Bad Schörgau e lo chef Mattia Baroni, sinergia di talenti

image_pdfimage_print

Bad Schörgau, Gregor Wenter e Mattia Baroni, unione d’intenti, sinergia di talenti in una notevole forza creativa che scaturisce dalla passione e dal desiderio di sperimentare ma sempre nel rispetto del passato e delle tradizioni. Una sana cultura del fare per far sognare.

di Antonella Iozzo

Val Sarentino (BZ) – Bad Schörgau, il respiro della natura, la calda ospitalità familiare di Gregor Wenter, il benessere a 360°, dalla cucina alla Spa, per una volta non in antitesi ma sintesi di un processo che rende il buono alleato della salute.

L’Hotel Spa Bad Schörgau, è un luogo intimo e discreto dove lo scorrere del tempo segue i ritmi del paesaggio circostante, la Val Sarentino.  Circondato da rigogliosi boschi e una sorgente di acqua ricca di ferro e zolfo, rivela la sua identità imperniata sulla stretta correlazione fra uomo e natura. L’acqua uno dei quattro elementi naturali fondamentali alla vita diventa alleata del benessere, dalla Spa arricchita con principi attivi di elevata qualità provenienti dalla natura che ci circonda, alle numerose fontanelle nel giardino dell’Hotel, pura vitalità da degustare in piena libertà.

Dalla trasparenza dell’acqua alla leggerezza del cibo, armonie in movimento che celebrano lo slogan “il benessere vien mangiando” grazie al concept dello chef Mattia Baroni che si basa sulle tecniche della fermentazione per ottenere cibi più sani e digeribili. L’esperienza di gusto si amplifica, raggiunge nuove livelli emozionali in un trasporto empatico che veicola l’intensità dei profumi verso consistenze sempre più equilibrate per poi raggiungere le frontiere del benessere rendendo la tradizionale proposta Silhouette-Gourmet Spa, ricerca evolutiva focalizzati sempre di più sui principi vitali della gastronomia.

Il cibo indossa la sua vera natura, l’essenza primaria di cui è composto e ne svetta le dinamiche in una danza armonica ecco allora che i suoi principi vitali divengono note preziose di benessere, salute in perle di bontà che lo chef con sapere e tecnica ha saputo preservare e al contempo renderla facilmente assimilabile e squisitamente coinvolgente per ogni senso con il processo della fermentazione. Sul podio resta sempre la materia prima.

Stare bene per sentirsi in armonia con se stessi e con gli altri, è un piacere che inizia eliminando le parole: “rinunciare” e “dieta” dal nostro nuovo stile di vita, sostituendole con il gusto della qualità oltre ogni ragionevole dubbio, sapientemente rilanciato in benessere e salute dalla competenza dello chef Baroni affiancata da un piglio creativo accattivante.

Il semplice atto del nutrirsi diventa esperienza gastronomica ogni giorno, esce dai soliti schemi e incontra il lato del piacere culinario. Rimettersi in forma L’Hotel Spa Bad Schörgau è joie de vivre tra convivialità e trattamenti Spa che riscoprono la vitalità delle nostre fibre più nascoste, è il copro che lo chiede e la mente esulta e ringrazia.

La rivoluzione delle idee gastronomiche che fermentano i pensieri dello chef Mattia Baroni hanno trovato casa al Bad Schörgau abbracciando la filosofia di Gregor Wenter, regalare ai suoi ospiti il soft touch della naturalità tra relax, comfort e accoglienza, per un benessere che ritorna armonia e serenità.

Bad Schörgau, Gregor Wenter e Mattia Baroni, unione d’intenti
Gregor Wenter e Mattia Baroni, unione d’intenti, sinergia di talenti in una notevole forza creativa che scaturisce dalla passione e dal desiderio di sperimentare ma sempre nel rispetto del passato e delle tradizioni. Una sana cultura del fare per far sognare.

La gastronomia rivela il processo della creazione nella fascinazione del suo percorso che coniuga principi antichi e tecniche moderne. Una fusion che genera qualità della vita, partendo dalla tavola perché se siamo ciò mangiamo, il cibo deve essere nostro alleato e uno chef come Mattia Baroni, educatore di un benessere non più concettuale ma fonte di energia e felicità dei sensi, dimensione aurea tra mente e corpo, equilibrio di gusto e leggerezza di un trionfo di sapori e fragranze in sintonia con la nostra salute.

Il metodo della fermentazione ha alla base un rafforzamento della carica enzimatica del prodotto che intensifica il suo sapore e ne potenzia la salubrità.  Lo chef Mattia Baroni, sviluppa al massimo queste tecniche in una costante ricerca affiancata dalla creatività. Dinamiche di un progetto che intrecciano chimica, scienza e conoscenza in una trama dove particolari muffe, zuccheri, proteine ed enzimi, divengono vettori dei quella materia che rinasce salute nel nostro piatto.

Natura e benessere non escludono il mondo dei vini al Bad Schörgau, con una cantina coordinata dal sommelier Daniel Drago di circa 600 etichette, incentrata per lo più sui vini naturali e biodinamici. Se il vino è sempre stato considerato un alimento, al Bad Schörgau trova la sua espressione più piena, non solo semplice abbinamento ai piatti ma valore intrinseco di un percorso che coinvolgendo i sensi rilascia il suo potenziale nutritivo.

Esperienze enogastronomiche come iniziazione al percorso salutare con il ristorante Alpes in perfetto stile altoatesino. Legno e pareti con pietra a vista che risvegliano una fascinazione sopita nel tempo. Il design funzionale e moderno abbraccia la tradizione con un segno poetico denso che racconta il continuum con il vissuto. Fermentazione è la parola chiave del menu che propone piatti creativi come “Bruschetta – Paté di Carne, Pomodori verdi e Basilico”, dove mai si direbbe che la lucentezza del pomodoro ha un cuore paté. Da provare il “Risotto con kefir fatto in casa, ortica e salmerino affumicato”, contrasti e consistenze che si evolvono in profondità.

Intensa delicatezza invece “Assoluto, Tortellini e Brodo di Radici”, solo estratto di radici, solo la forza della natura, solo la usa essenza diventata gusto pieno e armonico.  Ma per chi ama vivere step by step l’intenso operato dello chef e della sua brigata, in un suggestivo face to face, un nuovo spazio prende forma. Un corner dove la vera protagonista è la sperimentazione evocativa del processo culinario by Mattia Baroni “La-Fu-Ga”, perché si tratta del laboratorio per la gastronomia del futuro. Un menu a sorpresa delizierà gli ospiti che assisteranno alla creazione delle portate, ma potranno essi stessi interagire con la brigata e allo tesso tempo scambiarsi opinioni con gli altri commensali nello spirito della convivialità. Un percorso che inizia con un brindisi nel bar dell’albergo, prosegue in giardino e culmina al tavolo dove le idee si animano in volute di gusto.

Bad Schörgau, ogni trattamento alla Spa è un estensione di tempo
Il gusto del benessere al Bad Schörgau trova una nuova dimensione con la Spa, purificare il corpo con l’aiuto delle più moderne tecniche, prodotti all’avanguardia e con menu dedicati, che non escludono la piacevolezza coinvolgendo ogni papilla gustativa, ridefinisce le coordinate del benessere psico-fisico e riaccende il desiderio di stare bene per sentirsi in sintonia con noi stessi e con gli altri.

Ogni trattamento alla Spa è un estensione di tempo sublimata dalla professionalità di Milo, ritrovare energia, rigenerarsi non è più un miraggio ma il reale tangibile. Ambiente armonico nella sinuosità della curva, il candore del bianco in stretta correlazione con il legno lo rendono particolarmente rilassante. Dalla piscina esterna, riscaldata, un elessi immersa nel verde del bosco che impera intorno a noi, alle saune fino alla sala relax, fino ai bagni di fieno, un’oasi che allontana lo stress e ci trasporta oltre le vetrate, tra la tensione dell’infinto e l’abbandono sensoriale. Ma prima i trattamenti di disintossicazione e rivitalizzazione del corpo, estremante avanzati. Mai prendersi cura di noi è stato così rilassante e dolcemente etero ad iniziare dalla Vasca Nuvola – float system: Phyto-fangoterapia, trattamento innovativo di galleggiamento che favorisce un completo relax corpo-mente. Acqua tonificante che regala momenti di distensione al corpo e ci conduce alla Vasca Unbescheiden: Idro-aromaterapia getti d’acqua, e punti luce in 8 colori mutevoli offrono il massimo relax, per giungere poi alla Iyashi Dome – modulo detox giapponese, senza dimenticare la Doccia Charcot – Hydro Jet e al FOOT DETOX® System – pediluvio elettrolitico.

 

Un luogo magico e incantato dove l’immaginazione si apre al mistero
Trattamenti altamente professionali e prodotti unici come i prodotti della Linea Trehs che sviluppa il binomio tecnologia avanzata e tradizione, il risultato è un’ovazione di leggerezza ed energia che entra subito in empatia con le persone. Si parte dal luogo dalla Val Salentino e si scelgono gli elementi identificativi: Pino Mugo e Legno Lunare, si prosegue con il Fieno di Alta Montagna dell’Alpe di Siusi e con l’Acqua di Vite delle vigne della cantina Manincor. Dietro ogni ingrediente un racconto dal sapore evocativo, memoria e vissuto, tradizione e innovazione in un lirico accordo che sboccia in nuova bellezza sulla pelle.
È una sinfonia che sprigiona la sua vera essenza, una musicalità che avanza spedita dal Pino Mugo. La sua energia è il suo carattere il suo “mood” imperante che giunge la nostra sensibilità e ne plana gli effetti. È la voce della natura orchestrata dalla ricerca nel rispetto del suo essere. Per sentirne appieno l’origine basta esplorare il paesaggio intorno a Bad Schörgau, una passeggiata nel bosco fino a giungere sul Monte Risco, il Groaßn Reisch, abitato da centinaia di omini di pietra immobili e silenziosi, i famosi Stoanerne Mandln. Un luogo magico e incantato, dove l’immaginazione si apre al mistero e l’energia dell’universo ritorna foriera del suo potere primordiale.

 

Leggende raccontano di streghe che qui compivano i loro riti, su tutte prevale la vecchia strega della Val Sarentino, Trehs®, e la suggestione di un fascino mistico avanza in noi carico dell’energia rilasciata dal Pino Mugo.  Natura, forza, purezza, sono queste le caratteristiche del Pino Mugo, una delle più antiche piante medicinale usate nella Val Sarentino, non solo contro i reumatismi, la gotta, le contrazioni muscolari e i disturbi vascolari, ma anche per migliorare il clima degli ambienti interni, nell’acqua del bagno, nelle gettate di vapore in sauna e per impacchi benefici.

Le fragranze amaro-resinose delle conifere modulate accompagnano il nostro viaggio verso paesaggi dell’anima inesplorati per poi rivelarsi avvolgente carezza cosmetica grazie alla linea di prodotti cosmetici Trehs®, dal nome della vecchia strega, tutti a base di olio essenziale di pino mugo. Ed è qui a Bad Schörgau che l’Azienda Trehs®, ha la sua sede ed è qui che la forza, il calore, l’energia del legno avvolgono ogni ambiente rendendolo microcosmo di emozioni e sensazioni rigenerative per ogni ospite.

Entrare nel mondo Trehs® è come respirare la forza e l’asprezza della natura, tipica della zona alpina. Legno che ritroviamo nel vecchio fienile, posto proprio accanto, restaurato integrando tecniche e materiali tradizionali con l’innovazione.

Il risultato è una sorprendete location ideale per eventi aziendali, privati come coinvolgenti cooking show grazie ad una splendida cucina dal design fuzinale e moderno,  circondato da un meraviglioso paesaggio naturale con vista sulla cima Forcella.

Bad Schörgau si lascia vivere, avvolgendoci lentamente nel suo carattere sincero dettato da uno spirito familiare e da una concezione easy e friendly del relax. Tutto scorre nel ritmo lento della piacevolezza e della semplicità, se il giardino all’ingresso è un preludio all’incanto della natura, la lobby ampia e spaziosa è un trionfo di arte e bellezza nel riverbero del legno.

Caldo, silenzioso, profumato diventa il let motive di un design moderno e carico di vissuto per poi divenire essenzialità confortevole nelle 22 camere e suite.

Lo spazio profuma di legno alpino, l’aria rilascia il carattere della montagna, la modernità degli arredi rivela la cura per i dettagli e il perfetto feeling fra linee moderne essenziali e atmosfera semplice e bucolica. Comfort e tecnologia, luminosità imperante e quiete musicale, in un elogio di classicità reinterpreta in chiave contemporanea.

Il senso della tradizione veste i dettagli e il tempo ne tramanda il calore con un ospitalità che unisce la passione di Gregor Wenter per la struttura, sentita, amata e vissuta come la propria casa,  e per il territorio che l’accoglie. Una dimora dove la cosa più preziosa è la condivisione in una continua sospensione temporale di attimi da gustare in perfetta armonia.

Hotel & Restaurant Bad Schörgau
Putzen-Pozza, 24, 39058 Sarentino BZ
TEL. 0471 623048
https://www.bad-schoergau.com/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (19/06/2019)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1