Dolcezze padovane sotto l’albero

image_pdfimage_print

Fior d’Arancio Colli Euganei docg e Friularo di Bagnoli docg saranno i vini delle feste in Lombardia

Fior-d-aranacio-colli-euganiParte da Milano e raggiungerà tutta la Lombardia l’originale proposta natalizia firmata dalle Docg Padovane. Dal 3 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014, in 15 rinomate enoteche delle provincie lombarde, sarà possibile scoprire e farsi conquistare dal Fior d’Arancio Colli Euganei docg e dal Friularo di Bagnoli docg, le due Denominazioni d’Origine Controllata che da pochissimo si fregiano della G. di Garantita.
Due produzioni vinicole d’eccellenza ma poco conosciute, che saranno il perfetto regalo natalizio dedicato ai gourmet della Lombardia, grazie all’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Padova, dal Consorzio Tutela Vini Colli Euganei e dal Consorzio Tutela Vini D.o.c.g. Bagnoli Friularo.
Per tutto il periodo delle festività, infatti, in 14 enoteche della regione, la D.o.c.g. del Gattamelata e la D.o.c.g. del Santo, nelle diverse declinazioni, saranno abbinate a ghiotte proposte di assaggio firmate da “D and G Patisserie” di Padova, premiata dal Gambero rosso nella guida Bar d’Italia 2014 come miglior locale.
Nelle enoteche aderenti all’iniziativa, fino all’Epifania sarà quindi possibile trovare le pregiate confezioni natalizie dedicate alle “dolcezze padovane” in due differenti versioni: la D.o.c.g. Colli Euganei sarà infatti abbinata con il panettone artigianale al Fior d’Arancio passito, mentre la D.o.c.g. Bagnoli farà coppia con le Praline al Cru Mexico Friularo.
Piccole produzioni di nicchia che, sotto l’albero, saranno la felicità degli appassionati di enogastronomia e faranno conoscere ai consumatori lombardi tutta la dolcezza veneta.
Colli Euganei Fior d’arancio prodotto con l’omonima uva che sui Colli Euganei ha, da tempo immemorabile, trovato il suo habitat naturale, è proposto nelle tipologie Spumante e Passito.
Spumante: si presenta con un colore giallo brillante con riflessi dorati, dal profumo fresco e persistente, con un bouquet agrumato di piccoli fiori bianchi di zagara.Al palato è suadente, con una buona freschezza e sapidità che, unitamente alle fini bollicine, lo rendono equilibrato e mai stucchevole. La sensazione che lascia è di un’impalpabile nuvola, fresca e frizzante.
Passito: si riconosce per il colore giallo solare con profondi riflessi dorati, ed il profumo intenso con note di albicocche mature, di miele, di frutta candita e di spezie. Il sapore è dolce ed equilibrato, intensamente aromatico, persistente.
Il vino all’assaggio si presenta caldo, setoso e avvolgente. Il sapore è dolce e intenso, sempre bilanciato da buona freschezza e sapidità. Il palato rimane impresso per lungo tempo da sensazioni di albicocca e miele.
Bagnoli Friularo Classico D.O.C.
Ottenuto dal vitigno Friularo, biotipo locale di Raboso, unico della zona D.O.C. Bagnoli, è un vino rosso strutturato, adatto ad abbinamenti con carni importanti, speziate e succulente. Il sapore robusto, accompagnato da una tipica freschezza, evidenzia note di frutta rossa matura, in particolare di marasca. Grazie all’alto contenuto in estratti è particolarmente longevo, adatto ai lunghi affinamenti. Con l’invecchiamento in botte evolve un maggiore equilibrio e si arricchisce di profumi speziati, di cuoio e di pepe nero.
Bagnoli Friularo Classico D.O.C. Passito
Dalle uve appassite in fruttaio si ottiene il Friularo Passito: vino rosso, denso, dolce, dove risalta un bouquet intenso ed elegante, con note di frutta rossa stra matura e sotto spirito, su cui prevale la marasca. Ha un gusto morbido, persistente e la sua freschezza è in perfetto equilibrio con la dolcezza. Un calice di Friularo Passito può essere degustato per accompagnare momenti di relax e convivialità, ideale è la proposta di abbinamento al cioccolato fondente o alla pasticceria secca.
( Info: www.collieuganeidoc.com )

    Redazione
(06/12/2013)

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1