Braida Wine. L’emozione di un vino

image_pdfimage_print

Braida Wine. L’emozione di un vino, la storia di una vita. Una famiglia al timone. Raffaella e Giuseppe Bologna, terza generazione. Insieme per una concertazione d’intenti che puntano alla qualità, all’eccellenza. Dalla vigna al calice ogni gesto è il risultato di un mix di fattori.

di Antonella Iozzo

Braida-cantinaRocchetta Tanaro (AS) – Braida Wine. L’emozione di un vino. La storia di un vino coincide spesso con la storia di famiglia. Tradizioni, ricordi, passione s’intrecciano in un percorso che magicamente fluisce nel calice. Braida è tutto questo e lo vive giornalmente nel pittoresco paese dell’astigiano, Rocchetta Tanaro. Se personaggi noti hanno contribuito a diffondere le bellezze paesaggistiche, l’aurea romantica, il carattere e l’intimità del luogo Braida con il suo vino ne è diventata la quintessenza.

Miti e leggende spesso hanno contribuito a creare il background di una realtà icona. Braida lo è per sua natura. La semplicità agreste del luogo e del tempo ha reso l’identità quotidiana segno caratteristico, radice dalla quale attingere per essere testimonial del proprio percorso evolutivo. Braida, infatti, è il soprannome che il bisnonno di Raffaella Bologna, Giuseppe, si guadagnò su piazze e sagrati giocando la domenica a pallone elastico, tipico sport piemontese. 

Storie di paese, piccoli aneddoti che si tramandino esattamente come l’amore per le vigne ereditato dal figlio Giacomo.
Dal 1961 Giacomo e la moglie Anna coltivano le loro radici con lo stesso impeto e lo stesso impegno di papà Giuseppe. I vigneti diventano la loro memoria futura, il vino il loro frutto più vero e autentico.

braida-briccoTradizione, identità, territorio sono la triade di un concept che ben presto porterà il nome Braida sul parterre internazionale. Autoctono si nasce non si diventa e Giacomo con lungimiranza, intelligenza e caparbietà fu promotore di un progetto ambizioso, portare la Barbera, vino del quotidiano, a vino di prestigio tramite tecniche di affinamento nelle barriques francesi che ne elevassero lo spessore.

Braida Wine, l’emozione di un vino. Raffaella e Giuseppe Bologna, entrambi enologi, terza generazione Braida continuano ad animare un sogno divenuto realtà palpabile e concreta. Un sogno che da tempo indossa l’eleganza, la personalità, la passione di famiglia. Total living fashion Barbera, cambiano le dinamiche del marketing, le strategie di comunicazione, i gusti, ma la tradizione, punteggiata di sana innovazione, la dedizione, il terroir e la Barbera Braida rimangono fedeli a se stessi e al tempo. La qualità oltre la temporalità del moderno diventa l’inizio della crescita futura e porta il nome de “Il Bricco dell’Uccellone”, vino simbolo dell’azienda, semplicemente di classe. In pochi anni nascono altre due riserve, il “Bricco della Bigotta”, annata1985 e l’”Ai Suma”, annata 1989.

Declinazioni Barbera nella versione tipica “La Monella” e tradizionale la “Montebruna”. Ribelle con gusto, la prima con un frizzare leggero e sentori di frutta rossa che la rendono piacere conviviale e informale. Tradizionale la “Montebruna” Barbera dal cru che fu di proprietà dei Marchesi Incisa della Rocchetta.

Braida-vigneti1Braida, rilancia etichette classiche con originalità e personalità ad iniziare dal Moscato, passando per il Brachetto e culminando nel Grignolino. Un vitigno deciso dal carattere irruento che non lascia spazio a cadenze o variazioni su tema.

L’equilibrio e la persistenza sottolineano la finezza del “Limonte Braida”, un’entrata con stile che ben presto lascia il posto alla sua irruenza felpata. Un paso doble tra rimandi di frutta rossa e sentori di rosa. Espressioni di terroir  ai quali si affiancano merlot, pinot nero e cabernet. Entra in scena l’internazionale per esprimere l’organicità della natura nella sua completa essenza, il risultato si chiama “Il Bacialè” prodotto dai vigneti di Castelnuovo Calcea, più adatto ai vitigni internazionali.

Tocco di originalità a Mango d’Alba, per  “Vigna senza nome”, un fazzoletto di terra dal quale si produce questa etichetta. Solo un piccola tavolozza di terroir all’interno di un grande mosaico, per un grande Moscato d’Asti in purezza, dal perlage inteso e ricco. Schiuma che ricorda onde marine, poi la delicata nuance di un sussulto e la delicata vaporosità della frutta fresca e dei fiori d’arancio si espande.

Braida-vignetiBraida Wine. L’emozione di un vino
Braida. Una famiglia al timone. Insieme per una concertazione d’intenti che puntano alla qualità, all’eccellenza. Dalla vigna al calice ogni gesto è il risultato di un mix di fattori. Una felice combinazione di elementi che sviluppano progetti rispettosi dell’ambiente, della tradizione, del valore umano.

Il vigneto e le sue forme, la natura e il suo respiro. Si parte da qui e Giuseppe Bologna lo sa bene. È l’uomo che vive sul campo, che ascolta il terreno, che giornalmente entra in sintonia con esso. Condizioni climatiche, esposizioni, geologia del terreno divengono frammenti di quel vissuto che in Giuseppe è più vivo che mai, e lo proiettano verso quel modo di fare vino autentico e sincero ma a stretto contatto con le innovazioni tecnologiche. Nuove acquisizioni si estendono nel corollario Braida ed ogni vigneto nuovo si accosta alle preesistenze quasi rilasciando la sua forza. Macchia boschiva e vigneti si fondono in un continuum melodico che oltre ad essere carezzevole allo sguardo costituisce il carattere dei vini.

Braida Wine. L’emozione di un vino. Vigneti che si lasciano vivere e regalano uve per vini d’eccellenza. A Rocchetta Tanaro sabbia e argilla regalano aromi e fragranze intense. Ideali per La Monella, la Montebruna, Il Bricco dell’Uccellone. Visitandoli si entra in empatia con il luogo si percepisce l’impeto di vita per i nuovi vigneti di Montebruna che si stanno reimpiantando, mentre le storie di paese ricamano la fantasia come le figure che danno il nome ai vini e che sembrano uscite da un libro di fiabe.

BraidaRaffaella è l’impeto vitale, l’anima e il sorriso dell’Azienda. La comunicazione è nelle sue corde, e insieme al marito Norbert Reinisch direttore commerciale per l’estero, ne segue le dinamiche affiancandole all’aspetto commerciale.

Nel suo cuore, il battito di mamma Anna, nella sua mente il sentiment del vino diventa lucida espressione ed interpretazione culturale che porta nel mondo con entusiasmo, energia ed estrema professionalità.

Due le sedi Braida a Rocchetta Tanaro, una logistica e la storica. Per la prima architettura moderna, dove l’illuminazione che entra imperiosa dalle grandi vetrate flette il rosso suadente dell’arredo. Spazialità che ruota intorno al corpo centrale, funzionale e aperta, disegna l’evoluzione in corso di un Azienda ben radicata sul territorio e proiettata verso orizzonti senza confini. Tecnologia al servizio della qualità per il reparto imbottigliamento e magazzino. Un dialogo con l’azienda leader del settore la Mas Pack che crea macchine d’imbottigliamento, completa e moderna, facilmente gestibile da due singoli operatori.

lamonellaNella sede storica, in pieno centro, avviene la produzione e l’affinamento, mantiene inalterato il fascino del tempo. Le botti di legno, le barriques, ordinatamente disposte, sono sempre molto suggestive, ma sono le parole di Raffaella ha fare la differenza. In ogni sua frase le radici, la tradizione, la figura di papà Giacomo, la mamma Anna, costituiscono un grande ritratto di famiglia. Legami che pulsano nel vino e lo rendono il migliore interprete di un desiderio di bellezza vitale e di poesia scritta con il terroir, che diventa stile di vita.

Braida Wine. L’emozione di un vino capace di condurti fin dentro l’animo delle persone che lo producono. È un viaggio tra gesti, profumi, ricordi, passioni che superano i confini geografici e rendono meraviglioso e irripetibile quel momento magico in cui il vino autoctono incontra il palato internazionale. È una sensazione, un’emozione che ripaga di ogni sacrificio, un’idea diventata progetto, concretezza, apprezzata e riconosciuta dalla critica e dai wine lovers. Da Rocchetta Tanaro l’intuizione Braida in calici di evocazione e terroir.

BRAIDA – Azienda  Vitivinicola
via Roma 94 – 14030 Rocchetta Tanaro (Asti)
Tel. 0141 644113
http://www.braida.com/it/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (29/06/2016)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1