Castel Hörtenberg, unici si nasce, esclusivi si diventa

image_pdfimage_print

Castel Hörtenberg il diletto del vivere che sospende l’attimo. Un luogo permeato da sentimento e autenticità nel valore di un ospitalità a misura di desiderio.

di Antonella Iozzo

Bolzano – Unici si nasce, esclusivi si diventa Castel Hörtenberg, una luxury guest house nel centro di Bolzano. Fascinazione storica e allure contemporanea risvegliano una bellezza sopita nel tempo ed invitano il cuore a perseguirne l’armonia in un viaggio multisensoriale che si trasformerà in attimo eterno nello spazio della memoria.

Vissuto, arte, estetica e sentimento danno vita ad un dialogo virtuoso all’insegna dell’estetica che gratifica la vista e nutre l’anima. Appena varcato il cancello d’ingesso si percepisce una sensazione di quiete musicale e serenità, alberi secolari, sculture classiche, oasi floreali si alterano in un partitura abilmente orchestrata che amplifica l’effetto nel giardino con piscina riscaldata.

Il tempo è prezioso e tra le mura del Castel Hörtenberg, dispiega l’umana poesia del saper vivere tra intimità, discrezione e calda ospitalità. The art of slow, è una costante che rende il chek- in piacevole distensione di un frangente reale che prelude al relax e ai raffinati momenti che ci attendono. Un delizioso benvenuto, un sorriso alla reception e l’ampia spazialità che ci viene incontro improvvisamente è un abbraccio cadenzato dal design moderno che crea piacevoli angoli conviviali. Morbide poltrone in verde, colori neutri e arredi geometrici esprimono uno stile colto, ricercato e cosmopolita che non dimentica mai le valenze del passato, anzi ben conscio della forte identità del maniero ne flette le dinamiche intrecciandolo a soluzioni armoniche che ne rilanciano il carattere.

L’intero piano terra è un ode di versatilità: palestra con attrezzi Technogym, reception, doppia sala colazione e spazio living, ne sortisce una scenografica partitura degli spazi che delimitano senza chiudere conducendoci fino al giardino e all’ingresso della Spa.

Castel Hörtenberg è un luogo permeato da sentimento e autenticità nel valore di un ospitalità a misura di desiderio. Ci si sente coccolati nell’intimità di un luogo che accoglie ogni ospite facendolo sentire completamente a suo agio, come a casa. Garbata eleganza che disegna l’anima del maniero e racconta la sua storia scandendola di arte e passione nel riverbero del nuovo appeal teso fra design e contemporaneità.

Castel Hörtenberg, guest house a 5 stelle, dove l’ospite è al centro di tutto
È una favola quella di Castel Hörtenberg che inizia più di 500 anni fa, quando Leonhard Hiertmair arriva a Bolzano e acquista il palazzo signorile ubicato a Dodiciville, in uno dei quartieri più antichi della città. L’importanza dei nomi sembra segnare il destino del Castello che nel 1584 venne trasformato in un palazzo signorile. Il cognome cambia da Hiertmair in “von Hiertenberg” e successivamente in “von Hörtenberg.  Nel 1682, in mancanza di eredi maschi, il castello viene acquistato da Hieronymus Giovanelli, dalla cui famiglia proviene la moglie dell’ultimo dei Hiertenberg. Il cambio di proprietà avviene con il matrimonio della baronessa Maria Giovanelli von Hörtenberg zu Gerstburg con il barone Ludwig von Fuchs, la cui famiglia, alcuni anni fa, vende Castel Hörtenberg alla famiglia Podini. E come d’incanto la fiaba ci riporta all’epoca attuale.

 

La famiglia Podini, una famiglia d’imprenditori dinamici, intraprendenti e lungimiranti, con la passione per l’eccellenza e l’autenticità senza tempo. Trasforma l’antico maniero in una suggestiva location che ridisegna i canoni del lusso e l’essenza di una guest house a 5 stelle, dove l’ospite è al centro di tutto.

Fedele all’intento di preservare la bellezza antica l’impegnativo restauro curato dallo studio Projectteam Bolzano ha mantenuto il più possibile il layout secolare. Una progettualità integrata da accorgimenti su misura che hanno lasciato posto al nuovo in un concept che oltre al fascino del tempo comunicano poesia e spiritualità in chiave contemporaneità. Ecco perché è un luogo capace di toccare mente e cuore dove tutto fluisce liberamente in un connubio armonioso di epoche in cui nulla risulta predominante, ma è semplicemente un soft touch a misura d’uomo.

Su quattro piani 21 suite, ognuna delle quali è un microcosmo di arredi e decori che compongono un affresco luminoso. Diverse per natura, simili per carattere. Bow window, soffitti in stucco, resti di affreschi, heritage mood, style inspiration, armonici contrasti abilmente modulati da Anna Podini che ha affiancato architetti, artigiani e interior designer, in un elogio di semplicità nel senso dell’essenzialità. È come se l’eterna bellezza diventasse d’improvviso trend in una dimensione nuova e carica di fascino, una visionnaire che rintraccia l’espressione massima del luogo tramutandola in sentimento, emozione, grazie a soluzioni inesplorate al servizio del vissuto.

Ogni suite un racconto che allo spirito del luogo affianca differenti interpretazioni del contemporaneo con una particolare cura per i più piccoli dettagli. Addormentarsi tra il soft touch di tessuti raffinati e affreschi che emergono come spartiti di una ampia sinfonia eclissata sotto la pelle del tempo, è un afflato di bellezza che culla i nostri sogni.

La spazialità è una costante ed è articolato da tagli di luce naturale e dalla disposizione geometrica degli arredi e dalle tende a tutta altezza. È così che proporzioni notevoli e lusso gentile s’impongo alla nostra ammirazione, nulla ferisce lo sguardo, ma calore e comfort sono la chiave di volta di un equilibrio regolato da luce e ariosità. Suggestioni chic e romantiche nelle loft suite al quarto piano. Travi in legno a vista per un total living che diventa rarity living, con sauna privata e vista spettacolare sul Catinaccio e le Dolomiti.

Castel Hörtenberg tra istinto e immaginazione
Tra istinto e immaginazione Castel Hörtenberg rivela la magia del suo splendore, è un incanto che si nutre di passione quella della Famiglia Podini e ci conduce nelle junior suite ricavate nelle torri, sospensione romanica tra estetica e funzionalità, che s’ intreccia alla tradizione e rinasce straordinario comfort tra fascino e materiali pregiati. Colpo d’occhio emotivo la stanza da bagno con tracce di affreschi che ritroviamo anche nelle altre diverse camere e suite.

Affreschi, meravigliosi dipinti, elementi della collezione d’arte della famiglia Podini, e stucchi in stretta correlazione con i dettagli curati creano arredi scenografici in un crescente dialogo con l’arte che rende unico e iconico ogni ambiente.

 

È come se ogni suite fosse incastonata nell’allure di Castel Hörtenberg e ne rivelasse l’identità nell’eleganza simbolica del sua identità, esattamente quello che accade con la suite Stube. Un viaggio nel tempo che cavalca l’immaginifico e incontra la memoria, quella scolpita nei racconti che ne evocano il tessuto connettivo con il reale. Rivestimenti in legno originali e una sontuosa stufa di maiolica, nella zona living creano una sinfonia di arredi pregiati. Alchimia di bellezza che seduce al tatto e amplifica l’effetto sensoriale fino alla romantica camera da letto a bovindo. Il passato è fondale dal presente e il moderno interviene con una certa irriverenza nella stanza da bagno ma sempre nutrita da un innato buon gusto.

Castel Hörtenberg riflette i nostri desideri nello spirto di un ‘ospitalità autentica, calorosa capace di ridefinire un mondo unico e diverso nel quale la migliore qualità e la condivisone, si uniscono alla passione dei proprietari e di uno staff guidato dal direttore Stefano Noviello che fa dell’accoglienza la propria mission.

Un luogo dove secoli di storia racchiudono un appagante piacere capace di distendersi e rinascere musicalità contemporanea grazie alla scelta degli arredi e delle soluzioni architettoniche come la sinuosa scala da un corrimano in ferro battuto originale e finemente lavorato.  Anima soul che danza con le lampade moderne in ferro annerito ed i pavimenti in elegante resina sintetica. Tutto scivola morbidamente nello charme cesellato da sinfonie floreali che donano nuova evanescenza poetica agli ambienti unici.

Fascinazione senza tempo e atmosfera contemporanea
Alla fascinazione senza tempo del maniero si accorda l’ala nuova, una pulsazione dinamica e raffinata che nell’essenzialità delle linee dona alla guest house una appeal moderno calibrato in seduzione. Trait d’union il giardino che conduce alle tre moderne Superior Garden Suite. Il carattere del contemporaneo diventa urban vision e l’essenza delle Suite riverbera di minimalismo accogliente.

Qui, più altrove, la privacy, la riservatezza, è una costante che si ricompone di atmosfera contemporanea dedita al relax. E dall’oasi verde del giardino con piscina riscaldata alla Spa Hörtenberg il passo e breve.

 

Destination wellness per ritrovare nuova energia e nuova armonia psico-fisico. In un ambiente studiato per il benessere, i colori, le forme, l’illuminazione sono fondamentali e veicolano percezioni emotive che favoriscono quel senso di beautitudine che sconfina nel ritrovare se stessi. E la Spa Hörtenberg è una sospensione temporale realizzata in materiali naturali come il legno, la pietra, il vetro, dove ogni elemento è studiato nei minimi particolari, troviamo la classica sauna finlandese, la biosauna con vista sul verde, le docce cromatiche e una zona relax con parete realizzata in blocchi di sale rosa dell’Himalaya che purificano e rigenerano.

Piaceri che debordano quelli enogastronomici ad iniziare dal “Buongiorno” con la ricca colazione a buffet e deliziosi manicaretti caldi preparati al momento dallo chef pasticcere Berardino Aversa. Il lato dolce di Castel Hörtenberg è firmato dalle creazioni golose di Aversa. Creatività mediterranea che sfiora la tipicità regionale con ingredienti locali e nuove interpretazioni.

Gusto che indossa il velluto sonoro di una secolare cantina per serate conviviali tra wine, food e atmosfera. La superficie scabra di pietre a vista, tavoli in legno, barrique che rimandano la memoria al lento processo d’invecchiamento, tutto tra luci radenti e bagliori soffusi in un lirico paso doble con le emozioni.

Esperienza enogastronomica che ci consente di scoprire i vini della cantina toscana “Ampeleia” di proprietà della famiglia Podini, perfetti con un ottimo tagliere di salumi e formaggi tipici che inneggia al carattere altoatesino in un sunto armonico con le modulazioni del gusto internazionale.

Nel calice fluttua l’Alicante in purezza, setoso, maturo nei profumi di frutti rossi e spezie, intenso e con una progressione gustativa calda e appagante. Semplicemente il tempo scorre mentre la clessidra dei battiti interiori scolpisce il valore del momento. Sensazioni in crescendo con il vino che porta il nome dell’Azienda “Ampeleia” 100% Cabernet Franc, morbido, largo e profondo. Una poesia che persiste con versi fruttati, speziati ed una carica balsamica che si diffonde lentamente.

L’anima del tempo, le forme della storia, l’essenza del presente Castel Hörtenberg il diletto del vivere che sospende l’attimo.

Castel Hörtenberg
Via Monte Tondo 4 – 39100 Bolzano (Alto Adige/Italia)
Tel.: +39 0471 979 027 Fax: +39 0471 210600
www.castel-hoertenberg.com

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (15/02/2020)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1