Ristorante L’Accademia Lausanne the Italian touch of chef Gaia

image_pdfimage_print

L’italianità è il fil rouge al Ristorante L’Accademia e la qualità e la freschezza degli ingredienti rendono i piatti carici di gusto. Sono sapori che trovano uno spazio proprio e che si combinano al gesto dello chef Andrea Gaia. 

di Antonella Iozzo

Lausanne (CH) – Italian touch per il Ristorante L’Accademia di Lausanne, sulle rive del Lago di Lemano. Il fascino della semplicità e la sua naturale eleganza in una sintesi che crea calda atmosfera e invita al piacere del gusto.

Le forme del design si aprono al mondo dei sensi in una poetica suggestione che accoglie l’ospite tra toni ocra, legno scuro e luci a sospensione in vetro di Murano. Una felice combinazione di stile e suggestioni che quasi tesse un romanzo capace di arredare ed emozionare. Sensazioni amplificate dalla terrazza che nella bella stagione diventa palcoscenico con vista lago per escursioni gastronomiche dal sapore italiano.

L’italianità è il fil rouge al Ristorante L’Accademia, infatti la maggior parte del personale è italiano e offre un servizio professionale tinto di calore mediterraneo.

Modernità e storia s’incrociano al Ristorante L’Accademia, in un percorso che ci conduce nel 1893, anno di fondazione della famosa scuola di gestione alberghiera Ecole Hôtelière de Lausanne, che proprio accanto alla sala del ristorante ne La Voûte, ha avuto i suoi primi 28 studenti. Una saletta a “volta” , da qui il nome, che mantiene inalterata la sua allure intarsiata di moderna tecnologia e decor contemporanei per party, dinner privati e piccoli meeting.

Italian style, italian chef, Andrea Gaia, italian staff, italian menu per un grand tour che rimanda alla buona tavola. Sfogliando il menu è come respirare storie che profumano di ricordi, il cuore si combina a paesaggi immaginari che formano la geografica mediterranea e il “Vitello tonnato”, il “Carpaccio di manzo”, il “Tonno alle tre consistenze”, il “Polipo grigliato”, sembrano formare i capitoli di un romanzo sulla cucina italiano senza tempo. Classici con piccole variazioni che incontrano la delicatezza e l’attenzione a certi piccoli dettagli.

La qualità e la freschezza degli ingredienti rendono i piatti carici di gusto. Sono sapori che trovano uno spazio proprio e che si combinano al gesto dello chef Andrea Gaia. Dalla pasta ai risotti fino ad arrivare al pesce con “Black cod allo scoglio” o al “Branzino alla mortadella” per capire come la tradizione affiora e si mescola al piglio innovativo.
E ancora le carni come “Agnello e peperoni” o “Galletto alla cacciatora”, ricordi ed evocazioni trasformati con semplicità in per regalarci l’illusione di un viaggio italiano. Seduti a tavoli per sognare e sognando si giunge al dessert.
Un menu dessert che tocca il nord e il sud dell’Italia con increditi tipici, un esempio, il “ “Dai Dai” pralinato alle nocciole piemontesi”, oppure il “Cannoli siciliani al pistacchio di Bronte” e ancora la “Cheesecake ai limoni di Sorrento e frutti rossi”. Una dolcezza mai stucchevole che si eleva come un elegia combinando le diverse consistenze.

La vivacità dei sapori, la genuinità, e la freschezza della materia prima caratterizzano ogni piatto e convergono verso il binomio tradizione e modernità, la filosofia culinaria dello chef Gaia che riaccende i nostri sensi e riflette l’atmosfera soft e raffinata dell’ambiente. Ristorante l’Accademia, la semplicità, il calore dell’accoglienza, il buon vivere lungo la rotta della buona cucina, a Lausanne.

Ristorante L’Accademia
Place du Port 11
CH  – 1006 Lausanne
T. +41 21 613 34 34
https://www.angleterre-residence.ch/en/dining/laccademia/laccademia/

 

di Antonella Iozzo ©Riproduzione riservata
                  (14/09/2018)

 

Bluarte è su https://www.facebook.com/bluarte.rivista e su Twitter: @Bluarte1