Parkhotel Laurin, into the city into the heart

image_pdfimage_print

Parkhotel Laurin into the city in ogni senso. L’Hotel è l’epicentro culturale della città bolzanina, è meta gourmet per gli amanti della gastronomia, è luogo fashion, trend and chic per trascorrere momenti conviviali nel piacere della bellezza e della joie de vivre.

di Antonella Iozzo

Bolzano – Parkhotel Laurin, la storia si apre al presente. Tradizione, classe, comfort nel segno esclusivo della Famiglia Staffler, proprietaria da tre generazioni. Il Parkhotel Laurin quattro stelle superior, nel centro storico di Bolzano, a pochi passi da Piazza Walther e dal Duomo, è un ambiente elegante e raffinato che cattura lo spirito altoatesino e rilascia il calore dell’ospitalità.

Delicato e sobrio mix di arte, stile e suggestione del Novecento il Parkhotel Laurin è depositario e specchio di cultura e di un passato prestigioso che continua a flettere le coordinate della sua filosofia. Il Laurin, infatti, ospita una favolosa raccolta d’arte moderna e contemporanea, uno spettacolo artistico meraviglioso che con-vibra con la natura, il maestoso edificio ha un valore aggiunto molto prezioso: un parco di quattro mila metri quadri ricco di alberi secolari, roseti profumati, intimi salottini. Un oasi verde nel cuore di Bolzano che pulsa di romanticismo, relax e bellezza estetica grazie alle sculture di artisti contemporanei, come il nastro rosso “En-tra” dell’altoatesino Eduard Habicher. Nei mesi più caldi, il parco diventa anche abbandono sensoriale con la sua piscina riscaldata, just pure emozioni sulla superfice dell’acqua.

Parkhotel Laurin una lunga storia di amore, arte e dedizione 
Parkhotel_Laurin _RoomParkhotel Laurin una lunga storia di amore, arte e dedizione iniziata dal 1909, quando la famiglia Staffler, tuttora proprietaria, costruisce questa splendida dimora alberghiera all’insegna dell’innovazione, affidando il progetto ai fratelli architetti Ludwig di Monaco di Baviera. Piccoli ma geniali accorgimenti come sofisticati metodi di compressione per gli ascensori, segnali luminosi in tutte le camere ed efficaci sistemi antincendio, resero la struttura esempio di modernità innovativa proiettandola nel panorama europeo.

Ricerca che incontra la cura per il dettaglio, passione che segue di pari passo la storia: nasce la tradizione, essenza di qualità e bellezza, feeling capace di attrarre gli ospiti più illustri dell’Impero Asburgico e dei principati tedeschi come l’erede al trono austriaco Franz Ferdinand con la consorte Sophia Hohenburg e l’arciduca ed erede al trono Karl con consorte. Poi è la volta di Vittorio Emanuele III e Benito Mussolini, personaggi antitetici che determinarono fortemente il destino dell’Italia, ma inclini alla Bellezza cedettero allo charme del Laurin, ospitalità riservata, classe e professionalità sono state le armi che li condussero verso il calore di una dimora eccelsa. 

Parkhotel_Laurin _Room3Ogni guerra lascia laceranti ferite su persone e luoghi, fu cosi anche per il Laurin gemente sotto i duri bombardamenti. Tra il 1919 ed il 1920 il restauro, e come una Fenice rinasce dalle proprie ceneri ancora più splendente e moderno con lavandini nelle stanze da bagno nonché alcuni bagni di lusso e nel 1921/1922 ritorna ad essere meta molto amata dai turisti tedeschi. Gli anni bui della guerra ritornarono dal 1939 al 1943, quando Bolzano divenne bersaglio di numerosi bombardamenti che non riuscirono però ad abbattere la verve creativa e l’istinto alla ricostruzione della famiglia Staffler. Dopo solo tre anni i suoi saloni, le sue stanze, inondate di nuova luce accolsero nuovi ospiti figli dell’era industriale. Una nuova era varcava le soglie del Laurin portando con sé i segni del tempo: economia e finanza. Ripresa che vide molti accordi economico-finanziari siglati tra le sue storiche mura.

Bolzano, ormai è una città vitale e dinamica e dal piglio turistico sulle coordinate della cultura e della natura. Lo storico edificio del Laurin non può che entrare in scena, nei primi anni ’90 la sua completa ristrutturazione che ne esalterà l’anima, tracciandone il volto nelle forme dell’architettura. Lo stile Liberty è l’essenza primaria sulla quale vengono distesi armoniosamente tocchi di moderno design sia nelle camere che nel centro convegni, una superficie di 290 m2 che può contenere fino a 180 persone e offrire un servizio impeccabile. L’intera struttura è un prosieguo di melodie calibrate con gusto e sintesi decorativa, sempre nel pieno rispetto del mobilio esistente restaurato dalla falegnameria dell’hotel secondo le istruzioni dell’architetto Boris Podrecca.
Il Laurin entra nella storia è diviene storia, cultura, luogo dove il tempo consegna gli istanti ai posteri.

Parkhotel Laurin, fil rouge l’Arte

100 camere di cui 7 junior suite per un classico senza tempo che scandisce la scansione ritmica dello spazio. Fil rouge l’arte, le risonanze del primo Novecento, il calore del legno in tre varianti: ciliegio antico, ciliegio nuovo e laccato bianco. Sono arredi curati nei più piccoli dettagli, tutti opera della falegnameria di proprietà, tessuti di altissimo pregio e comfort che scivola nella funzionalità dell’ultima tecnologia. La semplicità quasi minimalista dell’arredo scandita da oggetti di design e piccole opere d’arte in ogni camera, muniti da didascalia e breve descrizione, definiscono ancora meglio l’essenzialità e scolpiscono il carattere del Parkhotel Laurin. Soggiorni d’autore luminosi e carichi di tensione emotiva che reinterpretano il moderno e il gusto di arredi realizzati su misura.

Il fascino del passato, dell’antico, è una costante al Parkhotel Laurin ed il caratteristico ascensore d’epoca, con comode sedute, ci riporta alle suggestioni dei primi del novecento, ai romanzi di Aghata Christie, fantasie e memoria s’intrecciano in un aurea di charme che vive sottopelle.

Sensazione che si amplificano al Laurin Bar con affreschi originali di Bruno Goldschmitt, risalenti al 1911, in perfetto Jugendstil, che raccontano la leggenda di re Laurino. Una delle più significative testimonianze dello stile Liberty in Alto Adige, tanto da essere menzionati nell’enciclopedia delle arti figurative Thieme/Becker.

Laurin Bar, al cuore delle emozioni, la passione jazz
Laurin_BarLaurin Bar, al cuore delle emozioni, la passione jazz. Da più di 20 anni ogni venerdì sera. “All that Music…!”, i concerti dal vivo con artisti di fama nazionale ed internazionale Ogni giovedì, invece, l’Aperitivo Lungo Six To Nine con DJ set, drink classici e specialità italiane sul buffet. Appena varcata la soglia una sensazione avvolgente scivola su di noi, comode sedute in pelle, tocchi di rosso e nero, la fiamma vivace del camino, l’allure di un’eleganza sopita nel tempo e quella cordialità che fa sentire ogni ospite a proprio agio. Fusion di stili per piacevoli scoperte anche da sorseggiare con cura grazie al barman Hannes Niedermair che delizia e sorprende anche il palato più esigente. Riservatezza e bagliori soffusi nella Smokers‘ Lounge climatizzata, nella quale si può degustare una svariata selezione di sigari, abbinata ad un buon whisky. Molto intimo, invece, l’antico salone delle dame, così chiamato perché un tempo le dame solevano intrattenersi dopo cena. Oggi è un scrigno tratto dalle pagine di un romantico romanzo ideale per piccoli meeting. Ma per chiunque voglia festeggiare organizzare un party, convegni o conferenze, il Parkhotel Laurin dispone di sale capace di accogliere ogni tipo di evento e di renderlo unico mettendo a disposizione la più moderna attrezzatura tecnologica ed uno staff altamente professionale.

Arte, musica, ospitalità e fine dining al Ristorante Laurin con le delizie gourmet dello Chef Manuel Astuto, talento capace di elevare al massimo livello la tradizione con creativa, sapienza ed inventiva.  Sala in stile Art Nouveau in perfetto feeling con la serie di quadri “Alberi in Sequenza” dell’artista altoatesina Marilù Eustachio, quasi un preludio scenico all’adiacente Sala degli Specchi, classicità e richiamo alla memoria.

Parkhotel Laurin into the city in ogni senso. L’Hotel è l’epicentro culturale della città bolzanina, è meta gourmet per gli amanti della gastronomia, è luogo fashion, trend and chic per trascorrere momenti conviviali nel piacere della bellezza e della joie de vivre.

La famiglia Staffler possiede  una seconda struttura di proprietà l’Hotel Greif, membro del gruppo Design hotels, un gioiello di contemporanea essenza tesa fra arte e design affacciato su Piazza Walter, come per dire la storia indossa il moderno e seduce gli appassionati di artistiche dimore.

PARKHOTEL LAURIN – Via Laurin 4 – 39100 Bolzano
Tel: 0471 311000 | Fax: 0471 311 148
Web: http://www.laurin.it/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (26/01/2015)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1