Bolzano: Musica, Danza, Cultura

image_pdfimage_print


Bolzano, che spettacolo! Musica, danza, cultura: l’estate del capoluogo altoatesino si preannuncia ricca di eventi internazionali. Si incomincia con il Südtirol Jazzfestival per continuare con Bolzano Danza, e chiudere con le melodie classiche del Bolzano Festival Bozen.
 
Bolzano-spettacoloBolzano e i suoi festival, grande palcoscenico per la cultura italiana ed europea. Si conferma il polo nevralgico della cultura altoatesina, con un calendario di eventi che spazia dal jazz all’arte, passando per il balletto contemporaneo e la musica classica: una serie di festival che, oltre a portare in città grandi artisti internazionali, diventano anche l’occasione ideale per visitare la città e i suoi dintorni.
Tre gli eventi di richiamo internazionale in programma in città nei prossimi mesi:
• Südtirol Jazzfestival Alto Adige, dal 27 giugno al 6 luglio: grande apertura al Teatro Comunale, poi tanti concerti a Bolzano e nei suoi dintorni. Un appuntamento dedicato al jazz, che ogni anno richiama nella provincia di Bolzano tantissimi appassionati del genere, attirati da un cartellone che unisce promesse della musica a grandi interpreti: questo è il Südtirol Jazzfestival Alto Adige, arrivato alla trentaduesima edizione.
Quest’anno i riflettori saranno puntati sul giovane jazz francese e sui suoi protagonisti: da non perdere, a questo proposito, l’apertura al Teatro Comunale di Bolzano (27 giugno), con “Une nuit française”, protagonista il giovane ma già osannato prodigio francese della fisarmonica, Vincent Peirani.
In tutto i gruppi ospiti saranno più di quaranta, per un totale di oltre cinquanta concerti sparsi in 44 comuni. Bolzano, con piazza Walther e gli spazi del Museion e del Parkhotel Laurin, giocherà senza dubbio un ruolo centrale nel Südtirol Jazzfestival Alto Adige.
Naturalmente anche i dintorni della città saranno coinvolti in questa grande festa: come lo scenografico Altipiano del Renon, la montagna dei bolzanini per eccellenza (si può raggiungere in dieci minuti con la funivia che parte dal centro città). Qui, in uno scenario da togliere il fiato, con le Dolomiti a fare da cornice, si terranno i concerti del quintetto swing Les Faux Frères (1° luglio), del collettivo parigino MeTal-O-PHoNe (il 4 luglio al Parkhotel Holzner) e ancora della cantante francese Leila Martial, che il 5 luglio sarà al rifugio Feltuner .

• Bolzano Danza, dal 14 al 26 luglio: 30 anni di ponte tra le culture nel linguaggio universale della danza. Anniversario importante quest’anno per Bolzano Danza, arrivato al traguardo della trentesima edizione. Da sempre espressione delle due anime, linguistica e culturale, del capoluogo altoatesino, il festival celebra quest’anniversario con un programma particolarmente interessante ed eterogeneo: sono dodici gli eventi attesi al Teatro Comunale (e in altri luoghi della città), di cui otto prime italiane e due prime assolute (ovvero Duel della compagnia Abbondanza/Bertoni, lavoro di teatrodanza che mescola scultura e coreografia, e Nessuno sa di noi, di Teatro la Ribalta – Accademia Arte della Diversità). L’apertura è riservata invece alla São Paulo Companhia de Dança, eccellenza del panorama sudamericano (14 luglio). Ma poi ci sarà spazio anche per i laboratori dedicati ai più piccoli (con la sezione “Kids”) e per i tanti corsi formativi, punto di forza della rassegna, rivolti sia ad amatori che a professionisti.

• Bolzano Festival Bozen, dal 29 luglio al 1° settembre: spazio alle giovani promesse della musica classica – Riunisce l’eccellenza delle rassegne musicali della città e, da più di dieci anni, è diventato anche un trampolino di lancio per i giovani talenti della musica classica.
In occasione dell’annuale edizione di Bolzano Festival Bozen tutta la città farà dunque da cornice ai concerti della Gustav Mahler Jugendorchester e della European Union Youth Orchestra, le due prestigiose orchestre giovanili che hanno scelto Bolzano come loro città di residenza.
A questi si affiancheranno Antiqua, rassegna di Musica Antica, e le finali della 60ma edizione del Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, oltre ai concerti dell’Accademia Gustav Mahler.

Estate di cultura a Bolzano
Con il pacchetto “Estate culturale a Bolzano” si va alla scoperta delle più belle attrazioni storico-artistiche della città, inclusa la visita al Museo Archeologico dell’Alto Adige, che ospita l’Uomo venuto dal ghiaccio (Ötzi) con il suo corredo originale.
Compresa nel pacchetto anche la “museumobil Card 3 giorni”, la tessera che apre le porte di moltissimi musei in tutto l’Alto Adige (circa 80 nel territorio provinciale) e include anche l’utilizzo di tutti i mezzi del Trasporto Integrato Alto Adige (treni regionali, autobus, funivie, etc.
Sono stati creati pacchetti-vacanza ad hoc: e compresa nel soggiorno c’è pure la “museumobil Card” che, oltre all’utilizzo di tutti i mezzi pubblici dell’Alto Adige, include l’ingresso a circa ottanta musei del territorio bolzanino, dalle incantevoli valli e altipiani fino alla Strada del Vino dell’Alto Adige. Per una vacanza che diventa un perfetto mix di cultura, divertimento e natura.

Muoversi green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l’auto
• In treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche
Con i treni DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9 € (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno. Per maggiori informazioni: www.megliointreno.it
• Mobilcard Alto Adige
Con Mobilcard, si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire l’Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 €. Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6 anni viaggiano gratis.
• Winepass
Abbina Mobilcard & l’offerta lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige.
Il Wine pass apre le porte dell’affascinante mondo della Strada del Vino dell’Alto Adige. Winepass valido per 3 giorni a 35 €, oppure 7 giorni a 40 €. Per informazioni: www.stradadelvino-altoadige.it

  Redazione
(23.05.2014)

 
Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su https://twitter.com/Bluarte1

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1