Hotel Les Trois Couronnes. Romantic Palace

image_pdfimage_print

Hotel Les Trois Couronnes, Vevey, nella spaziosità delle camere cariche di un’affascinante allure d’epoca Inspiration Mood. Lo straordinario comfort e l’incomparabile fascino di una carezza sulla pelle dell’anima ci conducono all’alta professionalità della Puressens Spa e ai trattamenti per il viso Joëlle Ciocco, distensioni paradisiache

di Antonella Iozzo

Les-Trois-Couronnes-nuit
Les-Trois-Couronnes-nuit-Vevey

Vevey (CH) – Hotel des Trois Couronnes – Puressens Spa per un’esperienza sensoriale unica in un luogo dedito al relax, alla bellezza e alla serenità, Vevey un sogno vestito di luce e di fascino sul lago di Ginevra. In questa meravigliosa cittadina tra Losanna e Montreux dove lo sguardo spazia sui vigneti di Lavaux, patrimonio dell’UNESCO,  si trova l’Hotel des Trois Couronnes,  letteralmente proteso sulle rive del lago e in perfetta sintonia con esso si riallaccia alla dimensione del luogo e al proprio passato storico.
È come se il mondo scoprisse una deliziosa combinazione d’intimità e romanticismo, una volta varcata la soglia dell’Hotel des Trois Couronnes, splendida dimora, dove la storia e il vissuto rinascono cadenza di charme ed esclusività.

Da semplice locanda in Rue du Simplon, gestita dal signor Monnet a simbolo di stile, quando venne ricostruito nel 1842, dopo che la famiglia Monnet aveva acquistato, successivamente, demolito l’ex Château des Belles-Truches, l’Hotel des Trois Couronnes aveva alle spalle due secoli di classe e di eleganza riconosciuta in tutto il mondo.

Les-Trois-Couronnes-Marbled-lobby-3Terza residenza più antica della Svizzera, location d’eccezione per l’alta società, mantiene intatto lo splendore del tempo tra proporzioni spettacolari e lusso gentile, un’ode alla versatilità giocato con la luce e il marmo in una danza prospettica che sia apre dalle colonne in stile dorico che seguono una sequenza armonica nella hall. Un immenso rettangolo, quasi un cortile interno dove morbide sedute, un pianoforte, una deliziosa fontana, un romantico camino, ricreano l’ambiente con dedizione filologica nel rispetto dell’originale. Fin dal primo impatto l’attenzione ai dettagli capace di orchestrare un contesto armonioso si rivela superlativa. Dal classico all’ardire contemporaneo i toni sono ammorbiditi con tocchi preziosi di antico, niente ferisce lo sguardo e il check-in diviene pausa di convivialità che termina con un drink di benvenuto in terrazza al Bar Veranda. Ed è proprio il caso di dire: luce sulle emozioni, spazialità infinita affacciata sul lago che dirompe nell’iride e accende il desiderio. È poesia, è magia, è realtà di un’istante che rimarrà scolpito nella memoria. È il preludio di un’ospitalità attenta, discreta e cordiale, dal sorriso al gesto, solo pennellate di buon gusto e savoir faire che può condurre fino ad una deliziosa bottiglia di vino in silenziosa attesa in camera: Epesses Gran Cru Antoine Bovard, un vino che esprime tutte le caratteriste del terroir, riflessi dorati brillanti, vivace, tonico, di grande equilibrio e dinamico.

 

Percorrendo i corridori o salendo per la scalinata, in ferro battuto, si nota subito l’essenzialità decorativa, ottenuta evitando i contrasti cromatici, i pattern delle carte da parti, la congestione di arredi, semplicemente è una misurata eleganza in empatia con il sentiment.

L’equilibrio sposa la simmetria
Les-Trois-Couronnes-Deluxe-lake71 camere, di cui 16 suite e 9 junior suite che invitano ad entrare, a vivere il comfort e il relax a cinque stelle condividendo la dimensione regale del fascino e della cordialità. Tra classicità e modernità, il design si snoda tra nobili tessuti, arredi raffinati, linee pulite, anzi sembra un tributo al tempo passato guidato dal calore e dal comfort per un’allure che non è mai algido o rigido.  L’equilibrio sposa la simmetria facendoci sentire a proprio agio, felicemente rilassati rimandandoci a un tempo passato, quando imperatori, sovrani, conti e contesse, musicisti e compositori, trascorrevano all’Hotel des Trois Couronnes un periodo d’intima, sublime essenza conciliando spirito e corpo.

Bilanciamento e senso dello spazio hanno guidato il restauro nel 2000 e la successiva aggiunta di 16 nuove camere alle 55 già esistenti. Mirabili tocchi di modernità, sensazione di luce e ariosità e dettagli dal gusto elitario. E se le stanze più recenti si vestono di fashion sulle ali della grazia, il tributo alle epoche lontane impreziosisce la simmetria assoluta con un accento deluxe e un effetto new romanitc. Sono forme avvolgenti di pura convivialità perché il vero lusso ama la naturalezza di uno charme autentico l’Hotel des Trois Couronnes.

Les-Trois-Couronnes-Junior-Suite-CityNella spaziosità delle camere cariche di un’affascinante allure senza tempo, il camino sembra preservare una bellezza antica per un layout che intende comunicare poesia e spiritualità. Una cornice esaltata dalle più moderne tecnologie con accessori e arredi a misura di desiderio. Fusion di stile capace di toccare mente e cuore. È un carezzevole soft dalla suggestione chic che descrive intense atmosfere. Inspiration Mood che fluttua in raffinate, confortevoli ed eleganti stanze da bagno, dove il benessere e il piacere con-vibrano di quiete musicale.

Arte e scienza per la Puressens Spa e Joëlle Ciocco
Lo straordinario comfort e l’incomparabile fascino di una carezza sulla pelle dell’anima ci conducono all’alta professionalità della Puressens Spa che ha aperto le sue porte nel 2002 e dispone di 9 cabine dedicate ai trattamenti corpo, massaggi e trattamenti per il viso Joëlle Ciocco, in esclusiva per la Svizzera. Dal 2011 la Puressens Spa, all’interno della Destination Spa, ha ampliato le prospettive della bellezza ridefinendo gli orizzonti del benessere per una clientela regionale e internazionale ricercata, molto attenta all’equilibrio psicofisico e all’essenza estetica che trionfa nelle forme del benessere a 360°, basata sul concept “Corpo, Spirito e nutrizione”. Puressens Destination Spa, offre, infatti, ad ogni cliente un pacchetto trattamento specifico, personalizzato: Pure Detox, pura bellezza, Pure Balance, puro benessere e /o pura perdita di peso. Questi trattamenti saranno accompagnati da deliziosi menù bilanciati preparati dallo chef seguendo le direttive del dietista. Trattamenti d’eccellenza che sublimano la rinascita dell’essenza vitale. Il risultato è un intenso, assoluto e inarrestabile politeismo della bellezza.

La collaborazione esclusiva tra Puressens Spa e Joëlle Ciocco e all’apice della fama mondiale per il suo lavoro scientifico è il plus di un viaggio verso l’impalpabile bellezza estetica della pelle. Arte e scienza in perfetta simbiosi ripristino l’equilibrio di ogni singola epidermide ottenendo mirabili risultati anti-invecchiamento. Partendo dell’ecosistema, dalla genetica dalla memoria, quindi dal vissuto di ciascuno di noi, si sviluppano trattamenti medico-estetici unici e sorprendenti. Quando l’arte scolpisce il tessuto connettivo della scienza e della tecnica ogni pelle diviene capolavoro unico carico di energia vistale e fascinazione. Una clientela sempre in crescendo è il testimonial senza tempo di un risultato come tributo eterno all’istante.

Distensioni paradisiache che continuano sulla superfice dell’acqua, 24 metri di piscina con musica sub-acquatica è il luogo ideale per ritrovarsi con se stessi, una vasca idromassaggio, bagno turco e una veranda dove si può riposare godendo di una vista eccezionale sul lago e sulle montagne, invitano al relax e alla serenità.

Sottile arte del vivere
Les-Trois-Couronnes-Gastronomic-restaurantSottile arte del vivere sublimata dal Restaurant le Trois Couronnes, cucina mediterranea preparata con prodotti locali dallo Chef stellato Lionel Rodriguez. Raffinata, creativa, semplice e gustosa invita ad esplorare un delizioso menù che diverrà esperienza sensoriale da ricordare. Una accurata scelta di vini accompagnano le proposte delle Chef. È come se una magnifica isola di sapori venissero orchestrati seguendo la naturale declinazione di ogni ingrediente per un’esplosione di gusto in linea con il benessere. Ambiente elegante, sobrio dove le tinte neutre cesellano la radiosità della vista sul lago. Circondato da palme, platani e ulivi anche il Restaurant Le 3C è una location informale dove la freschezza dei pianti è il controcanto al piacere del convivio.

L’eleganza di un passato indimenticabile rivive in una pulsazione culturale che rilascia pennellate di memoria lastricate dalla sublime tensione del tempo. È un viaggio a ritroso che svela emozioni e sensazioni di illustri personaggi che all’Hotel des Trois Couronnes hanno trovato il fascino magico, l’armonia perfetta per vivere giorni indimenticabili segnati da un servizio e da un’ospitalità ineguagliabili, giunti inalterati fino a noi.

Les-Trois-Couronnes-Sharing-is-caringSono tanti gli aneddoti che evocano lo spirito del luogo scrivendo nelle pagine della nostra anima romanzi in un sol gesto, liriche architetture fra passato e presente. Le corti del mondo amano Vevey e l’Hotel des Trois Couronnes, qui, trovano l’aurea espressione dei loro sogni e dei loro desideri ed è così che nel 1859, quattro anni dopo la morte del marito, lo zar Nicola I, l’Imperatrice Alessandra Feodorovna di Russia trascorse in Hotel diversi mesi. In seguito, nel 1878, in memoria delle loro due figlie, una delle quali morì a Vevey, il conte e la contessa Pierre Shuvalov, amici dell’imperatrice, hanno voluto che si edificasse, a proprie spese, una piccola chiesa russa con la cupola dorata seguendo i progetti elaborato a San Pietroburgo.
Regnanti come sua Maestà la Regina Olga di Grecia, il Maharajah di Indore Holker, Guglielmo III, re dei Paesi Bassi, la principessa Marie-Louise d’Inghilterra, il re Ibn Saud passando da Vevey hanno deciso di fermarsi per il tè sulla terrazza, definendo  Le Trois Couronnes un sogno da mille e una notte. Ma qui hanno torvato l’ambiente idelae al loro mood moltissime personalità illustri, personaggi famosi, artisti e musicisti come Camille Saint-Saëns e Ignacy Paderewski che nel 1913 suonarono la Polonaise per due pianoforti nel salone dell’hotel, una foto storica presso la reception ricorda l’evento carico di suggestione.

Les-Trois-Couronnes-By-nightE ancora nel corso degli anni Pyotr Ilyitch Tchaikovsky, Sacha Guitry, Isaac Stern, Arthur Rubinstein, Charles Gounod che qui compose il Faust. Ed ancora Sacha Guitry, Gary Cooper, Sacha Guitry, lo scrittore Henry Jamesche ha scelto le Trois Couronnes come scenario per il suo romanzo “Daisy Miller”, poi, ripreso da regista il Peter Bogdanovich nel film tratto dal romanzo, con l’affascinante Cybill Shepherd.

L’elenco sarebbe troppo lungo quasi note infinite di una partitura punteggiata di stelle, di celebrità nella costellazione di un Hotel che è storia, tradizione, luxury, charme, classe. Un’icona incastonata nella bellezza della Riviera Svizzera e nel palcoscenico delle dimore storiche dell’intera regione.

Arte e cultura in tutte le sue sfaccettature che continua con concerti di mucica classica e jazz legati ai maggiori Festival come il Montreax Festival, mostre fotografiche e di pittura, un susseguirsi di effervescenza creativa che fluttua nelle sue meravigliose sale come il Salone da Ballo, romantica evocazione di una Belle Époque che ritorna come cornice di un evento sulle nuance di una sensualità che esercita grande suggestione che collima la melodia del lago

Hotel Les Trois Couronnes 
Rue d’Italie 49 – CH-1800 Vevey
Tel. +41 21 923 32 00 – Fax +41 21 923 33 99
http://www.hoteltroiscouronnes.ch/home.php

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (19/09/2015)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1