La guida The WineHunter Award online gratuitamente

image_pdfimage_print

Da oggi disponibile la guida The WineHunter Award online. La prestigiosa guida alle eccellenze enogastronomiche italiane selezionate dall’instancabile “cacciatore” e patron del Merano WineFestival Helmuth Köcher, è consultabile online gratuitamente.

Redazione

Oltre 2.500 etichette hanno ricevuto l’Award su più di 5.000 inviate per la selezione. E oltre 400 i prodotti gastronomici che si sono aggiudicati l’Award Rosso e Gold. C’è grande attesa per conoscere chi saranno i candidati The WineHunter Award Platinum.

È da oggi online la guida The WineHunter Award consultabile gratuitamente sul sito award.winehunter.it. Competenza ed esperienza alla base della “caccia al miglior vino e prodotto gastronomico” del WineHunter Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival (9-13 novembre 2018). Una ricerca costante intrapresa assieme alle sue commissioni d’assaggio, confermata dal sempre crescente numero di prodotti inviati in degustazione, e che proclama solo le migliori aziende enogastronomiche che parteciperanno all’esclusiva kermesse altoatesina.

Degli oltre 5.000 vini degustati, poco più di 2.500 sono entrati a far parte della guida; tra questi vini eccellenti 54 sono candidati all’Award PLATINUM, il marchio più importante della selezione, assegnato ai vini che si sono distinti per eccellenza e unicità. L’Award ROSSO è assegnato ai vini con un punteggio da 88 a 89,99 su 100; il GOLD a quelli con un punteggio da 90 a 94,99 e infine il PLATINUM premia chi ha ottenuto più di 95 punti su 100 e oltre.

I vincitori del PLATINUM sono sveltati solo nei giorni del Merano WineFestival. Non solo vino; la guida The WineHunter Award seleziona anche le eccellenze gastronomiche. Per il WineHunter Helmuth Köcher “Excellence is an attitude” ossia la sua visione del mondo del vino è rappresentata dall’eccellenza è in quest’ambito secondo lui è descritta da un’opera d’arte considerata un capolavoro indiscusso della pittura mondiale nei secoli: Il Giardino delle Delizie, trittico del pittore fiammingo Hieronymus Bosch operante nella seconda metà del 1400.

Nel capolavoro artistico sono affiancati da un lato Il Paradiso Terrestre con la creazione di Adamo ed Eva e dall’altro L’Inferno Musicale, nel mezzo raffigurazioni che fanno pensare al purgatorio. Per Helmuth Köcher l’opera possiede la forte espressione della sua visione del mondo del vino e rappresenta un parallelo col metro di giudizio con cui egli stesso attribuisce valore ai prodotti che degusta.

«L’opera rappresenta ciò che io cerco in un vino» spiega Köcher. «L’attribuzione del riconoscimento inizia quando si iniziano a distinguere i dettagli e le finezze (Award Rosso); poi, più si sale, si arriva alla qualità (Award Gold) e all’eccellenza, al Paradiso Terrestre (Award Platinum). Ma non bisogna dimenticare che si può anche cadere nell’Inferno Musicale, quando un vino ha dei problemi o non è di qualità».

 

Redazione
(17/08/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1