giardini di fronte alla stazione, la città di Bolzano non disponeva di un vero teatro. Per oltre cinquant’anni si susseguirono dibattiti e polemiche sulla sua ricostruzione, mentre la voglia di arti sceniche della popolazione veniva soddisfatta attraverso una sorta di pendolarismo tra vari ambienti della città. Si trattava di sale occasionali e d’emergenza disseminate nei quartieri di Bolzano, alcune confortevoli, altre scomode e poco attrezzate. Negli anni Ottanta la questione teatro diventa una priorità, sia per la popolazione attraverso una raccolta di firme, sia per la politica. Si arriva così alla posa della prima pietra del 27 maggio 1995 e all’inaugurazione del 9 settembre 1999 del Teatro Comunale di piazza Verdi. Ovviamente non sono mancate le voci contrarie alla realizzazione del Teatro di Zanuso, che hanno manifestato il dissenso boicottando l’apertura ufficiale. La quasi inaspettata invasione nei primi giorni di migliaia di cittadini entusiasti dimostrava invece l’ampio consenso popolare riscontrato dal progetto, contribuendo anche al progressivo superamento delle vecchie polemiche.

A venti anni esatti di distanza una giornata di eventi a ingresso libero, chiamata OPEN THEATRE e affidata al regista bolzanino Andrea Bernard, celebra la ricorrenza. Lunedì 9 settembre 2019, dalle ore 15.00 alle ore 23.00, quasi ogni spazio del Teatro Comunale di Bolzano si trasformerà in un palco portando in scena eventi aperti al pubblico di ogni età.

OPEN THEATRE
Alle ore15.00 si inizierà con gli eventi dedicati ai più piccoli. Bambine e bambini potranno cantare e ballare in Glitzerschuppe zu verschenken, mentre con Laboratorio Kids apprenderanno divertendosi le tecniche di base per l’uso espressivo della voce e del corpo. I giovani amanti della musica saranno chiamati a creare un’orchestra in Piccoli musicisti all’opera, quelli della danza a esplorare le interazioni tra suono e corpo in Gioco in movimento. I futuri attori sono invece attesi a Mach uns (d)eine Szene per portare in scena con giocosità e fantasia un mini-spettacolo. All’esterno del Teatro Comunale una postazione trucco è pronta a trasformare i bambini (e non solo) nei loro personaggi preferiti.

Alle ore 17.00 nel foyer, le autorità, tra cui il Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano e il Sindaco di Bolzano, aprono ufficialmente OPEN THEATRE, l’evento celebrativo dei venti anni del Teatro Comunale.

Dalle ore 17.45 una serie di workshop consentirà a giovani e adulti di mettersi alla prova e di esplorare da vicino i segreti del teatro. La Classe di danza tenuta da Martin Zanotti, ballerino di fama internazionale, è aperta a tutte le scuole di danza e a chi di questa disciplina ne ha fatto una passione. Gli attori professionisti Karin Verdorfer e Thomas Rizzoli aiuteranno a sperimentare o a migliorare le doti recitative dei partecipanti nei loro laboratori teatrali Calarsi nella parte! e Probier dich aus!. Per chi invece volesse scoprire come si prepara una scena d’opera lirica, il regista Andrea Bernard, la soprano Mirjam Gruber e il pianista Luca Schinai sono a disposizione dei partecipanti del workshop Cantante all’opera. Il reparto costumi e il reparto trucco delle Vereinigte Bühnen Bozen saranno inoltre aperti al pubblico per mostrare come avviene la progettazione e la realizzazione degli abiti di scena e per far vedere come le truccatrici trasformano i volti degli attori.

Dalle ore 18.00 iniziano gli spettacoli. Il concerto immersivo dell’Orchestra Haydn dal titolo Musica, Maestro!, mostrerà quale enorme lavoro di gruppo si nasconde dietro a un’orchestra sinfonica. Alles kann passieren! è invece un pezzo di teatro politico contemporaneo. Sarà inoltre possibile scoprire il dietro le quinte e assistere alle prove dello spettacolo Die Affäre Rue de Lourcine delle VBB. Il ballerino bolzanino Martin Zanotti si esibirà sulle note di Lacrimosa, (musica di Stefan Wurz basata sul Requiem di Mozart, coreografia di Chiara Tanesini) e Allegro con fuoco (musica Fryderyk Chopin, coreografia di Giorgio Madia) e racconterà alcuni aneddoti della sua carriera in Un sogno, una carriera. Il team tecnico della Fondazione Teatro Comunale scatenerà La tempesta perfetta all’interno del teatro, ossia uno spettacolo di scenotecnica per spiegare al pubblico trucchi ed effetti teatrali sorprendenti. Una lezione aperta insieme ai ragazzi che hanno partecipato a Giovani in scena, il progetto che da anni avvicina i giovani al mondo del teatro, è invece organizzata dal Teatro Stabile.

OPEN THEATRE è anche caratterizzato dalla presenza di interessanti tavole rotonde che vedono raccontare e interagire tra loro alcuni protagonisti della storia del Teatro Comunale come Marco Bernardi, Thomas Seeber e Manfred Schweigkofler, affiancati da due autorevoli testimoni della vita politica, Giovanni Salghetti Drioli e Luis Durnwalder. Un’ulteriore tavola è dedicata alla critica teatrale, mentre in un dibattito aperto sarà possibile dialogare con i quattro Direttori dei principali Enti attivi oggi nel Teatro Comunale, Mariaclara Pagano, Irene Girkinger, Valeria Told e Walter Zambaldi.

Nel corso di quasi tutto l’evento, il pubblico potrà visitare l’intera struttura del Teatro Comunale di Bolzano grazie a Theatre Tour Experience, uno spettacolo itinerante che condurrà lo spettatore nei corridoi, nelle sale e negli spazi più nascosti dell’imponente edificio.

La festa finale è prevista alle ore 22.30, fra musica drink e ballo, sulle note dell’affermato DJ e producer bolzanino Daniele Alessi.

Queste solo alcune delle possibilità offerte da OPEN THEATRE. Per conoscere l’elenco completo degli eventi, gli orari e tutti i dettagli, si consiglia di visitare il sito www.fondazioneteatro.bolzano.

 

Redazione
(30/08/2019)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1