Al Lucerne Festival

image_pdfimage_print

Lucerne FestivalLucerne (CH) – Claudio Abbado inaugurerà il prossimo festival pasquale con l’Orchestra Mozart di Bologna, la sua nuovissima formazione orchestrale. Nikolaus Harnoncourt dirigerà il magnificat festivo del primo Handel e Bach, Andràs Schiff suonerà l’apice della messa in si minore di Bach, il King’s Consort ardirà un accoppiamento illuminante della composizione musicale del requiem di Michael Haydn e Mozart, e Mariss Jansons risponderà alle visioni ardite di Leos Jaàcek.
Si potranno vivere le rivelazioni musicali nel quadro contemplativo della c hies francescana con due squisite formazioni della scena dell’antica musica: l’Hilliard ensemble canterà la polifonia vocale di Tomàs Luis de Victoria e Giovanni Pierluigi da Palestrina, il Concerto Melante e il soprano francese Sandrine Piau suoneranno sonate, cantate e concerti spirituali del barocco tedesco sotto il motto << giubilate il Signore>>.
Nel 2012 Bernard Haitink trasmetterà in un corso maestrale di nuovo la sua esperienza ai giovani direttori d’orchestra di grande talento – e al pubblico interessato.

Claudio Abbado e la sua Orchestra Mozart, fondata nel 2001, imboccheranno nuove vie: nonostante suonino con strumenti moderni, riprendono degli impulsi della prassi d’esecuzione storicamente edotta. Il 24 marzo saranno eseguite la << Sinfonia di Liz>> di Mozart, il concerto per violino in la maggiore di Mozart con Isabelle Faust nonché la seconda sinfonia di Schumann. Mariss Jansons inaugurerà la residenza pasquale del klangkorper des Bayrischen Rundfunks con tre capolavori dell’Ottocento e del primo Novecento.

Il 30 marzo, si trovanop in programma la terza ouverture << Leonore>> di Beethoven e il primo concerto per violino di Bartòk con Vilde Frang. In seguito, la seocnd aparte della serata sarà dedicata a un lascito sinfonico, la quarta di Brahms.

Bernard Haitink e l’orchestra sinfonica del Bayerischen Rundfunk chiuderanno il festival prepasquale il 01 aprile con la quarta sinfonia di Bruchkner, la <<Romantica>>. La pianista portoghese Maria Joao Pires celebrerà dapprima un afesta di Mozart con l’abissale concerto per pianoforte in re minore KV 466.

Nikolaus Harnoncourt farà il preludio dei quattro concerti di coro il 25 marzo: insieme al Concentus Musicus Wien e al Arnold Schoenberg Chor ripercorrerà il viaggio di Handek verso l’Italia e contrapporrà tre opere sacrali, che il protestante compose per dei committenti cattolici a Roma, e l’impetuoso magnificat di Bach. Si udiranno bensì due requiem il 27 marzo: Robert King e il suo complesso The King’s Consort offriranno un’occasione rara di ascolto delle opere di Michael Haydn e Wolfgang Amadè Mozart in un immediato confronto. Andràs schiff si confronterà con la sua Cappella Andrea Barca il 29 marzo con un’opera al vertice della musica spirituale per eccellenza: con la monumentale messa in si minore, nella quale Bach trasse la somma della sua opera artistica di tutta la vita.

La Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks diretta da Martiss Jansons chiuderà il 31 marzo i concerti di coro con la << messa glagolitica>> di Leos Janacek. Jansons metterà in primo piano un colpo da maestro del giovane Beethoven, la Prima Sinfonia. In un concerto preliminare alal rappresentazione della << messa glagolitica>>, i giovani presenteranno delle proprie composizioni sulle confessioni di fede e di non fede, messe in musica nel corso di una laboratorio con dei musicisti del Bayerischen Rundfunks.

Il 26 marzo il concerto dell’Hilliard Ensemble condurrà in mondi sonori paradisiaci, concerto che abbina dei canti monodici di uan composizione musicale francese di requiem del seicento con sequenze a più voci tratti dalla liturgia dell ore e dalla liturgia funerale latina: Emersi dall’inchiostro dell’italiano Giovanni Pierluigi da Palestrina e da quella dello spagnolo Tomàs Luis de Victoria.

Un nuovo complesso dell’antica musica si è denominato dallo pseudonimo di Telemann << Melante>>, il Concerto Melante che si compone da membri de Berliner Phiharmoniker e dai famosi solisti della scena del barocco. A Lucerna si esibiranno per la prima volta il 28 marzo insieme a Sandrine Piau durante il quale saranno interpretati sonate, cantate e concerti spirituali da Georg Philipp Telemann a Johann Pachelbel.

Sensibilizzare il vasto pubblico con le sue rappresentazioni alle questioni dei diritti umani e sostenere dei progetti concreti dei diritti umani, questo è lo scopo dell’Human Rights Orchestra che si compone di musicisti e musiciste di orchestre europee di alto livello. Membri dell’Human Rights Orchestra proporranno il 25 marzo, nell’ambito del festival pasquale, un concerto speciale con giovani svizzeri: diretto da Alessio Allegrini, il solista cornista del Lucerne festival Orchestra, si interpreteranno da prima musica da Mozart fino a Nielsen, per rappresentare poi la prima di due nuove opere di paolo Marzocchi insieme a dei giovani. Queste opere saranno elaborate insieme al compositore italiano in un laboratorio.

Lucerne festival a Pasqua
Dal 24 marzo al 1 aprile 2012
Vendita Biglietti:
Diretta on line dal 05 dicembre 2011 ( www.lucernefestival.ch )
Per iscritto dal 5 dicembre 2011, Fax +41 (0)41 226 4485
Per telefono dal 12 dicembre 2011 , Tel +41 (0)41 2264480
Vendita al botteghino del KKl dal 24 marzo 2012

INFO: tel +41 (0) 412264443 – +41(0) 412264459

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1