Resort Borgo San Felice, l’anima del tempo

image_pdfimage_print

Resort Borgo San Felice, la tradizione entra in scena e conferisce valore alla funzionalità in un’emozionante e luminosa variazione del tuscany style. Appena si giunge al Borgo è come entrare in una favola, il valore del tempo cambia, si dilata, il respiro della natura rilascia serenità … 

di Antonella Iozzo

Resort-Borgo-San-Felice-palazzo-notte
Resort-Borgo-San-Felice-Tuscany

Castelnuovo Berardenga (SI) – Resort Borgo San Felice, tra istinto e immaginazione, il risveglio di una bellezza sopita nel tempo incastona sogni e desideri lasciando fluire il respiro della storia.
Situato nel cuore del Chianti Classico, a pochi chilometri da Siena e da Castelnuovo Berardenga, è il luogo ideale per esplorare e vivere le colline toscane. Impressioni et souvenir di un landscapes quasi dipinto dalla natura. Rilassanti vedute, ma anche boschi tra i ripidi monti dell’Alto Chianti, un paesaggio che cambia rapidamente rilasciando allo sguardo sensazioni cangianti, emozioni in divenire, prospettive aperte di un attimo eterno che attraversa la nostra vita, adesso intorno a Borgo San Felice. Vigneti e filari d’ulivo si alternano come in una visione bucolica ritratta da Manet, poi d’improvviso la pennellata rivela il Borgo, pietre antiche narrano il passato e il domani, inaspettatamente intesse un prezioso dialogo con il futuro anteriore in mezzo a noi.

Il legame con il suo ricco passato è vivo pulsante in ogni angolo del Borgo, ed è come se il suo accurato restauro raccontasse e insieme svelasse codici interpretativi inediti, documentati fin dal 714 D.C. . E’ un lunghissimo percorso a ritroso carico di fascino e suggestioni, leggende e storiche realtà che affondano nel Medioevo, quando il Borgo diventa scenario delle furiose guerre tra Siena e Firenze. Oggi camminando nella quiete del luogo, la nostra mente sembra rapita dal tempo, è una sensazione di sospensione lastricata di pagine intrise di sete, di potere e nobili famiglie, proprio come la famiglia nobiliare dei Taja, senese d’origine, a partire dal XVIII secolo diventa Signoria del territorio e si stabilisce nella casa padronale nel cuore di Borgo San Felice. È l’epicentro di un quadro in movimento, di una scenografia che presto si muta in vita quotidiana, in realtà fatta di viuzze, piazzette e della pieve romanica. L’anima del Borgo inizia a pulsare, il suo battito scandisce i secoli e giunge fino ai nostri giorni.

Borgo San Felice, l’anima del tempo
Resort-Borgo-San-Felice-entrata-nuovo-frantoioBorgo San Felice, l’anima del tempo in un’oasi di pace e serenità. Siamo nel 1991 quando Il Gruppo Allianz, leader mondiale nell’offerta di prodotti e servizi assicurativi, bancari e finanziari, decide di trasformare il Borgo in un albergo diffuso che entra subito a far parte della catena Relais & Chateaux. Il restauro, curato fino all’ultimo dettaglio, ha assecondato l’imprinting mantenendo gli elementi preesistenti, esaltando le caratteristiche architettoniche degli antichi palazzi e seguendo i suggerimenti del genius loci. Dalle case in pietra alla cappella fino alle stradine, ogni cosa è un intreccio di memoria ed evocazione, di storia e felicità progettuale planata dal rispetto per il passato e dal sentimento. Antiche visioni, nuovi orizzonti. L’infinito nel presente di Borgo San felice continua a sorprenderci regalandoci emozioni uniche e momenti irripetibili. Arte dell’ospitalità, charme, eleganza discreta, è questa la triade di un luogo che non ha uguali e che riesce a far sentire ogni ospite speciale.
Borgo San Felice la storia del Medioevo cammina insieme a noi in una versione country e chic, quasi naturali declinazioni di una bellezza autentica che rintraccia il carattere del tempo e ne flette le armonie nelle molteplici espressioni dell’arte del vivere. Circondato da 140 ettari di vigneti di proprietà 33 camere e 20 suite dislocate nei diversi palazzi del villaggio accolgono gli ospiti con naturale charme e comfort.

 

Ogni camera è un preludio di felicità, tante suggestioni sensoriali raccontano, attraverso mobili d’epoca di artigianato toscano e tessuti pregiati, l’eleganza, la classicità, lo charme. Pulizia formale nelle linee e nelle forme per esaltare lo splendore della tradizione, la preziosità degli intarsi, il valore delle maioliche toscane che rivestono le stanze da bagno. La tradizione entra in scena e conferisce valore alla funzionalità in un’emozionante e luminosa variazione tuscany style, discreto e sobrio.

Camere come ritratti d’artista
Resort-Borgo-San-Felice-junior-suiteAtmosfera romantica, soft touch e meticolosa cura per i dettagli c’immergono nell’allure delle antiche dimore signorili chiantigiane. Dalla Suite Loggia di 120 mq con due camere da letto, salotto e terrazza privata, ai 60 mq delle Suite con ampio living passando per le Camere Deluxe e Classic ognuna un capolavoro di raffinata intimità e poetica estensione del relax. Camere come ritratti d’artista dove i colori e la ripartizione spaziale, che rispecchiano sempre la pianta originale, creano insolite composizioni creative ma anche piccole differenze da una camera all’altra, variazioni su tema che vanno vissute per entrare in sintonica con lo spirito del luogo. Tinte pastello e toni accesi per armonici contrasti che vivono il presente, rimandano al passato e inducono al sogno. Trame d’epoca che dialogano con la più moderna tecnologia come wirelessWI-FI, televisione LCD, canali satellitari, aria condizionata.

Ma il plus di Borgo San felice è l’ospitalità, lo staff. Giovane, attento, solare, attento ad ogni esigenza dell’ospite. Appena si giunge al Borgo è come entrare in una favola, il valore del tempo cambia, si dilata, il respiro della natura rilascia serenità, il sorriso del personale è in sintonia con il luogo e il breve tour guidato del villaggio è una meravigliosa promanade in un romanzo d’epoca, dove la Cappella, dalle magnifiche vetrate, è perfetta per eventi unici, mentre la chiesa sconsacrata è uno scrigno d’arte, favolosa cornice per suggellare in un clic fotografico l’attimo sospeso in un soffio di vitalità. Proseguendo percepiamo lo zampillio della fontana che risuona di quiete musicale mentre la piscina appare come una superficie liquida dove i nostri desideri sembrano increspare o distendere l’acqua.

 

Relax a cinque stelle che raggiunge il gusto con il Bar della Piscina per un pranzo o uno snack informale sotto il pergolato. Il piacere scopre nuove dimensioni e materiali ricercati e classici del design interpretano l’informalità elegante del “Bar gli Archi”, accoglienti e rilassanti salottini e un caldo caminetto nei mesi più freschi, creano l’atmosfera giusta per momenti da dedicare a noi stessi, leggendo un buon libro, degustando un calice di vino oppure giocando a biliardo, un meraviglioso tavolo da biliardo è, infatti, a disposizione degli ospiti per feeling tra mente e cuore. 

Tuscany Pleasure
Resort-Borgo-San-Felice-centro-benessereNell’intimità di Borgo San Felice il centro benessere si apre come un continuum di sensualità, piacere e bellezza. 350 mq dedicati al mondo dei sensi e alla cura del corpo, con massaggi, sauna, bagno turco, docce emozionali e vari trattamenti.  Il Centro incarna la visione del Dottor Paolo Vranjes, cosmetologo, farmacista e chimico che dal 1983 si occupa di bellezza, benessere e cosmesi.

È una vera e propria esperienza multi sensoriale che ci trasporta nel concetto di “Tuscany Pleasure”, ovvero trattamenti a base di olio e vino. È la natura che ci vinee incontro e l’identità di questa terra che modella il benessere a nostra immagine e somiglianza, infatti, nella maggior parte dei trattamenti si utilizzano, per esempio, impacco all’olio d’oliva, impacco e tonico all’estratto di olive verdi, gelatina esfoliante alle uve rosse, crema al mosto di uve rosse.

Borgo San felice regala ai suoi ospiti anche un’insolita esperienza estetica e gastronomica attraverso i suoi due ristoranti, Poggio Rosso e La Terrazza di San Felice. Due versioni dello stesso concept: territorialità, tradizione, rivisitazione di piatti tipici. 

Resort-Borgo-San-Felice-poggio-rossoSotto la guida dello chef Francesco Bracali, due stelle Michelin, lo chef Alessandra Zacchei, ispirata dal suo talento, dalla natura che la circonda e dalla qualità dei prodotti della regione, propone una sinfonia gastronomica di altissimo livello. Il Ristorante Poggio Rosso, servizio impeccabile, ambiente raffinato che rilancia ricordi bucolici, propone piatti come opere d’arte, grandi classici e innovation style sublimano la materia prima, per una fascinazione del palato o meglio di tutti i sensi, senza eguali.

Il Ristorante La Terrazza di San Felice, invece, presenta lo spirito rustico della cucina toscana, con il suo splendido giardino, perfetto per la stagione estiva, è un invito alla convivialità, alla gioia del gusto, è una cucina che legge il passato e invita gli ospiti a scoprire una cultura culinaria semplice quanto antica. Su tutto i vini dell’Agricola San felice.

Wine Passion Agricola San Felice
Resort-Borgo-San-Felice-degustzioneSono 140 gli ettari destinati a vigneti che circondano il Borgo, vitigno principe, naturalmente, il Sangiovese, da corollario Pugnitello, Merlot, Cabernet Sauvignon, Colorino, Petit Verdot, Chardonnay, Sauvignon Blanc, Trebbiano e Malvasia del Chianti Classico.
Come un’armonica partitura, ospitalità e attività vinicola s’integrano alla perfezione e il Borgo diventa pulsante, vivo. Sensazioni agresti e sospensioni temporali collimano in una tavolozza cromatica che rilascia colori e profumi autentici. Nella moderna cantina si avverte un fraseggio ampio e brillante che detta i grandi spazi aperti, dove botti, tonneaux e barrique ordinatamente in fila cadenzano le fasi dell’invecchiamento. In una lineare sintesi prospettica il fascino del passato, rappresentato dalla botte più antica, comunica con la modernità della botte più nuova. Razionalità in rosso mattone che confina con gli ampi spazi dedicati alla vinificazione e fermentazione. Percorso che culmina con la sala degustazione: teatralità scenografica misurata, muri con pietra a vista, tavolo centrale che rimanda il pensiero alle feste medievali, ma i veri protagonisti sono i vini San Felice. 14 etichette di grande spessore che rilasciano fragranze, sentori, profumi di toscana nella naturale declinazione dell’Agricola San Felice, dal San Felice Chianti Classico Docg, al Grigio Chianti Classico Riserva, dal Poggio Rosso Chianti Classico Riserva, al Vigorello Toscana Igt e ancora San felice Gran Selezione, In Pincis Vin Santo del Chianti Classico Doc. Danza fra tradizione e passione in un calice d’intense vibrazioni. Borgo San Felice, accende le emozioni, ridefinisce l’arte del vivere.

Hotel Borgo San Felice
Telefono 0577/3964 Fax 0577/359089
Località San Felice- 53019 Castelnuovo Berardenga (Siena)
http://www.borgosanfelice.it/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (21/09/2015)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1